Downton Abbey

2010-2015 Gran Bretagna Drammatico ITV Terminata
Guida episodi Cast
6 stagioni - 52 episodi
In streaming
  • Netflix
8.4 8.4
Scrivi recensione

Quanti episodi hai già visto?

Una grande saga familiare nel mondo dell'aristocrazia britannica nei primi decenni del Novecento. Con sullo sfondo un mondo in trasformazione, le vicende dei nobili Crawley - proprietari del castello di Downton - sono in continua dialettica con quelle dei loro domestici, un piccolo esercito al comando di Carson, un maggiordomo da manuale. Ma sotto a tutto questo il vero cuore della serie sono gli intrecci e le vicende sentimentali delle donne più giovani, tanto della nobiltà quanto della servitù.

Downton Abbey - Di cosa parla

È il 1912. Il castello di Downton Abbey, nello Yorkshire, è la grande dimora dove vive la famiglia Crawley, capitanata da Sir Robert, Conte di Grantham. Sposato a una ricca ereditiera americana, Cora, Sir Robert ha tre figlie: Mary, Edith, Sybil. Sulla famiglia - e soprattutto sulla proprietà - pesa però un'ombra: un'antica disposizione vuole che il castello possa essere passato solo agli eredi maschi. Non avendo avuto il Conte dei figli maschi, il primo nella linea ereditaria è James Crowley, giovane cugino di Robert e promesso sposo della figlia Mary, che però muore subito nel naufragio del Titanic. Quale sarà quindi il futuro della proprietà e quello del casato? A chi andrà in moglie Mary?

È l'inizio di un plot che si dipanerà per sei stagioni, attraversando gli anni che vanno dal 1912 al 1925, seguendo al tempo stesso le vicende della famiglia, quelle della servitù - protagonista al pari dei nobili - e quelle, sullo sfondo, della società britannica: la Prima guerra mondiale, la sua fine, il modificarsi dei costumi sociali e della relazioni interpersonali, l'emergenza del tema dell'emancipazione femminile.

Tuttavia - e questo spiega anche il grande successo della serie presso il pubblico femminile - Downton Abbey è soprattutto una versione moderna e riveduta di quella che viene definita, non senza sarcasmo, chicken-lit: letteratura per pollastre, letteralmente. E che potremmo anche chiamare, se volete, una soap-opera di qualità, sicuramente resa più interessante dalla recitazione di un cast indubbiamente all'altezza, dalla ricostruzione storica e dalla presenza, appunto, dei temi sullo sfondo. Perché se è vero che si parla anche di altro, il motore che anima la sceneggiatura sono le vicende sentimentali, quelle di tutti: delle tre figlie - in primis - ma anche delle ragazze della servitù. Non solo: c'è spazio anche per gli amori delle donne mature - persino per quelli di Lady Violet, la decana della famiglia.

A tutto questo si aggiunge poi la dialettica "upstairs-downstairs": ovvero le relazioni tra i piani alti, dove vive la nobiltà, e i piani bassi occupati dalla servitù. Due mondi solo apparentemente impermeabili, in realtà strettamente connessi, con il primo che va lentamente incrinandosi - senza però perdere davvero il proprio prestigio - e il secondo che avanza le proprie rivendicazioni, mantenendosi però leale e fedele. Non c'è infatti vero conflitto. Qualche crisi di passaggio, semmai, che si stempera nella bonarietà complice e solidale dei due padri-padroni: Sir Robert, per i piani alti, e il maggiordomo Carson, per quelli bassi. Quasi due volti della stessa medaglia ed entrambi assolutamente votati a mantenere e conservare lo status quo sul quale si regge(va) la società britannica.

I personaggi principali

Coerentemente con il tema portante e lo sviluppo della serie, i personaggi principali possono essere comodamente divisi in due grandi gruppi: quello dei nobili e quello della servitù. Al centro e al vertice del primo gruppo c’è ovviamente la famiglia Crawley, così composta.

LA FAMIGLIA

Robert Crawley, Conte di Grantham (Hugh Bonneville): è il capofamiglia, marito devoto, padre affezionato. Tradizionalista, leale, testardo, non molto versato negli affari, il Conte è un uomo di buon cuore. Alle volte si irrigidisce sui suoi ideali, ma alla fine cede sempre di fronte alla razionalità e di fronte ai sentimenti.

Cora Crawley, contessa di Grantham (Elizabeth McGovern): moglie di Robert, è un’americana. Il patrimonio che ha portato in dote ha contribuito a salvare il Conte nei tempi peggiori. Madre affettuosa e comprensiva, appena civettuola, corre sempre in soccorso delle figlie ed esercita con il sorriso il suo potere femminile sul Conte.

Lady Mary Crawley (Michelle Doherty): la figlia maggiore dei Crawley occupa il campo con le sue vicende amorose, anche perché da esse dipende l’eredità e il futuro di Downton. È bella e solo apparentemente algida: in realtà è una giovane donna un po' complicata, ma piena di sentimento e di vita e proiettata verso la modernità.

Lady Edith Crawley (Laura Carmichel): è la figlia di mezzo. Giudicata non bella, è assai sfortunata in amore, sebbene anche lei di buoni sentimenti. È spesso in conflitto con Lady Mary, che prova antipatia per la sorella.

Lady Sybil Crawley (Jessica Brown Findlay): è la figlia più giovane dei Crawley, la più ribelle e idealista. Amica della servitù e pronta a intervenire quando c’è da aiutare, farà scelte che la porranno in conflitto con i valori tradizionali.

Lady Violet Crawley (Maggie Smith): granny Violet è la madre di Robert ed è l’incarnazione più chiara e netta dello spirito dell’aristocrazia britannica di stampo ancora vittoriano. Snob e altezzosa, è in realtà dotata di uno sguardo trasversale e spesso sarcastico. Dà il meglio di sé nelle difficoltà, dove spesso dimostra una saggezza che la porta a prendere o accettare decisioni in contrasto con il mondo dei valori che incarna. Le sue battute sono spesso la parte migliore della sceneggiatura.

Matthew Crawley (Dan Stevens): pur portando il nome dei Crawley, Matthew appartiene a un ramo cadetto della famiglia e non ha titoli nobiliari. Giovane e piacente avvocato, si sposta da Londra a Downton con la madre, Isobel, per gestire la vicenda che lo vede erede designato della dimora. È corretto e rispettoso e, benché moderno e borghese, incontra i favori di tutti.

Isobel Crawley (Penelope Wilton): la madre di Matthew è - come il figlio - una donna di vedute moderne. Con lui approda a Downton, dove si fermerà abitando in paese in un'abitazione borghese. Duellerà spesso con Lady Violet, finendo per diventarne buona amica.

LA SERVITU'

Mr Carson (Jim Carter): se Sir Robert è la divinità maschile del piano di sopra, specularmente il maggiordomo Carson è quella del piano di sotto. Ex-attore di vaudeville, oggi burbero comandante della servitù e tutore di Downton Abbey, Carson è tradizionalista e bonario. Un nonno austero ma dolce, molto amato dalla famiglia Crawley.

Mrs Hughes (Phyllis Logan): la governante di Downton Abbey è una sorta di colonnello al fianco di Carson. Molto umana e gentile con tutti, spesso è la confidente di segreti e dolori. Ha sacrificato tutta la sua vita al servizio.

Miss O'Brien (Siobhan Finneran): l'unico personaggio davvero negativo di Downton, insieme a Mr Barrow, è Miss O'Brien, cameriera particolare di Lady Cora. Trama segretamente nell'ombra, in coppia con Barrow o da sola.

John Bates (Brendan Coyle): l'uomo che fu attendente di Sir Robert diviene il suo cameriere personale. Soffre di zoppia, è molto fedele al suo signore e sembra in tutto e per tutto un galantuomo. Ma nella sua vita vi sono diverse ombre che lo porteranno ad affrontare vicende estremamente dure.

Anna (Joanne Froggatt): la cameriera particolare di Lady Mary è modesta, graziosa e risoluta. Bates entrerà nella sua vita, coinvolgendola e stravolgendola. Anche lei è molto amata dalla famiglia Crawley e per Lady Mary è quasi un'amica.

Thomas Barrow (Rob James-Collier): la pecora nera dello staff di Downton Abbey è lui. Gli sceneggiatori lo hanno voluto omosessuale: una pulsione che vive con sofferenza, dati anche i tempi in cui il tutto è ambientato. Arrogante, arrivista, capace di macchinazioni e malvisto da un po' tutti i suoi colleghi, riuscirà comunque a guadagnarsi un posto di rilievo, anche compiendo gesti inattesi.

Tom Branson: irlandese trapiantato in Inghilterra, Branson è un giovane uomo dalle idee politiche progressiste e di sinistra. Entra a Downton come autista, ma nel suo futuro ci saranno molte sorprese.

Mrs Patmore: la cucina di Downton è il suo regno. La rubizza cuoca è un personaggio semplice e popolano, affabile e adorabile.

Daisy: la giovane assistente di Mrs Patmore è una ragazzotta ingenua, spesso al centro di vicende amorose nel mondo della servitù. Per Mrs Patmore, che la tratta comunque con fermezza, è quasi una figlia.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Indubbiamente gran parte del successo della serie è dovuta a un cast compatto e azzeccato, che annovera star del cinema e volti della televisione britannica. Il rispetto vuole che questa lunga lista parta da Maggie Smith, forse la più prestigiosa attrice presente nel cast (prima che la serie avesse inizio,... Vedi tutto

Vedi tutto il cast
Scrivi un tuo commento breve su questa serie

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Guida agli episodi

  1. Prima stagione

    7 episodi Vedi tutto
  2. Seconda stagione

    9 episodi Vedi tutto
  3. Terza stagione

    9 episodi Vedi tutto
  4. Quarta stagione

    9 episodi Vedi tutto
  5. Quinta stagione

    9 episodi Vedi tutto
  6. Sesta stagione

    9 episodi Vedi tutto

In streaming

Le prime 5 stagioni sono disponibili in streaming sulla piattaforma Netflix.

Produzione e ricezione

Co-produzione anglo-americana realizzata da Carnival Films e Masterpiece e trasmessa dal canale televisivo britannico ITV e da quello americano PBS, la serie tv Downton Abbey è stata ideata dallo scrittore (e attore) inglese Lord Julian Fellowes, che aveva già messo mano precedentemente a importanti collaborazioni come sceneggiatore, vincendo per questo anche un Oscar, nel 2002, per Gosford Park, il film diretto da Robert Altman che aveva qualche tratto in comune con Downton Abbey, per il suo essere ambientato interamente in una nobile dimora e per avere nel suo cast, tra i moltissimi grandi attori, anche Maggie Smith, presente anche in Downton Abbey.

Inizialmente il progetto era di adattare un testo preesistente (il romanzo dello stesso Fellowes Snob), poi però la decisione fu di procedere con una sceneggiatura originale. Si partì così mandando in onda la prima stagione, trasmessa in Gran Bretagna dal canale ITV nell'autunno del 2010. Gli ascolti furono lusinghieri e per tanto si proseguì senza sosta fino alla sesta e conclusiva stagione, andata in onda nel settembre 2015. In Italia la serie è stata trasmessa da subito in chiaro da Rete 4.

La ricezione è stata unanimemente positiva e ha fruttato una serie di riconoscimenti, compreso il Golden Globe alla migliore serie tv e il Primetime Emmy Award, premi dove annovera anche il record per il maggior numero di nomination.

Nonostante tanto successo, occorre anche registrare le polemiche, non irrilevanti, ai contenuti di stampo decisamente conservatore e per la tendenza a dipingere con grande benevolenza il mondo dell'aristocrazia. Critiche sono state anche mosse dai cattolici e dagli irlandesi, che nella serie non fanno mai bella figura.

Il Guinness dei primati ha tributato a Downton Abbey il riconoscimento quale serie più universalmente acclamata del 2011, facendone la prima serie britannica ad aver ottenuto questo premio (battendo tra l'altro serie americane come Mad Men e Modern Family.

Leggi tuttoLeggi meno

Le stagioni

Stagione 1

Dal 1912 allo scoppio della Prima guerra mondiale: la prima stagione di Downton Abbey ci introduce alle vicende di casa Crowley, attraversate nei primi sette episodi dalla durata variabile e spesso prossima all'ora, dalle vicende sentimentali di Lady Mary - così strettamente legate alla questione dell'eredità e dal suo incontro non facile con Matthew Crowley, giovane cugino del padre e legittimo erede (in quanto unico maschio).

Trasmessa in Gran Bretagna a partire dal 26 settembre 2010, è stata invece vista in Italia in prima assoluta da Rete 4 a partire dall'11 dicembre 2011, in quattro episodi da 1 h 30', risultanti da accorpamenti e tagli dei sette originali. La stagione completa e in versione non ridotta è stata mandata in onda poi nell'estate 2013 sul canale pay DIVA Universal.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 7 episodi

Stagione 2

I duri anni della guerra si riflettono anche su Downton, in parte perché alcuni dei personaggi finiscono al fronte (Matthew, William, Thomas), in parte perché Downton finisce per trasformarsi in sanatorio. Anche la cupa vicenda che riguarda bates e la sua ex-moglie - vicenda destinata a estendersi alla terza stagione - occupa il suo spazio, oltre naturalmente al prosieguo degli intrecci sentimentali avviati nella precedente stagione.

Composta di 8 episodi, è stata trasmessa per la prima volta in Gran Bretagna dal 18 settmbre 2011 in poi. In Italia l'ha trasmessa in chiaro Rete 4 dal 2 al 26 dicembre 2012.

La stagione si completa con uno speciale natalizio ambientato nel 1919-1920.

 

 

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 9 episodi

Stagione 3

Distesa su un arco temporale di un solo anno, dal marzo 1920 al gennaio 1921, la terza stagione di Downton Abbey è dominata da alcuni eventi felici e altri luttuosi. La relazione tra Mary e Matthew continua a catturare parte dell'attenzione degli sceneggiatori, al pari di quella tra Bates e Anna, con i suoi alti e bassi dettati dalle complesse vicende di Bates. Ma anche ciò che accade a Lady Sybil ha un'importanza rilevante ai fini dell'economia della stagione.

Trasmessa in prima visione in Gran Bretagna dal 16 settembre al 4 novembre 2012, la terza stagione è composta da 8 episodi. In Italia è stata vista per la prima volta su Rete 4 dal 19 dicembre al 9 gennaio 2014.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 9 episodi

Stagione 4

Ambientata nel periodo tra il 1922 e il 1923, la quarta stagione prende le mosse dai molti drammatici avvenimenti accaduti nella stagione precedente, che ha visto la scomparsa di alcuni personaggi sin qui determinanti.

Il macro-tema intorno a cui ruota la stagione è la necessità di far fronte alla modernità e alla sua accelerazione nel dopoguerra. Sul fronte degli affetti e dei sentimenti pesano le vicende di Mary e Tom Branson. Entra in scena inoltre Lady Rose (Lily James), mentre nel mondo della servitù è di nuovo su Anna, che vive nuovamente una situazione dolorosa, che si punta soprattutto l'obiettivo.

Come sempre formata da otto episodi, la quarte stagione è stata vista per la prima volta sul canale britannico ITV1, dove è stata trasmessa dal 22 settembre al 10 novembre 2013. In Italia invece è andata in onda dal 11 dicembre all'8 gennaio 2015, nuovamente su Rete 4.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 9 episodi

Stagione 5

Ancora formata da 8 episodi, la quinta stagione copre il periodo che va dal febbraio 1924 al settembre dello stesso anno: otto mesi in cui a Downton l'attenzione - oltre che alle piccole vicende che coinvolgono un po' tutti - è centrata sulle vicende della sfortunata Anna e dell'altrettanto sfortunata Lady Edith. Sul fronte sentimentale si registra la comparsa di una figura del passato di Violet, che rivela nuovi e nascosti tratti del suo carattere, e un incontro importante per Rose.

Anche le vicende che riguardano il passato della signorina Baxter hanno un loro peso nell'economia della stagione che in Gran Bretagna è stata trasmessa dal 21 settembre al 9 novembre 2014, mentre in Italia è stata vista per la prima volta su Rete 4 dove è andata in onda dal 18 ottobre al 15 novembre 2015.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 9 episodi

Stagione 6

La sesta e ultima stagione di Downton Abbey, che si dipana dei mesi compresi tra l'aprile e il settembre del 1925 annoda ovviamente molte della trame che erano rimasta insolute, che in molti casi trovano una soluzione inattesa. È così sicuramente per Lady Edith, per Isobel e per Carson, oltre che per le persone coinvolte più da vicino nelle loro vicende.

Articolata su 8 episodi più un finale di stagione di novanta minuti, è andata in onda dal 20 settembre all'8 novembre 2015 in Gran Bretagna (il finale invece è andato in onda il giorno di Natale dello stesso anno). In Italia è arrivata invece poco dopo: nel periodo compreso tra il 31 gennaio e il 28 febbraio del 2016.

Leggi tuttoLeggi meno
Vedi tutti i 9 episodi
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito