Espandi menu
cerca
M. Butterfly

Regia di David Cronenberg vedi scheda film

Recensioni

L'autore

barabbovich

barabbovich

Iscritto dal 10 maggio 2006 Vai al suo profilo
  • Seguaci 71
  • Post 7
  • Recensioni 2793
  • Playlist 3
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su M. Butterfly

di barabbovich
7 stelle

In piena rivoluzione culturale cinese, tra il 1964 e il 1968, il diplomatico francese Renè Gallimard (Irons) si innamora perdutamente di un'attrice di teatro (Lone). In realtà, quest'ultima è un uomo dall'aspetto efebico con compiti spionistici. In un crescendo apocalittico, il povero Gallimard ci rimetterà prima l'amore (l'amato/amata è finita, con intellettuali ed artisti, nei campi di lavoro voluti dal Grande Timoniere), poi il lavoro e quindi la vita allorché, scoperto l'inganno, fa harakiri durante una rappresentazione teatrale nelle patrie galere.
Cronenberg rilegge alla sua maniera l'opera di Puccini e Illico rovesciandone le parti. Sedotto e abbandonato, Irons-Gallimard veste i panni di una geisha dannata dalle sue stesse fantasie. Confermando "l'ossessione di Cronenberg per la mutazione dei corpi" (Grazzini), M.Butterfly è una delle opere migliori del regista canadese. Realtà e finzione, confronto tra culture e l'idea che la perfezione femminile sia possibile soltanto nella fantasia maschile sono i cardini sui quali è intessutala sceneggiatura di David Henry Hwang, ispirata ad una storia vera.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati