Espandi menu
cerca
The Belko Experiment - Chi sopravviverà?

Regia di Greg McLean vedi scheda film

Recensioni

L'autore

undying

undying

Iscritto dal 10 giugno 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 104
  • Post 35
  • Recensioni 2821
  • Playlist 55
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Belko Experiment - Chi sopravviverà?

di undying
8 stelle

Un film atipico, serrato, spietato. Come deve essere, visto gli importanti argomenti che tenta -riuscendoci- di portare sullo schermo. "Homo homini lupus" è il motto sostenuto da Hobbes. Oggi possiamo fortunatamente dire che è un'espressione obsoleta, valida solo per certi uomini, al di là della nazionalità o della idea politica.

 

locandina

The Belko Experiment - Chi sopravviverà? (2016): locandina

 

Bogotà (Colombia). In un'area spopolata e deserta si erge un enorme edificio, destinato ad ospitare 83 dipendenti. Sono al servizio della Belko, una non meglio definita società di studio che opera su Internet. Per anni i dipendenti si sono chiesti essi stessi quali potessero essere le finalità del loro lavoro. Lo scoprono in un giorno di "ordinaria follia". Lo stabile viene messo in isolamento, una struttura metallica ricopre porte di uscita e finestre, mentre ogni segnale (internet, wi-fi e telefono) viene oscurato. Che sta accadendo? Uno speaker, tramite diffusori posti in ogni ufficio, annuncia: "Se entro due ore non avrete ucciso due vostri colleghi, le conseguenze saranno devastanti." Uno scherzo? Non proprio visto che, trascorsi i 120 minuti, i microchip inseriti alla base della nuca (per ogni dipendente) contengono un ordigno esplosivo, e lo imparano a proprie spese alcuni sfortunati impiegati. Lo speaker riprende contatto: "Avete due ore di tempo per uccidere 30 vostri colleghi. Se non eseguirete l'ordine, 60 di voi moriranno..."

 

Tony Goldwyn

The Belko Experiment - Chi sopravviverà? (2016): Tony Goldwyn

 

Lo sceneggiatore James Gunn non manca di idee, di originalità e di capacità narrativa come dimostra The Belko experiment, un horror adrenalinico, sanguinario e ricco di spunti riflessivi. Affidato, con indovinata scelta, alla regia dell'australiano Greg McLean (già celebre per il ciclo Wolf Creek, poi diventato anche serie TV), The Belko experiment può contare su un cast eccezionale nel quale risaltano i due opposti protagonisti: il fascistoide Barry (Tony Goldwyn) e l'onesto e sensibile Mike (John Gallagher Jr.). Un film esplosivo, disturbante a tratti, in grado di ricordarci il perchè di certi orrori storicizzati ma troppo spesso dimenticati, quando non messi in discussione.

 

Tony Goldwyn, John C. McGinley

The Belko Experiment - Chi sopravviverà? (2016): Tony Goldwyn, John C. McGinley

 

Fatta l'indispensabile premessa che siamo di fronte ad un prodotto di buon budget (5.000.000 di dollari, con incasso doppio solo in USA nelle prime settimane di programmazione), ragione per cui la confezione è di pura eccellenza (con effetti splatter a dir poco realistici), e sottolineato che McLean è un regista con le palle, il film merita un approfondimento sul contenuto. Perchè The Belko experiment non è solo un prodotto in grado di garantire i canonici 90 minuti di svago, che scorrono veloci e senza ostacoli, ma ha anche molte cose da dire. Che vanno ben oltre al thriller (costante) e allo spargimento di sangue (predominante). La  selezione dei trenta colleghi da sacrificare ricorda in pieno un rastrellamento nazista (chi ha figli minori di 18 anni o ha meno di sessant'anni d'età potrebbe essere graziato) e soprattutto ci ricorda che "la storia siamo noi". Che il passato ritorna se lo si dimentica. Ritorna troppo velocemente, tanto facilmente.

 

scena

The Belko Experiment - Chi sopravviverà? (2016): scena

 

Le riflessioni che suggerisce The Belko experiment non si fermano certo a questi importanti risvolti "sociali" (una micro società qui composta da un gruppo di colleghi) ma procedono -in maniera subliminale e costante- sfiorando il tema della crisi economica che ha devastato (in tutto il mondo) la dimensione "umana" del lavoro e criticando i falsi ideali di generale interesse, a danno del singolo. Perchè per quanto inverosimile possa apparirci la trama del film, se si approfondisce il tema delle sperimentazioni militari (americane, russe o quant'altro) a danno degli individui comuni, c'è di che tremare veramente. Quindi, per citare la frase utilizzata nei trailers di alcuni celebri film horror, durante la visione di questo gioiello è consigliato pronunciare il seguente mantra scaramantico: "È solo un film. È solo un film.... Solo un film!"

 

Tony Goldwyn, John C. McGinley, Abraham Benrubi, John Gallagher Jr., Michael Rooker

The Belko Experiment - Chi sopravviverà? (2016): Tony Goldwyn, John C. McGinley, Abraham Benrubi, John Gallagher Jr., Michael Rooker

 

"La pena che i buoni devono scontare per l'indifferenza alla cosa pubblica è quella di essere governati da uomini malvagi.” (Socrate)

 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati