Trama

Charley Thompson è un adolescente e desidera una casa, del cibo sul tavolo e un liceo da poter frequentare. Per lui, figlio di un padre single e irrequieto, è difficile trovare stabilità. Sperando in un nuovo inizio, si due si trasferiscono a Portland, dove Charley ottiene un lavoro estivo e fa amicizia con Lean on Pete, il cavallo da corsa che incontra frequentando il sottobosco delle corse clandestine. Grazie all'animale, vivrà la più grande avventura della sua vita alla ricerca della zia e di salvezza.

Approfondimento

CHARLEY THOMPSON: ALLA RICERCA DI UNA CASA

Diretto e sceneggiato da Andrew Haigh, Charley Thompson racconta la storia del giovane Charley, quindicenne abbandonato dalla madre e cresciuto da un padre disattento e sempre nei guai. Charley e il padre Ray cercano un nuovo inizio a Portland, in Oregon, ma presto Charley dovrà rimettersi in viaggio, stavolta da solo, attraverso l'America profonda: sarà l'amicizia con un vecchio cavallo da corsa, Lean on Pete, a ridargli la speranza in un futuro migliore. Lungo la sua parabola, avrà modo di confrontarsi con personaggi come lo stalliere Del Montgomery o la fantina Bonnie, incontri destinati a cambiargli per sempre l'esistenza.

Con la direzione della fotografia di Magnus Nordenhof Jønck, le scenografie di Ryan Warren Smith, i costumi di Julie Carnahan e le musiche di James Edward Barker, Charley Thompson è l'adattamento cinematografico del romanzo La ballata di Charley Thompson di Willy Vlautin. Come spiega il regista Andrew Haigh: "Charley Thompson è la storia di un ragazzo che cerca di trovare un approdo stabile e un senso di appartenenza. Ha bisogno di qualcuno che si prenda cura di lui e di qualcuno di cui prendersi cura. Mentre la storia va avanti e la sua situazione si fa sempre più pericolosa e instabile, il suo diventa un viaggio pieno di rischi alla ricerca di queste cose essenziali. Il romanzo di Willy Vlautin è struggente ma mai sentimentale e la relazione tra Charley e il suo cavallo rivela l'animo gentile del ragazzo, nonché la sua profonda comprensione del fatto che tutti condividiamo un bisogno istintivo di sentirci protetti.

C'è una semplicità nel romanzo che volevo riuscire a catturare nel film. Willy Vlautin non denigra nessuno dei protagonisti del romanzo, anche quando non si comportano nel migliore dei modi. Egli è perfettamente consapevole che queste persone stanno lottando per la sopravvivenza e questo ha un impatto profondo sul loro modo di agire. Da un certo punto di vista il suo romanzo è sul bisogno di gentilezza e compassione da parte di chi non ha nulla".

Prima di iniziare le riprese, Haigh ha incontrato Vlautin a Portland, dove ha potuto fare diversi sopralluoghi nei luoghi che hanno ispirato il romanzo, inclusa la celebre pista da corsa Portland Meadows. Il regista ha quindi iniziato un viaggio verso ovest, seguendo la stessa traiettoria di Charley e Leon on Pete: ha attraversato Oregon, Idaho, Wyoming, Utah e Colorado, visitando le fiere locali più sperdute e guardando le corse dei cavalli, mentre si immergeva nelle culture regionali dell'America profonda. "Ho soggiornato nei motel descritti nel libro", ricorda, "ho dormito nei campeggi, mangiato chili in lattina e scattato innumerevoli fotografie. È assurdo pensare che avrei mai potuto sperimentare quanto accade a Charley nel suo epico percorso, ma passare tre mesi sulla strada mi ha dato almeno un'idea del mondo che Willy racconta nei suoi romanzi".

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Charey Thompson è il regista e sceneggiatore inglese Andrew Haigh. Dopo gli studi alla LA Film School, inizia la sua carriera nel cinema come assistente al montaggio in grandi produzioni come Il gladiatore e Black Hawk Down, per poi debuttare alla regia con il cortometraggio Oil. Nel 2009 dirige il suo… Vedi tutto

Note

Adattamento del romanzo La ballata di Charley Thompson di Willy Vlautin.

Commenti (1) vedi tutti

  • Un film ricco di emozioni, indubbiamente introspettivo e ricorrente a infiniti momenti di riflessione, visivamente coinvolgente senza troppi frastuoni di drammi.

    leggi la recensione completa di Cocchan
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

obyone di obyone
7 stelle

  Venezia 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica Andrew Haigh ha portato in concorso alla 74ma Mostra del Cinema di Venezia l'adattamento del romanzo americano "La ballata di Charley Thompson dello scrittore Willy Vlautin. Al titolo originale "Lean on Pete" il distributore italiano ha preferito, ora, il più laconico "Charley Thompson" per l'uscita nelle sale nostrane, e… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 74 - CONCORSO - PREMIO MARCELLO MASTROIANNI PER IL MIGLIOR ATTORE EMERGENTE A CHARLIE PLUMMER Charles ha quindici anni e vive col padre, donnaiolo immaturo, dopo che la madre li ha abbandonati dalla tenera età del figlio. Desideroso di esser circondato da una vera famiglia, il ragazzo non può più contare nemmeno sulla presenza di una zia paterna, di cui serba un… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensione

Mulligan71 di Mulligan71
7 stelle

Di narrazioni "on the road", di viaggi di formazione, il Cinema americano ne è zeppo e, in fondo, anche questo "Charley Thompson", (in originale "Lean On Pete", il nome del cavallo), non si discosta più di tanto dal genere. Lo scatto che gli fa guadagnare qualche punto in più rispetto alla media, è sicuramente la scrittura di Willy Vlautin, (cantante dei meravigliosi…

leggi tutto

Recensione

Cocchan di Cocchan
8 stelle

Formazione, crescita, paura, percorso, giovinezza, difficoltà, Vita… Basterebbero poche semplici parole per descrivere l’ultimo lavoro del regista inglese Andrew Haigh, che qui è stato capace di presentare una storia classica, una fiaba sempiterna, un argomento costante e mai in esaurimento: il racconto di formazione. Una sinossi essenziale: Il protagonista è…

leggi tutto
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

Zagarosh di Zagarosh
7 stelle

Se 45 anni si basava su ciò che non si diceva e su quello che a malapena i personaggi suggerivano con sguardi, sospiri e minuscoli cenni, il nuovo Charley Thompson è un film di “confessioni”, nel quale sembra esserci una urgenza di comunicazione e non invece il bisogno di celare le proprie emozioni. E se in quel dramma che parlava di un amore ormai agli sgoccioli, Haigh…

leggi tutto

Recensione

ilpanda di ilpanda
8 stelle

Charley si è trasferito per l’ennesima volta con il padre, questa volta a Portland, in Oregon. La madre l’ha abbandonato da piccolo, mentre l’altro genitore, donnaiolo e ubriacone, pur volendogli bene non riesce a garantirgli stabilità economica e affettiva. Poco vicino alla sua casa scopre un maneggio e si ritrova quasi per caso a contatto con le corse dei…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Uscito nelle sale italiane il 2 aprile 2018

Recensione

obyone di obyone
7 stelle

  Venezia 74. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica Andrew Haigh ha portato in concorso alla 74ma Mostra del Cinema di Venezia l'adattamento del romanzo americano "La ballata di Charley Thompson dello scrittore Willy Vlautin. Al titolo originale "Lean on Pete" il distributore italiano ha preferito, ora, il più laconico "Charley Thompson" per l'uscita nelle sale nostrane, e…

leggi tutto
locandina
Foto
locandina
Foto
Il meglio del 2017
2017

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

VENEZIA 74 - CONCORSO - PREMIO MARCELLO MASTROIANNI PER IL MIGLIOR ATTORE EMERGENTE A CHARLIE PLUMMER Charles ha quindici anni e vive col padre, donnaiolo immaturo, dopo che la madre li ha abbandonati dalla tenera età del figlio. Desideroso di esser circondato da una vera famiglia, il ragazzo non può più contare nemmeno sulla presenza di una zia paterna, di cui serba un…

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito