Riassunto Stagione 1

L’anno è il 1983. Il luogo è Hawkins, nell’Indiana, l’esatto centro geografico di quel gigantesco campo di grano che gli americani chiamano Midwest. Un posto degno di disinteresse, non fosse per il laboratorio che il governo Usa ha costruito nei boschi alle porte della cittadina come copertura: nei suoi sotterranei si trova una sottospecie di portale dall’aria particolarmente aliena. È da lì che fugge una misteriosa creatura, la quale ha la pessima idea di rapire a scopo nutrimento il 12enne Will, gettando nello sconforto i migliori amici del ragazzo, Mike, Dustin e Lucas.

Millie Bobby Brown
Millie Bobby Brown

Intanto, una ragazza più o meno loro coetanea scappa dal laboratorio tutta vestita da paziente d’ospedale, e il “dottore” che gestisce la struttura manda degli agenti armati a cercarla. Mike, Dustin e Lucas – che passano il loro tempo libero a cercare Will nei boschi – la incontrano e la portano al sicuro nella taverna di Mike, innamoratosi in tempo zero (ricambiato) della fuggitiva. La ragazza parla poco e non sa come si chiama, venendo ribattezzata Undici a causa del tatuaggio che porta sul braccio. Undici dimostra anche di avere alcuni superpoteri: la telecinesi e la capacità di entrare in contatto con l’universo parallelo e marcio (collegato al nostro dal portale sotto il laboratorio) in cui Will è prigioniero, e che i ragazzi – appassionati giocatori di Dungeons & Dragons – rinominano Sottosopra, mentre al mostro scappato dal laboratorio che ha rapito il loro amico tocca il nome Demogorgone.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 1

Un’altra ragazza del posto, la liceale Barbara, viene carpita dalla creatura, spingendo la migliore amica Nancy (sorella maggiore di Mike) ad aiutare Jonathan (fratello maggiore di Will) nel tentativo di dirimere il mistero; fra i due ragazzi in cerca della verità su Barbara si insinua anche il ciuffo di Steve, il ragazzo di Nancy particolarmente possessivo e geloso di Jonathan. Nel frattempo anche il capo della polizia locale, un uomo affaticato dalla vita di nome Hopper, comincia a indagare sui segreti del laboratorio convinto che sotto ci sia qualcosa di losco, anche se non soprannaturale; per questo non crede alla mamma di Will, Joyce, quando quest’ultima gli assicura di aver comunicato con il figlio tramite le luci degli addobbi natalizi. Come dargli torto.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 1

Nella sesta puntata si comincia a svelare il passato di Undici, che corrisponde a quello del portale: la ragazza è nata in laboratorio, è stata sottratta alla madre e, fin dall’infanzia, il governo l’ha sottoposta a crudeli esperimenti per cercare di comprendere i margini dei suoi poteri. Questi esperimenti le hanno permesso di scoprire la presenza del Sottosopra e dello spaventoso Demogorgone. Un giorno, pressata dal responsabile del laboratorio Brenner (il “dottore” di cui sopra), Undici perde il controllo dei suoi poteri e senza volerlo squarcia il velo che separa le due dimensioni parallele, permettendo al Demogorgone di viaggiare nel nostro mondo.

Millie Bobby Brown, Finn Wolfhard, Gaten Matarazzo
Millie Bobby Brown, Finn Wolfhard, Gaten Matarazzo

Finalmente, nella settima puntata, tutti gli attori in gioco – ragazzini, adolescenti e adulti – riescono a riunirsi a casa di Will per fare il punto della situazione, condividere le rispettive scoperte e creare un piano d’azione per salvare il ragazzo senza farsi prima ammazzare dal Demogorgone o dagli agenti del governo che proteggono i segreti del laboratorio. In un finale di stagione piuttosto frenetico, i nostri riescono a schivare mostri e umani cattivi grazie ai poteri di Undici, mentre Hopper e Joyce in tuta anti-radiazioni fanno un salto nel Sottosopra per recuperare uno stremato Will. Undici usa tutta la sua potenza per polverizzare il Demogorgone, apparentemente svanendo insieme a lui. La fine? Giammai. Le ultime immagini spettano a Will, che mentre si lava i denti rigurgita nel lavandino una specie di girino di Demogorgone, e a Hopper, che lascia in una cassa nel bosco un po’ di waffle, il cibo preferito di Undici.

Riassunto Stagione 2

La stagione comincia con tre botti. Primo: esistono altri ragazzi che, come Undici, hanno superpoteri vari e un numero tatuato sul braccio; secondo: c’è il sempre sereno Will che non sembra avere pace, continuando ad avere visioni del Sottosopra e di un Mostro d’Ombra – ancora più enorme e spaventoso del Demogorgone – in agguato; e terzo: Undici è ancora intera e abbastanza viva, è riuscita a scappare dal Sottosopra in cui era finita dopo il combattimento con il mostro, e si è rifugiata nei boschi per non essere catturata dagli agenti governativi, contando sull’aiuto di Hopper che l’ha trovata e la tiene nascosta (anche ai suoi amici) in una vecchia baita scalcagnata.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 2 - Mike e Undici

La storia riprende poco meno di un anno dopo gli eventi della prima stagione. Spuntano anche alcuni nuovi personaggi: la giovane Max, che entrerà a far parte del gruppo dei super nerd; il di lei fratellastro Billy, una persona particolarmente sgradevole; e l’adorabile Bob, il nuovo compagno di Joyce. Il governo americano, nel frattempo, invece di chiudere per sempre il portale nuclearizzandolo ha deciso di appuntare un dottore “buono”, il canuto Owens, alla guida di un team scientifico che monitora e tiene sotto controllo lo squarcio dimensionale. Con tutte queste premesse al loro posto, a Hawkins cominciano a succedere cose: le piantagioni di zucche della zona cominciano inspiegabilmente a marcire, Will ha visioni sempre più nitide del Mostro d’Ombra, Dustin scopre nel suo bidone della spazzatura un cucciolo di Demogorgone che decide di adottare (lo chiama D’Artagnan), e Nancy e Jonathan vogliono liberarsi dei sensi di colpa per la morte di Barbara svelando al mondo quello che succede davvero nel laboratorio governativo.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 2 - Will

La simbiosi di Will con il Sottosopra si fa sempre più preoccupante, finché il ragazzo non viene definitivamente posseduto dal Mostro d’Ombra e comincia a comportarsi in maniera ancora più assurda, disegnando compulsivamente fogli e fogli pieni di scarabocchi apparentemente senza senso. Messi insieme, però, i disegni formano una mappa sotterranea di Hawkins. Il primo ad accorgersene è Hopper, che indaga per conto proprio scoprendo un reticolo di tunnel tutti pieni di Sottosopra, spuntati sotto ai campi di zucche marcite. Le esalazioni del Sottosopra schiantano Hopper e lo lasciano svenuto e inerme in uno di questi tunnel. Fortuna vuole che anche il pacioso Bob intuisca il senso dei disegni di Will: una squadra mandata dal laboratorio viene spedita a distruggere i cunicoli con il fuoco. L’attacco al Sottosopra ferisce il Mostro d’Ombra e con esso Will; che sviene dal dolore e, al suo risveglio, sembra aver perso ogni ricordo dell’anno appena trascorso.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 2

Nel frattempo Undici, irata con Hopper che continua a volerla tenere nascosta per il suo bene e arrabbiata anche con gli amici che se la spassano senza di lei, scopre che la madre biologica è ancora viva, pur se in stato catatonico indotto dalle sedute di elettroshock con cui Brenner l’ha trattata. Undici viene anche a sapere di non essere stata l’unica bambina sottoposta a studi ed esperimenti, riuscendo a rintracciare le altre cavie e ricongiungendosi con loro in quel di Chicago, dove i suoi fratelli di laboratorio portano avanti una personale missione di vendetta, scovando e uccidendo gli scienziati che in passato li avevano torturati.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 2

In una delle puntate/parentesi più strane nella storia recente della serialità, Undici passa tutto il settimo episodio in trasferta a Chicago, imparando molte cose sui propri poteri e crogiolandosi con l’idea di cedere alla sete di vendetta unendosi al gruppo di super-adolescenti super-incazzati. Proprio al momento giusto, però, la ragazza ha una visione di Mike e Hopper riuniti nel laboratorio segreto e in pericolo. Tanto le basta per dimenticare i progetti di vendetta e tornare a Hawkins per salvare capra, cavoli e zucche marce. I nostri sono nei meandri del laboratorio – dove avevano portato Will per un check-up completo anti-possessione – braccati da un branco di giovani Demogorgoni.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 2 - Bob

Al culmine dell’ottava puntata, il buon Bob si sacrifica per salvare il gruppo, permettendo ai giovani nerd di scoprire due cose: il Mostro d’Ombra (ribattezzato Mind Flayer in onore di una creatura di Dungeons & Dragons in grado di sottomettere con i propri poteri psichici le altre razze) spia il nostro mondo tramite gli occhi di Will, rendendo vane tutte le strategie per metterlo fuori gioco; e l’unico modo per liberarsi della potente creatura e della sua demoniaca schiatta è quello di chiudere una volta per tutte il portale. Il gruppo si divide: gli adulti tornano nei laboratori insieme a Undici, che chiude il varco sfruttando i propri poteri; gli adolescenti esorcizzano Will facendogli fare una sauna e sfruttando la debolezza del Mind Flayer nei confronti delle alte temperature; mentre i ragazzi sopravvivono all’attacco dei Demogorgoni (grazie al fatto che D’Artagnan si ricorda di Dustin) e riescono a distruggere i tunnel sotterranei. Stavolta la risoluzione sembra definitiva: il collegamento con il Sottosopra è interrotto, non ci sono più mostri che scorrazzano per le strade, i segreti del laboratorio vengono esposti al pubblico grazie a una registrazione raccolta da Nancy e Jonathan, Hopper ha ufficialmente adottato Undici, i bimbi belli partecipano felici al ballo invernale delle scuole medie e tutto è finalmente lieto. Poi l’inquadratura si gira Sottosopra, e vediamo il gigantesco Mind Flayer aleggiare ancora su Hawkins.

Riassunto Stagione 3

E alla fine, come sempre, arrivano i Russi. Mentre i nostri avevano a che fare con gli eventi della seconda stagione, infatti, da qualche parte in Siberia i sovietici cercavano inutilmente di aprire un passaggio per il Sottosopra; ma senza successo, non avendo alcun superpotere a disposizione. Stacco al giugno del 1985, un anno dopo le disavventure della stagione precedente. Stavolta a Hawkins sembra andare davvero tutto bene. Gli amici fanno serenamente cose da amici, tipo andare al cinema – pur se il sensibile Will ha ancora qualche paranoia e cattivo presagio riguardanti il Sottosopra.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 3 - Mike e Undici

Mike e Undici sfogano i loro ormoni galoppanti pomiciando assai e facendo infuriare Hopper, che intimidisce il ragazzo e lo spinge ad allontanarsi dall’amata. Nancy e Jonathan continuano a volersi bene e hanno anche trovato lavoro insieme al giornale locale, dove la giovane viene trattata orribilmente da un branco di vecchi arnesi maschilisti. Dustin è tornato da un campo estivo per nerd millantando una fantomatica fidanzata con cui intrattiene un rapporto platonico a distanza, oltre ad aver scoperto la passione per l’assemblaggio di apparati radio. Steve affronta la fine del liceo con grosso scorno: non è più il figo della situazione, ma solo un altro giovane adulto senza progetti per il futuro che si ritrova a lavorare in una gelateria locale vestito da marinaretto. Joyce affronta la perdita di Bob fissandosi sullo strano mistero delle calamite da frigo che ogni tanto perdono il magnetismo e si staccano.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 3 - Joyce

Fa il suo ritorno anche il pessimo Billy, e già fra la fine del primo episodio e l’inizio del secondo veniamo a sapere che lo sgradevole adolescente incattivito è stato trovato (o scelto? Chissà) dai deboli resti del Mind Flayer sopravvissuti all’esorcismo di Will, i quali lo hanno posseduto e lo controllano allo scopo di raccogliere umani per nutrirsi e rafforzarsi. Intanto Hawkins fa il suo ingresso ufficiale negli anni ‘80 con l’inaugurazione di un pacchianissimo centro commerciale, lo Starcourt. Quando Dustin, in versione radioamatore, intercetta nell’etere un messaggio sospetto in russo, si rivolge a Steve e alla sua collega Robin in cerca d’aiuto. I ragazzi scoprono che il messaggio è in codice, e viene emanato proprio dall’interno del centro commerciale. Com’è giusto che sia i tre, con il successivo ausilio della sorella minore di Lucas, decidono di indagare da soli su un possibile caso di terrorismo internazionale, scoprendo che lo Starcourt in realtà è stato costruito dai russi come copertura: i sotterranei del centro commerciale ospitano un laboratorio segreto, dove i sovietici stanno portando avanti il loro piano di apertura del varco per il Sottosopra a colpi di laser.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 3

Il terzo episodio è quello delle tensioni che scoppiano, ma vengono subito messe da parte perché ci sono cose più importanti da fare. Will litiga con gli amici perché è difficile accettare che si sta crescendo e cambiando, ma mette in pausa la rabbia quando percepisce nitidamente la presenza del Mind Flayer; Undici, che nel frattempo ha scaricato Mike, spiando gli amici con i suoi poteri psichici entra in contatto con Billy e ne scopre la possessione; Joyce convince Hopper a indagare sugli strani casi di magnetismo e i due tornano nel vecchio laboratorio segreto, dove vengono aggrediti da un pericoloso sicario assoldato dai russi. I giovani eroi tentano di esorcizzare Billy come fecero con Will, attirandolo in una sauna per espellere il demone debole al calore; ma il giovane posseduto riesce a scappare e a continuare las sua missione per conto del Mind Flayer: verso la sesta puntata, un gran numero di abitanti di Hawkins sono ormai sotto il controllo del mostro dal Sottosopra.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 3

Di più: il Mind Flayer è accecato dalla rabbia e vuole vendicarsi dei ragazzi, specialmente di Undici. In un crescendo le cui dinamiche ricordano quelle della prima stagione, il gruppo dei buoni deve lottare contemporaneamente contro i nemici umani, i sovietici e i loro alleati, e contro il re del sottosopra, tornato alla sua potenza originaria dopo essersi fuso con tutte le persone possedute. Tutte tranne Billy, che rimane la sua arma preferita contro i ragazzi. Undici, però, riesce a superare il controllo mentale con cui il Mind Flayer soggioga il ragazzo e, appellandosi al residuo di umanità che gli rimane (il ricordo della madre), riesce a liberarlo.

" data-credits=
Stranger Things - stagione 3

Nell’ottavo e ultimo episodio, Billy sceglie di redimersi e di sacrificarsi per salvare Undici. Questo lascia il tempo necessario a Joyce e Hopper per infiltrarsi nel laboratorio sotto al centro commerciale e distruggere il laser che tiene aperto uno spiraglio verso il Sottosopra. Hopper sembra soccombere all’esplosione che distrugge definitivamente l’arma, il portale e con esso il Mind Flayer. L’eroica battaglia del centro commerciale contro i mostri e i comunisti viene insabbiata: è stato un incendio a distruggere Starcourt e a reclamare la vita dell’eroico Hopper. Undici, apparentemente, ha perso i suoi poteri. Viene presa in custodia da Joyce, che decide di trasferire l’intera famiglia lontana da Hawkins. Finalmente tutto bene, giusto? Sbagliato. Da qualche parte in Kamchatka i russi dimostrano di non aver imparato la lezione: in un campo di prigionia tengono in gabbia un Demogorgone che nutrono a forza di carcerati interi. Tutti quanti possono diventare il pranzo del mostro. Tutti tranne un innominato prigioniero americano: chi mai potrà essere?

Stranger Things : ‘80 Jackpot

Stranger Things è una slot machine di nostalgia anni ‘80. Dentro ci sono caricati tutti i migliori leitmotiv del decennio, con i due creatori (gli scaltrissimi e abili fratelli Duffer) che tirano la leva e accostano elementi quasi casualmente, tanto funziona tutto: Goonies, Stephen King, Dungeons & Dragons e walkie talkie?
Jackpot.

Camice di flanella,
Ghostbusters, La storia fantastica, Corto circuito, Jurassic Park? Ancora jackpot.

Spielberg, prodotti di consumo di massa tipici dell’epoca, montaggi al centro commerciale sulle note di hit anni ‘80, trucco e parrucco esageratamente filologici come se tutti fossero usciti dalla copertina di un giornaletto di costume?
Sempre e solo jackpot.

Stranger Things è un generatore automatico di nostalgia attorno al quale è stato costruito un intenso romanzo di formazione – il povero Will avrà bisogno di una tonnellata di psicoterapia, casomai dovesse sopravvivere alla quarta stagione – incentrato su un gruppo di personaggi interpretati da ragazzi che, non dimentichiamolo, sono cresciuti davanti ai nostri occhi sul set della serie.

Spogliata di tutto il palco algoritmico anni ‘80,
Stranger Things rimane una più che valida baracconata d’intrattenimento. La preoccupazione, visto l’andamento delle stagioni, è che la sospensione dell’incredulità sia sempre meno importante – tre ragazzini si impegnano per risolvere il mistero dell’amico scomparso: funziona; quattro ragazzi scoprono un messaggio in codice in russo e indagano per i fatti loro: qua siamo in territorio di stupidità, più che di fantascienza. Il rischio, con la quarta stagione, è quello di assistere al completamento della trasformazione definitiva di Stranger Things in cafonata senza perdono.

 

Autore

Nicola Cupperi

Scrive per FilmTv perché gliel'ha consigliato il dottore. Nel tempo libero fa la scenografia mobile. Il suo spirito guida è un orso grigio con le fattezze di Takeshi Kitano.

La serie tv

locandina Stranger Things

Stranger Things

Fantascienza - USA 2016 - durata 51’

Titolo originale: Stranger Things

Creato da: Matt Duffer, Ross Duffer

Con Winona Ryder, Al Mitchell, Paul Vincent Freeman, Randy Havens, Maya Hawke, Madelyn Cline

in streaming: su Netflix