Espandi menu
cerca
Thor: Ragnarok

Regia di Taika Waititi vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Fanny Sally

Fanny Sally

Iscritto dall'11 luglio 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 47
  • Post 1
  • Recensioni 1630
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Thor: Ragnarok

di Fanny Sally
6 stelle

Thor e Loki sono costretti ad allearsi per salvare il loro pianeta dalle mire della dea della morte Hela, loro sorellastra avida di potere, in un terzo episodio caratterizzato dal prevalere di toni scanzonati e azione esagerata.

Tra i supereroi Marvel riesumati negli ultimi anni dal cinema Thor è probabilmente quello con la storia più problematica e un po’ meno avvincente: per certi aspetti in linea con i classici drammi di matrice mitologica e letteraria, è anche quello che è stato rappresentato con minore coerenza stilistica, non solo per il continuo cambio di regista, ma anche per un’apparente tendenza da parte degli sceneggiatori ad andare a ritroso nelle sue origini e a scavare nel suo passato pur di far andare avanti il suo percorso evolutivo.

 

Questa volta, il biondo e possente figlio di Odino si trova a dover combattere contro la sorellastra Hela (sempre divina Cate Blanchett, al debutto in un cinefumetto), dea della morte, liberatasi dopo millenni di prigionia e intenzionata a conquistare il trono di Asgard, ma prima dovrà a sua volta sfuggire egli stesso dalle grinfie del Gran Maestro (un esilarante Jeff Goldblum), collezionista di guerrieri intergalattici che fa combattere nella sua arena. Qui Thor rincontrerà anche uno smemorato Hulk e dovrà unire le forze col subdolo fratello Loki.

Rispetto agli altri episodi e anche agli altri film della saga Marvel, questo terzo capitolo dedicato al dio del Tuono ha dei toni decisamente più scanzonati ed esagerati, richiamando un po’ le atmosfere de I Guardiani della Galassia, anche per le atmosfere e gli stravaganti personaggi di contorno, per la cui caratterizzazione i creatori si sono davvero sbizzarriti.

 

Visivamente dunque spettacolo e divertimento sono garantiti, anche se certe scene sembrano francamente superflue ed eccessivamente dilatate rispetto al loro effettivo valore ai fini del proseguimento della trama, che è anche meno legata agli altri film della serie, se non per le sequenze finali in cui si assiste appunto al Ragnarok la battaglia risolutiva tra forze del bene e forze del male, dalla quale si origina un nuovo mondo.

 

Nell’insieme episodio quasi trascurabile, ma comunque da vedere se si sta seguendo la saga.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati