Hello Ladies

2013 USA Commedia HBO Terminata
Guida episodi Cast
1 stagioni - 8 episodi
6 6
Scrivi recensione

Quanti episodi hai già visto?

Ideata (nonché sceneggiata, recitata e prodotta) da Stephen Merchant in collaborazione con Lee Eisenberg e Gene Stupnitsky, Hello Ladies è una serie comedy statunitense dallo spiccato umorismo british.

Stuart (Stephen Merchant), informatico inglese trasferitosi a Los Angeles, è alla costante ricerca della donna dei suoi sogni andando incontro a situazioni imbarazzanti e ripetuti “due di picche”, senza che questo però lo faccia demordere dal tentare nuovi approcci.

Hello Ladies - Di cosa parla

Nonostante sia prodotta negli USA Hello Ladies è una serie comedy dallo stile e lo humour decisamente british e ne deve il merito al suo ideatore nonché protagonista, Stephen Merchant, qui nei panni di un informatico di nome Stuart. Proprio come il protagonista, britannico trasferitosi a Los Angeles (in seguito a delusioni amorose), la serie ha origini nell’omonima stand-up comedy di Merchant inizialmente portata in giro per la Gran Bretagna nel 2011 e successivamente in tour anche negli USA, in Australia, in Nuova Zelanda e in Scandinavia.

Hello Ladies - titolo della serie - è anche ovviamente la “frase tipo” di Stuart per i suoi ripetuti quanto inconcludenti approcci con il gentil sesso. Lo stesso tipo di approccio diretto lo ha anche nella serie con il pubblico nei primi minuti del primo episodio, ma al contrario del protagonista (puntualmente piantato in asso), lo spettatore viene catturato dalle “parole magiche” e dalle gag che ne scaturiscono subito dopo a causa di improbabili dialoghi fuori luogo e di atteggiamenti maldestri. Stephen Merchant inoltre sfrutta anche la sua notevole statura per simpatiche trovate comiche.

Il nodo centrale della serie è senza alcun dubbio l’incapacità di Stuart di relazionarsi con le donne come pure la ripetitività dei suoi tentativi, garantita dall’alta stima che ha del proprio fascino: Stuart, “spilungone” di oltre due metri, è infatti narcisista, egoista, ma anche incredibilmente ottimista (o quantomeno questo è il suo modo di rapportarsi con gli altri). Le sue ostentazioni e il suo ego debordante trovano comunque il giusto contorno nella sfrenata ed eccentrica Los Angeles.

In contrasto a una vita notturna piena di eccessi c'è il lavoro di web designer (presumibilmente ben remunerato) che svolge nella sua confortevole villetta con piscina. Ad assisterlo troviamo Rory (Kyle Mooney), classico nerd che vede nel suo datore di lavoro una figura da idolatrare e crede ad ogni storia (vera o fasulla) che gli venga propinata. Inoltre, per arrotondare, Stuart affitta la dependance a Jessica (Christine Woods), un’avvenente aspirante attrice costantemente alla ricerca dell’occasione giusta per sfondare a Hollywood. I due condividono una piacevole amicizia che va oltre i ruoli di proprietario/inquilino e Jessica è presumibilmente l’unica donna di Los Angeles che non abbia ricevuto “attenzioni particolari” da parte di Stuart.

Jessica recrimina spesso all’amico di essere ossessionato dai cliché californiani e di puntare decisamente troppo in alto rispetto a quelle che potrebbero essere le sue possibilità, come ad esempio quando si invaghisce di una modella e tenta di tutto per conquistarla, arrivando ad organizzare un party (a detta sua) di proporzioni epiche che però si risolve (con esiti comici) nell’opposto di quanto sperato dal protagonista (come da prassi per questo genere di comedy).

Completano il quadro comico gli amici che spesso accompagnano Stuart nelle sue uscite: Wade (Nate Torrence), goffo impiegato perennemente in crisi per essere stato lasciato dalla moglie e Kives (Kevin Wesiman), ragazzo disabile che, nonostante l’handicap (con autoironia e spregiudicatezza), riesce ad avere molto più successo con le donne, irritando puntualmente il protagonista.

Hello Ladies rappresenta senza dubbio la traslazione di una comicità semplice e immediata, tipica della scuola comica britannica, ma perde inevitabilmente lo smalto originale rispetto allo spettacolo teatrale. La struttura particolare della serie di appena 8 episodi trova una degna conclusione nell’omonimo film per la tv che finalmente racconta qualcosa del passato del protagonista, ma risulta fruibile anche dallo spettatore che non abbia mai visto un episodio.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Protagonista e co-ideatore della serie, il britannico Stephen Merchant è anche conosciuto per i suoi lavori di sceneggiatore, regista e comico. È principalmente noto per le sue collaborazioni con Ricky Gervais, assieme al quale ha sceneggiato e diretto le serie televisive The Office, Extras e Life’s Too Short.... Vedi tutto

Vedi tutto il cast
Scrivi un tuo commento breve su questa serie

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Guida agli episodi

  1. Prima stagione

    8 episodi Vedi tutto

Produzione e ricezione

Per il sito IMDB la serie ha un voto di 7,5 su 10 su una base di 9.000 voti, mentre per il sito Metacritic ha un punteggio medio di 58 su 100 basato su 21 critiche, e un punteggio complessivo degli utenti di 7.5 su 88 voti.

Le stagioni

Stagione 1

La prima ed unica stagione è stata trasmessa negli Stati Uniti in prima visione sul canale via cavo HBO dal 29 settembre al 13 novembre 2013.

In Italia è andata in onda in prima visione sul canale satellitare Sky Atlantic dal 22 giugno al 10 agosto 2015.

Vedi tutti i 8 episodi
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito