Espandi menu
cerca
Il cittadino illustre

Regia di Gastón Duprat, Mariano Cohn vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Furetto60

Furetto60

Iscritto dal 15 dicembre 2016 Vai al suo profilo
  • Seguaci 22
  • Post -
  • Recensioni 1381
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Il cittadino illustre

di Furetto60
7 stelle

Interessante opera, solo a tratti un po' lenta.

Originalissimo e famosissimo scrittore argentino, trapiantato a Barcellona da quarant'anni,dopo aver vinto l'Oscar per la letteratura,dando scandalo a Stoccolma per le sue dichiarazioni polemiche, sembra aver perso ispirazione,rifiuta sistematicamente tutte le occasioni mondane, che gli propongono,fino a quando non ha l'insana idea di accettare l'invito delle autorità di "Salas"suo paese natio,che hanno deciso di conferirgli la cittadinanza onoraria.Sarà un pericoloso e sgradevole tuffo nel passato,lì Daniel Mantovani è nato e cresciuto, e da là è fuggito,  costruendo la sua identità letteraria, sul rifiuto di quel luogo e della sua mentalità. Gli abitanti di questa sperduta e malconcia cittadina argentina, che all'inizio gli tributano onori e attenzioni e sembrano molto bendisposti nei confronti di un concittadino sì tanto illustre,sono ben diversi da ciò che sembrano.Col passare dei giorni i rapporti peggiorano, le sue opinioni anticonformiste e non convenzionali, non sono gradite dalla sua gente, non molto evoluta, gretta e piccina.In definitiva Il suo arrivo in quel luogo susciterà e solleverà i peggiori sentimenti e scoperchierà il vero volto dei suoi concittadini,rosi da gelosia e invidia ,che vivono in un luogo  degradato e squallido e loro stessi sono abbrutiti da una vita provinciale e meschina.Ritengono, in fondo, lo scrittore, un impostore, che ha sfruttato commercialmente, le storie piccine delle loro miserabili vite,la sua  presenza ormai scomoda  e le sue "lectio magistralis"   provocheranno  un malumore sempre più generalizzato,suscitando in alcuni casi addirittura indignazione, fino a quando la vicenda assumerà addirittura una piega  drammatica.Amara constatazione su quanto si possa scendere in basso nella scaletta delle miserie umane  e poi profonda riflessione sul senso della scrittura e sul suo valore artistico.La letteratura prende ispirazione dalla realtà e qualche volta è la vita che imita la finzione narrativa.

Martinez che presta il volto al protagonista,offre una prova  impeccabile.

Il film è ben fatto anche se alcuni passagi sono un pò lenti.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati