Trama

Nella colonia penale dell'isola di Ojeda, riservata in gran parte a detenuti politici condannati ai lavori forzati, il governatore viene ucciso da un subalterno che poi si dà alla macchia. In attesa del successore, le redini del carcere passano a Ramón Vasquez, segretario dell'ucciso, un giovane idealista desideroso di "cambiare le cose dall'interno". Ines, vedova del governatore, si innamora di Ramón e lo seduce. Quando il governo manda il suo nuovo emissario la donna si sente perduta: si tratta infatti di un suo ex amante in grado di ricattarla. Saputo da Ramón che i detenuti hanno intenzione di organizzare una rivolta, la donna fa in modo di essere lontana dall'isola con il nuovo governatore in modo che questi venga destituito e il posto passi definitivamente a Vasquez. Il destino però ha in serbo per lei un'epilogo più amaro.

Note

Imposti dalla produzione i due "divi" sono il vero punto debole del film: Philipe, alla sua ultima interpretazione e già minato dal male, è l'ombra di se stesso e la Felix sembra sempre molto distratta. Nonostante questo però il film rivela, sia pure in filigrana, i temi cari al regista spagnolo. In particolare, qui, emerge lo scacco che la storia dà alle utopie che gli uomini elaborano nell'illusione di migliorare se stessi e le loro società.

Commenti (2) vedi tutti

  • Uno dei più bei film del periodo messicano di Buñuel

    leggi la recensione completa di giansnow89
  • L'ennesimo ritratto, nel perfetto stile Bunuel, della spietatezza e della crudeltà umana. In questo caso, il contesto è politico, ma la sostanza non cambia: per l'animo umano non c'è salvezza!! Bellissimo.

    commento di michsc
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

giansnow89 di giansnow89
8 stelle

Ribolle, l’isola di Ojeda, di fermenti rivoluzionari. Uomini senza scrupoli e uomini probi si cimentano nel tentativo di irreggimentare i focosi animi, e non è dato sapere se davvero i secondi siano più degni dei primi. A seminare discordia fra l’ambizioso governatore Gual e il retto funzionario Vasquez, però, più dei moti in atto, ci pensa la tentatrice… leggi tutto

2 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Anche i grandi artisti hanno fatto passi falsi e così pure Bunuel, inevitabilmente, si è lasciato alle spalle lavori come questo, un melodrammone a sfondo politico non esattamente brillante o coinvolgente. Intrighi ed amori più o meno ricambiati, rivalità, violenza, sullo scenario di un'isoletta sudamericana governata da una dittatura: tanti clichè, poca sostanza. Si può dimenticare. leggi tutto

1 recensioni negative

2019
2019

Recensione

giansnow89 di giansnow89
8 stelle

Ribolle, l’isola di Ojeda, di fermenti rivoluzionari. Uomini senza scrupoli e uomini probi si cimentano nel tentativo di irreggimentare i focosi animi, e non è dato sapere se davvero i secondi siano più degni dei primi. A seminare discordia fra l’ambizioso governatore Gual e il retto funzionario Vasquez, però, più dei moti in atto, ci pensa la tentatrice…

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
2011
2011

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Un melodramma politico, che  è abbastanza lontano dalle linee diverse che Bunuel ha sempre nelle sue tematiche, nel senso che corrisponde più ad un film di genere, dove certamente spicca la critica  al dispotismo di una dittatura, ma che rispetta una storia, destinata al dramma, che ha le sue pieghe precise. Non si nascondono le linee sensuali della storia, che attraverso…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
2010
2010
2009
2009

Isole

Redazione di Redazione

Solitudini e latitudini (basse), naufragi e buen retiros. L'isola è talvolta un altrove dove fuggire o sognare di fuggire, altre volte un eterno dove dal quale si sogna di scappare... Occasionalmente un perfetto qui e…

leggi tutto
Playlist

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Anche i grandi artisti hanno fatto passi falsi e così pure Bunuel, inevitabilmente, si è lasciato alle spalle lavori come questo, un melodrammone a sfondo politico non esattamente brillante o coinvolgente. Intrighi ed amori più o meno ricambiati, rivalità, violenza, sullo scenario di un'isoletta sudamericana governata da una dittatura: tanti clichè, poca sostanza. Si può dimenticare.

leggi tutto
Recensione
2007
2007

BREVE COME UN SOSPIRO

spopola di spopola

…Ogni tanto è importate “celebrare” anche il passato… ricordare ciò che il cinema ha “prodotto” di grande prima dello spesso troppo “osannato” presente che indulge a parlare quasi esclusivamente dei…

leggi tutto
Playlist

NOVITA’ E RECUPERI

spopola di spopola

Decisamente un periodo particolarmente stimolante per il segmento dei dvd, un settore in continua espansione che sta progressivamente rendendo disponibili preziosi “recuperi” di nicchia… E allora, in attesa delle…

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito