Trama

Alla fine degli anni Trenta, mentre Tod e Faye cercano vanamente di farsi strada a Hollywood, Homer finisce per farsi linciare dalla folla. Un film amaro e cattivo, tratto da un celebre libro di Nathanael West.

Commenti (2) vedi tutti

  • I difetti ci sono e sono anche copiosi, dovuti però a un “eccesso di cuore e quindi perdonabili, Bastano infatti le straordinarie scene conclusive a nobilitare l’opera. E in ogni caso una buona rilettura del magnifico racconto di Nathanael West da cui trae origine definito Scott Fitzgerald il più bel romanzo scritto su Hollywood e il suo mondo.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Una lunga scena finale di delirio collettivo davvero indimenticabile!

    commento di Xiao
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

LorCio di LorCio
8 stelle

Un po’come Gli ultimi fuochi, è il romanzo di un’epoca perduta, quella della Hollywood che negli anni trenta raggiunse il massimo splendore. Tratto da un romanzo malato e crudele di Nathanael West, è una aspra, e cinica rapsodia sulle disfunzioni del sistema hollywoodiano, visto attraverso le esperienze di alcuni personaggi che vanno a comporre un coro tra il grottesco… leggi tutto

6 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

strangelove di strangelove
6 stelle

Dal celeberrimo romanzo di Nathanael West (che non ho ancora letto),uno dei protagonisti del free cinema ne ricava un opera diseguale a tutti i livelli.Se la ricostruzione d'epoca riesce a convincere (grazie ad una bella fotografia,sontuose scenografie,e regia attenta ai particolari),la narrazione appare sfilacciata.Colpa forse di una sceneggiatura non proprio all'altezza,ma anche della mancata… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

2019
2019

Animalia #1 - Mi cale.

mck di mck

Cicala, oh!, cicala, che suoni, e canti, maschio, il tuo rumore bianco - amplificati schiocchi e vibrazioni a modulazione di frequenza sui 100 e passa decibel* - per tutte le femmine in ascolto, e per tutta…

leggi tutto
2018
2018

Perle nascoste

MVRulez di MVRulez

Il titolo (forse un po' troppo altisonante) di questa playlist ne racchiude il suo scopo: catalogare alcune opere meritevoli (sia classiche che moderne) le quali, per un motivo o per un altro, rischiano di rimanere…

leggi tutto
2016
2016
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
2014
2014
2012
2012

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Un po’come Gli ultimi fuochi, è il romanzo di un’epoca perduta, quella della Hollywood che negli anni trenta raggiunse il massimo splendore. Tratto da un romanzo malato e crudele di Nathanael West, è una aspra, e cinica rapsodia sulle disfunzioni del sistema hollywoodiano, visto attraverso le esperienze di alcuni personaggi che vanno a comporre un coro tra il grottesco…

leggi tutto

Recensione

uccio di uccio
8 stelle

Guardando Il giorno della locusta mi è subito balzato all'occhio una specie di filo conduttore tra questa pellicola e Un uomo da marciapiede, altro bellissimo film di Schlesinger. La distruzione del sogno, quello americano se vogliamo, ma non solo e non necessariamente. La pura e semplice distruzione di un sogno, probabilmente ingenuo come quello di Joe Buck del marciapiede di cui sopra, ma…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Pro: ottimo spaccato della cinica macchina sforna celebrità hollywoodiana, bravi interpreti, tecnica registica innegabile, estetica superba e soprattutto un finale da Oscar. Contro: più di due ore di una storia che rigira su se stessa sono tante e forse troppe. Nel complesso il circo di personaggi è ben assortito ed il film si fa guardare con piacere. Voto: 7,5/8.

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

scandoniano di scandoniano
8 stelle

Nella Hollywood degli anni ’30, l’aspirante scenografo Tod Hackwett  (William Atherton) si innamora della femme fatale Faye Greener (Karen Black); il loro rapporto ambiguo e contrastato, per via del carattere svampito e misterioso di Faye, viene messo in discussione quando il padre di lei muore e la ragazza si avvicina all’impacciato, ma economicamente solido, ragionier Homer Simpson…

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
2011
2011

Metacinema

Redazione di Redazione

Cinema cannibale, che si nutre di se stesso. Cinema che racconta il cinema, che mostra il cinema, che mostra il farsi del cinema. Storie contenute dentro a storie che parlano di storie  che si riferiscono a storie....…

leggi tutto
2009
2009

Recensione

bradipo68 di bradipo68
6 stelle

Difficile trovare un racconto più caustico di questo sulla fabbrica dei sogni.Hollywood ,il supremo demone che plasma e appiattisce le coscienze è inquadrato dal basso,da quel sottobosco che la anima alla base,da tutti quei personaggi che vi orbitano attorno e che vorrebbero sfruttarne i vantaggi.Sinceramente non sono sicuro di aver capito fino in fondo questo film e forse il mio giudizio…

leggi tutto
Recensione

Recensione

ethan di ethan
7 stelle

Tratto dal romanzo di Nathanael West, il film di Schlesinger affronta il tema della 'Fabbrica dei sogni' vista attraverso alcuni 'addetti ai lavori': uno scenografo (William Atherton) ed una comparsa (Karen Black) ed i personaggi che si intrecciano con loro. Il soggetto, che smaschera ciò che c'è dietro alla macchina cinema, è molto interessante ma la regia non sempre…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Trasmesso l'8 aprile 2009 su Rai Movie
Trasmesso il 25 marzo 2009 su Rai Movie
Trasmesso il 24 marzo 2009 su Rai Movie
Trasmesso il 18 marzo 2009 su Rai Movie
2007
2007

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

Ogni volta che mi capita di rivedere “Il giorno della locusta” (cosa che è accaduta proprio in questi giorni), ritrovo inalterate tutte le emozioni “della prima volta” che sono state molteplici, profonde e avvolgenti, tanto che mi sembra davvero impossibile che l’opera abbia suscitato alla sua uscita sugli schermi, una levata di scudi così consistente…

leggi tutto

PRIMA DELLA PAROLA “FINE”

spopola di spopola

Quanti finali “magici” e sconvolgenti, così necessari e affilati da restituire integralmente la grandezza emozionale, l’afflato poetico e la drammaticità dell’opera di riferimento semplicemente con una…

leggi tutto
Playlist
2004
2004
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito