Trama

Il giovane Wilhelm parte dalla sua cittadina nel nord della Germania per Bonn. Strada facendo fa una serie di incontri: un ex nazista e la giovane figlia; Therese, una donna che incontra in treno; Bernard, poeta vagabondo. Tutti finiscono nella villa di un industriale che si suicida. Vagabondano sul Reno, poi il gruppo si sfalda. Wilhelm passa una notte con Therese, poi parte per le Alpi. Sulla funivia del Grossglockner scambia la sua penna con una cinepresa.

Note

Il protagonista del film, che Peter Hanke ha tratto liberamente dal "Wilhelm Meister" di Goethe, compie un viaggio geografico e interiore: attraverso la propria anima (lo scambio simbolico tra la penna e la cinepresa) e la terra tedesca nella quale sono ancora vivi i fantasmi del passato. Esordio di Nastassja Kinski col suo vero cognome.

Commenti (1) vedi tutti

  • Torna il motivo del viaggio nel cinema dei Wenders, e qui l'artista vaga compiendo solo azioni vuote, movimenti sbagliati, in bilico fra amore e insofferenza. 7

    commento di kotrab
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

chinaski di chinaski
6 stelle

Continua il suo volo, iniziato nell’ultima sequenza di Alice in den Städten, la macchina da presa di Wim Wenders, ancora libera dalla narrazione. Poi una finestra, dei pugni, il sangue. Qualcosa si infrange, dentro. I Troggs sul giradischi. L’inizio di una nuova storia.   Verdi paesaggi/spiagge bianche, il movimento di una bicicletta, Wilhelm seduto davanti al mare,… leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

sasso67 di sasso67
8 stelle

Di sicuro questo film non può essere liquidato semplicemente come la trasposizione cinematografica del "Wilhelm Meister" di Goethe. Vi è sicuramente, alla base, il testo goethiano, ma come sedimentato nelle teste di Wenders e di Handke, che hanno scritto la sceneggiatura con una loro idea di cinema. Si tratta di un bel film, al di là delle miriadi di interpretazioni che se ne possono dare. I… leggi tutto

1 recensioni positive

2019
2019

Cut! Print.

mck di mck

Una trentina di autori, un centinaio di film e serie. Insomma: un prologo, appena.        Nota bene. La lista è chiusa -- tanto per una questione soggettiva quanto di tecnica…

leggi tutto
2015
2015

Recensione

chinaski di chinaski
6 stelle

Continua il suo volo, iniziato nell’ultima sequenza di Alice in den Städten, la macchina da presa di Wim Wenders, ancora libera dalla narrazione. Poi una finestra, dei pugni, il sangue. Qualcosa si infrange, dentro. I Troggs sul giradischi. L’inizio di una nuova storia.   Verdi paesaggi/spiagge bianche, il movimento di una bicicletta, Wilhelm seduto davanti al mare,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
2014
2014
locandina
Foto
2011
2011

Recensione

ligeti di ligeti
6 stelle

Wim Wenders si ispira lontanamente al romanzo Gli anni di apprendistato di Wilhelm Meister di J. W. Goethe (adattato da Peter Handke) per affrontare — nel secondo capitolo della cosiddetta “trilogia della strada” — tematiche non da poco come l’alienazione dell’uomo moderno, la sua difficoltà nel comunicare coi propri simili, e soprattutto il…

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

Sospeso, nella filmografia di Wenders, a cavallo fra Alice nelle città (1973) e Nel corso del tempo (1976), questo Falso movimento - probabilmente l'anello più debole dell'ideale trilogia costituita dai tre titoli - è una dolente parabola sulla creatività come unico mezzo concreto per lasciare un messaggio ai contemporanei e ai posteri. Perchè la comunicazione,…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2010
2010
2009
2009

Treni

Redazione di Redazione

Da quando hanno iniziato a fischiare le loro "blue notes" nelle praterie americane, i treni si sono impressi nell'immaginario di Hollywood e del mondo intero. Difficile che il loro binari non corressero paralleli a…

leggi tutto
Playlist
2008
2008

L'ELEGANZA DEL RICCIO

LAMPUR di LAMPUR

Mi prendo la libertà di propagandare, in via anomala e straordinaria, un libro anzichè un film. Innanzitutto in virtù dei riferimenti cinematografici offerti da Muriel Barbery, scrittrice francese già docente di…

leggi tutto

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Di sicuro questo film non può essere liquidato semplicemente come la trasposizione cinematografica del "Wilhelm Meister" di Goethe. Vi è sicuramente, alla base, il testo goethiano, ma come sedimentato nelle teste di Wenders e di Handke, che hanno scritto la sceneggiatura con una loro idea di cinema. Si tratta di un bel film, al di là delle miriadi di interpretazioni che se ne possono dare. I…

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
2006
2006
2005
2005
2004
2004
2003
2003
2002
2002
Nastassja Kinski, Ruediger Vogler, Hanna Schygulla
Foto
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito