Espandi menu
cerca
Allarme rosso

Regia di Tony Scott vedi scheda film

Recensioni

L'autore

emil

emil

Iscritto dal 22 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 38
  • Post -
  • Recensioni 1115
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Allarme rosso

di emil
7 stelle

Il sommergibile americano USS Alabama pattuglia le acque al largo dell'Unione Sovietica: un terrorista ceceno si è impossessato di una base nucleare ed è pronto a sferrare un attacco missilistico.
Il comandante Frank Ramsey ( Gene Hackman) vuole lanciare le proprie testate nucleari , il suo secondo Ron Hunter(Denzel Washington) vuole avere la certezza che l'ordine arrivato e troncato a causa della rottura della radio di bordo sia autenticato. L'equipaggio si spacca in due ed intanto i russi attaccano....

Tony Scott realizza un action serrato e dal gran ritmo, portandoci a modo suo, quindi camera a mano e montaggio frenetico, nel cuore dell'oceano.
Nella pancia dell'USS Alabama si consuma il confronto drammatico tra due grandi personalità ,il comandante ed il suo vice, uno scontro titanico, eroico, piacevolissimo e ben interpretato da due grandissimi attori , nessuno dei quali ha la smania di primeggiare sull'altro dando vita ad interpretazioni sopra le righe come invece in questi casi spesso accade. Gli spazi angusti del sottomarino sono resi quasi psichedelici dall'utilizzo del neon blu, lo stuolo di comprimari ( Gandolfini, Mortensen, Ryan Philippe, c'è anche Lillo Brancato , bambino prodigio visto in Bronx, prima regia di De Niro) funzionano a meraviglia.
Il paragone che mi è venuto quasi naturale fare è con un altro film similare, K-19 della Bigelow...beh devo dire che "Allarme Rosso" gli fa tre giri intorno.
Scott ha avuto una carriera di alti e bassi ma questo action che incanala forse un po' banalmente quasi tutte le regole del genere, è realizzato con un entusiasmo contagioso.
Consigliato.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati