Espandi menu
cerca
Lezioni di piano

Regia di Jane Campion vedi scheda film

Recensioni

L'autore

steno79

steno79

Iscritto dal 7 gennaio 2003 Vai al suo profilo
  • Seguaci 226
  • Post 21
  • Recensioni 1533
  • Playlist 106
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Lezioni di piano

di steno79
9 stelle

Magico film della Campion che resta, a tutt'oggi, il suo più grande successo e il più apprezzato anche dalla critica, vincitore di una meritata Palma d'Oro e di ben 3 Oscar fra cui miglior sceneggiatura, migliore attrice ed attrice non protagonista. E'un'opera che attinge consapevolmente a suggestioni Romantiche, derivate principalmente dai romanzi di Emily Bronte, filtrate da uno sguardo femminile che indaga i misteri della psiche e della sessualità in una donna "diversa" perchè muta (e c'è perfino un omaggio a Bunuel quando la protagonista subisce l'amputazione di un dito e indossa una protesi che fa pensare molto a "Tristana"). Può darsi che la trama faccia subire qua e là qualche cedimento e sbandamento, ma nel complesso si tratta di un film importante grazie al potere di suggestione delle immagini, che spesso è straordinario: molte sequenze sono girate in maniera visionaria e arrischiata, senza temere l'eccesso, con una magnifica valorizzazione delle ambientazioni neozelandesi, dove le scenografie naturali composte da foreste tropicali continuamente battute dalla pioggia diventano parte integrante del dramma, e una perfetta integrazione fra le immagini e la musica sublime e seducente di Michael Nyman. La scena del tentato suicidio nell'acqua si imprime nella memoria in maniera indelebile, Holly Hunter riesce a comunicare gli stati d'animo del personaggio solo attraverso la gestualità del viso, Harvey Keitel è efficace in un ruolo inedito, mentre Sam Neill è forse il meno memorabile del terzetto di protagonisti; un elogio anche alla piccola Anna Paquin, che fornisce una delle migliori interpretazioni di "attrice bambina" che si siano viste negli ultimi decenni. In seguito, la Campion girerà poco e non riuscirà più a ritrovare l'ispirazione che l'aveva guidata in questo film, anche se col recente Bright Star è tornata a livelli più che buoni. voto 9/10

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati