Espandi menu
cerca
Giovani, belle... probabilmente ricche

Regia di Michele Massimo Tarantini vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mmciak

mmciak

Iscritto dal 3 settembre 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 56
  • Post 9
  • Recensioni 2368
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Giovani, belle... probabilmente ricche

di mmciak
6 stelle

 "Giovani, belle...probabilmente ricche"
diretto nel 1982 da Michele Massimo Tarantini,
devo dire che non mi è dispiaciuto,anche se
comunque non è uno dei migliori della
"Commedia scollacciata".

La storia racconta che tre amiche si ritrovano
dal notaio per sapere che fine ha fatto
la loro amica,e vengono a scoprire che è morta.

Quest'ultima però se ne era andata all'estero,
e nel testamento,gli ha lasciato una grossa eredità
che sarà spartita tra le altre con la postilla
che devono tradire il marito,dandone le prove al notaio.

Siamo agli sgoccioli del filone della
"Commedia scollacciata Italiana" degli anni'70/80,
e il regista Michele Massimo Tarantini,
Re Mida con Mariano Laurenti,
aveva già dato il meglio il se nel
decennio precedente con dei Cult
che per gli appassionati sono rimasti
impressi tipo:
"Taxi girl"-
"L'insegnante viene a casa"-
"La poliziotta della squadra del Buon
costume" e soprattutto "La dottoressa ci
sta col colonnello" (o coglionello),
qui però si avvale di un buon Cast soprattutto
di donne come Nadia Cassini-Carmen Russo
e Olivia Link con i comici Lucio Montanaro
(direttamente dalla serie delle "Soldatesse")-
Gianni Ciardo-Gianfranco D'Angelo e l'immancabile
Jimmi il fenomeno nella parte del custode,eterno "portafortuna".

La storia purtroppo non funziona del tutto,
le scene che divertono maggiormente sono gli equivoci
e i continui tormentoni,come quando il tipo
cade e va sù un camion in corsa o il cameriere
che non riesce a portare il caffè.

Invece chi funziona di più è D'Angelo,
che cerca di tutto di farsi fare le corna
da Ciardo (!),ed è molto divertente
con sempre la battuta pronta.

Ma la Cassini nel ruolo di sua moglie,
che fa "la puritana" e poco credibile,
Carmen Russo fa sempre l'eterna parte
della svampita e invece la più bella
e che regge molto è la Link,
allora pornostar,che quando appare
ti da il senso di una "morbidona".

In conclusione un film gradevole,
ma si vede che Tarantini raschia il
barile,ma cosa manca davvero è
il comico,tipo Montagnani-Banfi e Vitali,
che mancano proprio,che con loro sarebbe stato un altra cosa,
invece finisce per diventare un prodotto
spensierato per una serata tranquilla,
ma di tutto ti rimane impressa solo
la Olivia Link che è davvero splendida
e seducente.

Il mio voto: 6.


 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati