Trama

Diego Mora, che da venticinque anni vive in esilio a Parigi in seguito alla vittoria franchista in Spagna, viene rimandato in patria con il compito di dirigere un'azione sindacale antiregime. Alla frontiera, però, si verifica un incidente e Mora è costretto a tornare a Parigi per impedire a un compagno di mettersi nei guai. Ma, una volta rientrato, l'organizzazione degli esuli lo mette sotto accusa. Mora va in crisi e l'incontro con alcuni giovani con propositi terroristici acuisce i suoi dubbi. La complessità espositiva di Resnais è lo strumento narrativo per un film (scritto da Jorge Semprun) di forte tensione civile nell'analisi di una crisi politico-esistenziale. Ottimi gli interpreti.

Commenti (3) vedi tutti

  • Suggestivo thriller psicologico: delinea in modo sferzante il ritratto dei ribelli politici avversi al franchismo con uno stile insolito delle prospettive e un impellente ermetismo di fondo, senza lesinare sane dosi di provocazione.

    commento di Stefano L
  • Un film di impegno politico,appagante e con tanti spunti di riflessione.

    leggi la recensione completa di ezio
  • Diego (una delle più belle figure maschili della filmografia di Resnais)è un militante in crisi che riflette sulla sua figura di rivoluzionario. Il film, un sentito omaggio all'uomo e alla sua integrità morale.

    leggi la recensione completa di spopola
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ezio di ezio
8 stelle

Un militante comunista spagnolo esiliato a Parigi (Montand) ,deve attraversare la frontiera in modo clandestino,per mantenere i contatti con i compagni rimasti in patria.Alla base del film c'e' una sceneggiatura ,fortemente autobiografica ,di Jorge Semprun,romanziere spagnolo esule in Francia.Ne risulta un film appassionato e coinvolgente,mirato a descrivere le incertezze ideologiche di un uomo… leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Quarto lungometraggio di Resnais, che prende spunto da una sceneggiatura - non priva di riferimenti autobiografici - di Jorge Semprun (anche autore, pochi anni più tardi, di Z-L'orgia del potere, la cui storia è assimilabile a quella de La guerra è finita in più punti). Una vicenda claustrofobica, ansiogena, costruita sui binari paralleli della fuga e della… leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni
2020
2020
2018
2018

Recensione

jonas di jonas
7 stelle

Tre giorni nella vita di un antifranchista che vive a Parigi ma attraversa continuamente la frontiera tra Francia e Spagna per organizzare attività clandestine e che ora, proprio alla vigilia di Pasqua, è costretto a lasciare Madrid dopo una retata della polizia. Tre giorni che fanno emergere la stanchezza di un rivoluzionario pieno di dubbi, fra le estenuanti discussioni con i…

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
2017
2017
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2016
2016

Recensione

ezio di ezio
8 stelle

Un militante comunista spagnolo esiliato a Parigi (Montand) ,deve attraversare la frontiera in modo clandestino,per mantenere i contatti con i compagni rimasti in patria.Alla base del film c'e' una sceneggiatura ,fortemente autobiografica ,di Jorge Semprun,romanziere spagnolo esule in Francia.Ne risulta un film appassionato e coinvolgente,mirato a descrivere le incertezze ideologiche di un uomo…

leggi tutto
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

chribio1 di chribio1
4 stelle

Non ho notato nulla di cosi' godibile ed importante da ricordare in questo Film spesso sonno-lento,triste e un po' ripetitivo (come andazzo) almeno c'e' la presenza di Genevieve Bujold che spesso si e' confermata Attrice seppur sconosciuta ai piu',almeno solida e seria lo e'.voto.4.

leggi tutto

Recensione

alan smithee di alan smithee
8 stelle

L’opposizione "partigiana" al regime di Franco vive, nella metà degli anni Sessanta, di rischiosi viaggi di collegamento oltre confine indispensabili per collegare il pensiero, cioè una mente, un partito che ha trovato rifugio nella capitale francese, e un braccio attivo e concreto che vive di clandestinità e azioni di resistenza all’oppressione dittatoriale, in…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
2011
2011
2010
2010

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Quarto lungometraggio di Resnais, che prende spunto da una sceneggiatura - non priva di riferimenti autobiografici - di Jorge Semprun (anche autore, pochi anni più tardi, di Z-L'orgia del potere, la cui storia è assimilabile a quella de La guerra è finita in più punti). Una vicenda claustrofobica, ansiogena, costruita sui binari paralleli della fuga e della…

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

E’ il 1966 l’anno in cui Resnais, utilizzando una bellissima, profonda, importante, problematicamente coinvolgente sceneggiatura di Jorge Semprun, realizza La guerre est finie: Franco era ancora saldamente in sella sulla groppa di una Spagna devastata dalla sua luttuosa dittatura e non accennava minimamente a “mollare la stretta” e lo scrittore, dal suo esilio forzato,…

leggi tutto
2009
2009

Rivoluzione

Redazione di Redazione

Esce il monumentale film di Soderbergh sul Che, impossibile resistere al desiderio di mettere tutto a soqquadro con una bella taglist sulla Rivoluzione. Il tema è chiaro e facile. Qui si parla di ribaltare il mondo,…

leggi tutto
Playlist
2008
2008

Recensione

florentia viola di florentia viola
8 stelle

Siamo nel 1965 a Parigi Diego è militante del Partito Comunista spagnolo che comincia ad avere dei dubbi sulla strategia del partito e sul sistema della lotta armata contro il regime Franchista. I suoi compagni di partito lo accusano di pessimismo e disfattismo. Diego, nonostante tutti i suoi dubbi decide di partire per una nuova missione in Spagna pur sapendo di avere la polizia sulle sue…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito