Espandi menu

cerca
L'uomo sul treno

Regia di Jaume Collet-Serra vedi scheda film

Tutto il cast

Cast L'uomo sul treno

A dirigere L'uomo sul treno è Jaume Collet-Serra, produttore e regista di origine spagnola. Nato in un piccolo centro nella provincia di Barcellona nel 1974, Collet-Serra all'età di 18 anni si è trasferito a Los Angeles (nonostante la sua limitata conoscenza della lingua inglese) per diventare regista. Ha così cominciato a frequentare il Columbia College e a lavorare come montatore, subendo l'influenza di registi come David Fincher, Spike Jonze e Mark Romanek. Per la sua tesi di laurea, anziché realizzare un cortometraggio come si è soliti fare, ha girato un videomusicale che ha finito per aprirgli le porte del mondo dei videoclip e degli spot televisivi. Nel 2005 ha finalmente esordito come regista girando l'horror La maschera di cera, a cui hanno fatto seguito il dramma sportivo Goal II - Vivere un sogno e l'horror Orphan, che gli ha regalato grande successo di critica e pubblico. Nel 2011 ha poi cominciato il suo sodalizio artistico con l'attore Liam Neeson realizzando l'action thriller Unkown - Senza identità. Sempre con Neeson protagonista ha girato Non-Stop e Run All Night - Una notte per sopravvivere. Dopo la parentesi tutta al femminile con Paradise Beach: Dentro l'incubo, Collet è ritornato a collaborare per la quarta volta con Neeson, scegliendolo come protagonista di L'uomo sul treno.

Candidato all'Oscar come miglior attore protagonista per Schinder's List, Liam Neeson in L'uomo sul treno interpreta Michael MacCauley, un uomo che ha preso sempre lo stesso treno per recarsi al lavoro per dieci anni, cinque giorni a settimana. Licenziato al compimento dei sessant'anni dalla società di assicurazioni per cui lavora, non sa come dirlo alla moglie, come pagare il college al figlio e come rilevare la doppia ipoteca sulla sua casa. Trovando la forza dopo un drink, prende il treno di ritorno quando una misteriosa donna gli propone 100 mila dollari in cambio di qualcosa all'apparenza semplice. La misteriosa donna che si ritrova di fronte non è uno dei pendolari che vede tutti i giorni e si presenta a lui come Joanna. A impersonarla è l'attrice Vera Farmiga, già diretta da Collet-Serra in Orphan.

Il treno di pendolari che Michael ha sempre preso è pieno di passeggeri provenienti da contesti socioculturali differenti. Essendo un treno "metropolitano", non ha prima classe e mischia gente agiata con persone meno fortunate. Del resto, lo stesso Michael è il simbolo di due mondi tra loro differenti: ha lavorato fino a quel giorno nel distretto finanziario ma è anche un ex poliziotto, che ha combattuto tutta la sua vita per dare il meglio alla sua famiglia. Tra i passeggeri, quando si rende conto di essere in trappola, trova qualcuno disposto ad aiutarlo in Walt, un amico pendolare, e Tony, un giovane che gli presta il suo telefono, portati in scena rispettivamente da Jonathan Banks e Andy Nyman. Tra coloro di cui invece sospetta vi sono: la studentessa Gwen, supportata da Florence Pugh; il tatuato Dylan, giocato da Killian Scott; Vince, il tipico uomo di Wall Street con il volto di Shazad Latif; l'operaio Jackson, impersonato da Roland Møller; Oliver, un giovane dall'aspetto stanco con una custodia per chitarra e le fattezze di Kobna Holdbrook Smith); e Sam, il macchinista del treno interpretato da Colin McFarlane.

L'attore Patrick Wilson, che con Vera Farmiga ha condiviso il set di The Conjuring e The Conjuring 2, appare come Murphy, ex collega di Michael al dipartimento di polizia di New York, mentre Sam Neill, noto grazie a Jurassic Park e Lezioni di piano, è il capitano Hawthorne. Karen, la moglie di Michael, ha infine il volto di Elizabeth McGovern, la Lady Cora della serie Downton Abbey.