Espandi menu
cerca
Giovannona Coscialunga disonorata con onore

Regia di Sergio Martino vedi scheda film

Recensioni

L'autore

Marco Poggi

Marco Poggi

Iscritto dal 5 settembre 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 15
  • Post 6
  • Recensioni 1131
  • Playlist 114
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Giovannona Coscialunga disonorata con onore

di Marco Poggi
6 stelle

Titolo cult della commedia sexy all'italiana, dove la bella prostituta Edwige Fenech, però non si spoglia mai, attirando l'attenzione del trio Pippo Franco/Gigi Ballista/Vittorio Caprioli, tutti e tre imparruccati con dei tremendi toupet. Si gioca tutto sui doppi sensi, le trovate goliardiche e sulla sfortuna el personaggio di Pippo Franco.

Una delle prime commedie sexy all'italiana dove, in realtà, la bella Edwige Fenech (che interpreta una prostituta), non si spoglia mai; ciò alimenta l'aspetto goliardico e grottesco, garantito dal trio di attori composto da Pippo Franco, Vittorio Caprioli e Gigi Ballista (che suscita l'ammirazione del personaggio di Francesca Romana Coluzzi,  che interpreta la moglie dell'onorevole Pedicò interpretato da Vittorio Caprioli) Pippo Franco, nel ruolo di un impiegato di una ditta di formaggi (il cui capo è un Gigi Ballista molto presente rispetto ad altre pellicole simili), ha le gag più riuscite (tipo quando al poveraccio gli si gusta la macchina e scrocca passaggi da matti mezzi ciechi, o da autisti di carri funebri) ,anche se Vittorio Caprioli (il già nominato onorevole Pedicò) ha il suo perché, grazie alla sua parlata sicula, che ricorda tanto quella di Giancarlo Giannini dei film di Lina Wertmuller, con Mariangela Melato . Divertente la segretaria bratta e gelosa di Pedicò, che se le inventa tutte per eviatare che il suo capo, di cui è invaghita, riesca a copulare con la Edwige, pagata per impersonare la moglie di Ballista. La Fenech doppiata in ciociaro è uno spasso (divertenti i suoi duetti con Ballista alla "MY FAIR LADY"), riuscite le sequenze in treno (specie quando entra in scena il personggio di Armando Bandini, la voce italiana del Rigel di Goldrake, eccezionalmente senza baffi), ma anche a casa Pedicò, divertenti i tre attori con toupet improbabili e bruttini in testa .Da non dimenticare Riccardo Garrone, nel ruolo del pappone//fidanzato di Edwige e il "Franceschino" di Nello Pazzafini, che fa un ruolo che riproporrà tale e quale, 2/3 anni più tardi, ne "LA POLIZIOTTA FA CARRIERA" sempre con Edwige Fenech.. Non per sputare addosso a Ballista e Caprioli, ma chssà che film  sarebbe uscito se ci fossero stati  al loro posto, Lino Banfi e Renzo Mantagnani. Si, compare persino un giovane Vincenzo Crocitti, nel ruolo del biliettaio del treno, ma pensate un Alvaro Vitali al posto di Pippo Franco, non avebbe fatto più effetto? 

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati