Trama

Paul è finalmente riuscito a diventare proprietario di un bell'albergo e adesso lavora a ritmo sfiancante per mandarlo avanti. Ma lo stress gli gioca un brutto scherzo: lui si mette infatti in testa che la moglie lo tradisce con un garagista. L'ossessione di Paul si aggrava di giorno in giorno, l'uomo fa ricorso all'alcol e ai sonniferi. Un medico lo visita e promette che l'indomani lo farà ricoverare... Claude Chabrol ha ottenuto i suoi esiti più lusinghieri quando ha affrontato i nidi di vipere nascosti sotto un'apparente calma piatta. Qui confeziona un film bello e terribile, elegante e angoscioso, dove il rapporto amore-gelosia, mette paura.

Commenti (6) vedi tutti

  • Grande opera di Chabrol

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Malato. Béart ok (2.6.2010)

    commento di Marco Aquilani
  • film bello ma troppo ripetitivo

    commento di danandre67
  • Baguette, amore e gelosia…

    commento di movieman
  • Mi è piaciuto, spero non sia verosimile a livello sociologico: la fragilità di noi maschietti è sconsolante, anche se forse, sposando emmanuelle beart, è difficile non essere gelosi!

    commento di Winkler
  • Ben diretto, ben recitato e molto verosimile

    commento di fra_paga
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Paul (Francois Cluzet) rileva un vecchio albergo in una località situata sulla riva di un lago vicino ai Pirenei. Lo rimette a nuovo facendolo diventare una specie di paradiso in terra per gli affezionati clienti. Sembra avere tutto ciò di cui si ha bisogno per essere felice, compresi una moglie bella e innamorata (Emmanuelle Bèart) e un figlio adorabile. Un giorno… leggi tutto

9 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

ligeti di ligeti
6 stelle

Claude Chabrol riprende qui una sceneggiatura che Henri-Georges Clouzot aveva iniziato a mettere in scena nel 1964 con Serge Reggiani e Romy Schneider, prima di essere colto da infarto e dover abbandonare il progetto. Paul è un uomo di successo, è proprietario di un bell’albergo ed ha appena sposato una bella donna, Nelly. Poco dopo il loro matrimonio, però, Paul… leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

Il soggetto è di Henri-Georges Clouzot, che negli anni '60 tentò di ricavarne un film, poi interrotto per motivi di salute del regista. Non sapendo (come e) cosa volesse tirarne fuori Clouzot, è difficile valutare l'effettivo impatto di questo Inferno ri-sceneggiato da Chabrol. Atmosfere cupe come quelle del delirio tutto racchiuso nella mente del protagonista, per un lavoro… leggi tutto

1 recensioni negative

2017
2017

Recensione

Furetto60 di Furetto60
8 stelle

Chabrol è stato un regista geniale, molto introspettivo e attento osservatore dell'umano comportamento,da sempre ha indagato con i suoi film, le tante perversioni e le innumerevoli contorsioni della psiche  umana. In questo film,di grande finezza psicologica ,al centro delle sue attenzioni c'è la gelosia,morbo pericoloso,sentimento forte e destabilizzante, demone…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2015
2015

Senza sbarre

Barone Cefalu di Barone Cefalu

Fossero mura di granito, spesse, nel tenermi prigioniero. Dovessi preoccuparmi solamente di percorrere pochi metri quadri, conoscere ogni crepa, ogni insignificante interstizio di una opprimente stanza. Ma le mura…

leggi tutto
2014
2014
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
2011
2011

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Paul (Francois Cluzet) rileva un vecchio albergo in una località situata sulla riva di un lago vicino ai Pirenei. Lo rimette a nuovo facendolo diventare una specie di paradiso in terra per gli affezionati clienti. Sembra avere tutto ciò di cui si ha bisogno per essere felice, compresi una moglie bella e innamorata (Emmanuelle Bèart) e un figlio adorabile. Un giorno…

leggi tutto
2010
2010

Recensione

ligeti di ligeti
6 stelle

Claude Chabrol riprende qui una sceneggiatura che Henri-Georges Clouzot aveva iniziato a mettere in scena nel 1964 con Serge Reggiani e Romy Schneider, prima di essere colto da infarto e dover abbandonare il progetto. Paul è un uomo di successo, è proprietario di un bell’albergo ed ha appena sposato una bella donna, Nelly. Poco dopo il loro matrimonio, però, Paul…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

Il soggetto è di Henri-Georges Clouzot, che negli anni '60 tentò di ricavarne un film, poi interrotto per motivi di salute del regista. Non sapendo (come e) cosa volesse tirarne fuori Clouzot, è difficile valutare l'effettivo impatto di questo Inferno ri-sceneggiato da Chabrol. Atmosfere cupe come quelle del delirio tutto racchiuso nella mente del protagonista, per un lavoro…

leggi tutto

Martiri

Redazione di Redazione

È per lo più il cinema storico quello che ci racconta il martirio: scelta totale di campo, liberazione da ogni dubbio e modello assoluto di coerenza. Ma anche in tanto cinema politico e sociale il martirio è…

leggi tutto
Playlist

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

E' vero che il tema è risaputo e che lo sviluppo della vicenda è piuttosto ripetitivo. Però Chabrol ha il gusto della messinscena e allestisce sequenze di pedinamento degne del maestro Hitchcock. Film visionario, illuminato da una stratosferica Beart. Quello che lo rende plausibile, al di là del caso patologico, è il fatto che chiunque di noi (almeno credo)…

leggi tutto
Recensione
2009
2009

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

Un albergatore si convince che la bella moglie lo tradisce: piano piano la sua diventa un’ossessione sempre più assoluta, mentre parallelamente i tentativi di lei per smentirlo diventano sempre più deboli. Chabrol riprende un soggetto di Clouzot per descrivere l’inferno mentale in cui precipita un uomo troppo innamorato e troppo possessivo, con i fantasmi…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Tradimenti

Redazione di Redazione

Materia oscura per eccellenza, deviazione dall'altro. Il tradimento è maschera, è vigliaccheria, è doppiezza. E spesso, quanto più è atroce, tanto più è spettacolare. Proviamo allora a metterli in fila tutti…

leggi tutto
Playlist

Segreti di famiglia

Redazione di Redazione

Vite apparentemente normali, persone ordinarie, tutto scorre all'insegna della tranquillità. Ma la macchina da presa indaga, la storia fa il suo corso e appaiono le prime ombre: è il passato che chiama. Scomode…

leggi tutto
2008
2008

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Un film in cui è invisibile il confine tra verità ed immaginazione. La folle gelosia del protagonista è talmente potente da trascinare nel suo delirio anche le persone del suo entourage (la moglie, il medico). Il suo è uno stato d'animo ossessivo e apparentemente immotivato, che ha il disperato bisogno di un motivo reale a cui aggrapparsi. E lo trova forzandolo ad esistere, sia pur solo…

leggi tutto
Recensione
2007
2007

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Una piccola gemma di genere incatalogabile incentrato sulla folle gelosia di un proprietario d'albergo per la moglie troppo affabile con i clienti.Il tutto è narrato in una dimensione quasi onirica,non sappiamo se tutto quello che vede il marito è vero perche'realta' e fantasia sono fuse e si rincorrono senza soluzione di continuita'.Addirittura anche il finale chiuso con un emblematico "senza…

leggi tutto
Recensione
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti

Recensione

bose di bose
8 stelle

Anche io impazzirei se mia moglie fosse Emmanuelle Béart: una lolita post-matrimonio e un marito psicotico, bella resa cinematografica (in pratica il plot narrativo coincide con l'evoluzione della follia di Paul) e finale molto intelligente! Voto 7,5/10

leggi tutto
Recensione
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito