Espandi menu
cerca
Angelo

Regia di Ernst Lubitsch vedi scheda film

Recensioni

L'autore

mm40

mm40

Iscritto dal 30 gennaio 2007 Vai al suo profilo
  • Seguaci 132
  • Post 16
  • Recensioni 8764
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Angelo

di mm40
5 stelle

La moglie (infelice) di un ambasciatore si trova a Parigi; mentre il marito è impegnato per lavoro, lei conosce e bacia uno sconosciuto, al quale non rivela il suo nome. Lui, infatuatosi, la rinomina Angelo e fa di tutto per ritrovarla. Ci riuscirà, grazie a una serie di coincidenze.

Tratto da una commedia di Melchior Lengyel con un adattamento di Guy Bolton e Russell Medcraft e infine una sceneggiatura firmata da Samson Raphaelson, assiduo collaboratore del regista in questo periodo, Angelo è un film meno leggero rispetto al solito per Ernst Lubitsch, che pure non mette mano al copione, per una volta, ma come sempre riveste anche il ruolo di produttore. La storia di Maria/Angelo è quasi del tutto priva di risvolti ironici e mancano allo stesso modo i momenti necessari a sdrammatizzare l’intreccio adulterino al centro della trama; il finale è poi addirittura glaciale, giusto solamente dal punto di vista morale (non sempre quello a cui Lubitsch è maggiormente interessato), ma insensato da quello logico e inatteso per la sua linearità a un soffio dal banale. L’incontro sul set con Marlene Dietrich deve avere significato tanto anche per un cineasta ormai al culmine della celebrità come Lubitsch, che comunque sfrutta al meglio la sua protagonista, a cui affida una parte assolutamente nelle sue corde; fra gli altri interpreti si possono citare Melvyn Douglas e Herbert Marshall, che vanno a comporre con la Dietrich il triangolo amoroso al centro della vicenda. Anche la scorrevolezza della narrazione non è ai massimi livelli, specie per un regista che ha fatto del ritmo uno dei suoi marchi di fabbrica. 5/10.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati