Espandi menu
cerca
Enrico V

Regia di Kenneth Branagh vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bradipo68

bradipo68

Iscritto dal 1 settembre 2005 Vai al suo profilo
  • Seguaci 264
  • Post 30
  • Recensioni 4749
  • Playlist 174
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Enrico V

di bradipo68
8 stelle

Si può dire tutto a Branagh tranne che nella sua carriera gli è mancato il coraggio o l'ambizione:del resto confrontarsi ad appena 28 anni con un opera di Shakespeare già portata al cinema niente meno che da sir Laurence Olivier non è banale sciocchezzuola.In più c'è da considerare anche Welles che si misurò con l'Enrico IV nel suo Falstaff,film maledetto se ne esiste uno.Falstaff ,che viene ricordato in una breve sezione in questo film, qui è impersonato dal corpulento Robbie Coltrane. Branagh cerca di distaccarsi dallo stile di Olivier e di Welles accostandosi il più possibile all'opera shekespeariana,recuperandola filologicamente,non nascondendo affatto l'origine teatrale,anzi cercando di valorizzarla con intelligenti scelte di regia ed un accurato studio delle varie ambientazioni.E'un film da vedere in lingua originale per apprezzare il lavoro degli attori che declamano le loro battute esattamente come se fossero a teatro,cosa che viene persa in gran parte nel doppiaggio soprattutto degli attori secondari anche se Tonino Accolla,voce di Kenneth Branagh,fa un eccellente lavoro.L'Enrico di Branagh è un monarca moderno,coraggioso e intelligente,grande motivatore dei suoi uomini,consapevole delle proprie responsabilità eppure attento ai loro pensieri e abbastanza umile a raccoglierne i consigli.La sua rilettura del testo di Shakespeare è proprio in funzione di rendere più umana possibile questa figura,renderla fallace,col suo carico di inquietudine e dubbio.Renderlo in una parola un uomo dei nostri tempi.Suggestive le scene della battaglia di Azincourt che mi hanno riportato alla memoria il Medioevo fosco e spietato dell'Excalibur di Boorman.Una sorta di cameo per Emma Thompson,nella parte di Caterina di Francia,oggetto neanche tanto nascosto dei desideri del volitivo Enrico.Certo il paragone con il film di Olivier sarebbe ingeneroso col film del giovane Branagh ma non per questo bisogna sminuire il buonissimo lavoro fatto in questa pellicola.Da segnalare la presenza di un giovanissimo Christian Bale...

Su Kenneth Branagh

la regia è intelligente con molte scelte che si rivelano azzeccate

Su Kenneth Branagh

ottima prova

Su Emma Thompson

poco più di un cameo

Su Brian Blessed

ottimo

Su Paul Scofield

presenza di gran classe

Su Ian Holm

non male

Su Ronald Pickup

ok

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati