Espandi menu
cerca
Vulnerabili

Regia di Gilles Bourdos vedi scheda film

Recensioni

L'autore

alan smithee

alan smithee

Iscritto dal 6 maggio 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 278
  • Post 180
  • Recensioni 4528
  • Playlist 21
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Vulnerabili

di alan smithee
6 stelle

locandina

Endangered Species (2017): locandina

VENEZIA 74 - ORIZZONTI 

Tra la città di Nizza ed alcune località prossime della Costa Azzura, si intrecciano, fino ad interessarsi, le storie intime e familiari che coinvolgono tre giovani ventenni: due ragazze ed un ragazzo.

Incontriamo la bellissima bionda Josephine nel giorno del suo matrimonio con Thomas, ma presto scopriamo che l'allegria e la felicità apparenti nascondono invece ben altro clima di coppia, con lui Manes o e geloso compagni di una giovane succube che per lui ha abbandonato la famiglia. Altrove la poco più che ventenne Melanie annuncia al padre (sulla via della separazione dalla madre di sua figlia) di essere incinta, e che il padre è un professore di 63 anni, ovvero di 18 anni più anziano di suo padre. Anthony infine è un eterno laureando che procrastina il completamento della tesi per latente insicurezza.

Alice Isaaz, Vincent Rottiers

Endangered Species (2017): Alice Isaaz, Vincent Rottiers

Alice Isaaz, Vincent Rottiers

Endangered Species (2017): Alice Isaaz, Vincent Rottiers

Quando il padre di lui abbandona la madre per una tipa più giovane e la donna impazzisce dando fuoco all'auto del marito, ecco che il giovane dovrà sforzarsi di agire con la concretezza che non ha mai dimostrato di avere. In qualche modo le tre vicende si intrecciano, piu' meno felicemente, una con l'altra cercando di dimostrare che la specie umana tende a farsi male da sé e ad ambientarsi, anziché lasciarsi trainare da un istintivo e sano impeto di conservazione.

Brigitte Catillon

Endangered Species (2017): Brigitte Catillon

Grégory Gadebois

Endangered Species (2017): Grégory Gadebois

La sceneggiatura non riserva pari trattamento a tutti i personaggi ma sembra intercedere e favorire chi più le aggrada, ma la regia di Gilles Bourdon appare piuttosto valida e ben incentrata a giostrarsi tra i vari episodi ed i relativi protagonisti. Tra questi spicca su tutti per avvenenza e drammaticità di ruolo la bellissima Alice Isaaz, mentre in ruoli di contorno ma fondamentali, riconosciamo bravi interpreti del calibro di Suzanne Clément e Grégorie Gadebois.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati