Trama

Tra gli anni Quaranta e Cinquanta, il giovanissimo Alejandro Jodorowsky si libera delle limitazioni imposte dalla famiglia e inizia a frequentare il circolo artistico bohemien più importante di Santiago, conoscendo sconosciuti artisti che un giorno sarebbero diventati giganti della letteratura del XX secolo.

Commenti (2) vedi tutti

  • a 87 anni Alejandro Jodorowsky sforna uno dei suoi film più lineari e, senza tradire il proprio linguaggio, tra i più riusciti. autocompiaciuto ma potente affresco sulla formazione della propria inimitabile poetica e sguardo surreale. ultima mezz'ora da antologia. il protagonista, il figlio Adan, è anche autore della colonna sonora.

    commento di giovenosta
  • Ritorna e forse si completa il ricordo cine-biografico della vita dell'estroso maestro di cinema e di molte altre arti visive. Un percorso di sublimazione della poesia e dei suoi valori,osteggiata dalla famiglia di origine ma non per questo rinnegata dall'autore, che ne ha sempre fatto l'elemento portante della sua ispirazione.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
5 stelle

FESTIVAL DI CANNES 2016 - QUINZAINE DES REALISATEURS Alejandro Jodorowski, tenace ed in gran forma fisica nonostante l'avvicinarsi della novantina, dirige la doretta prosecuzione della storia della sua famiglia, iniziata tre anni orsono col riuscito La danza della realtà. Ritroviamo un giovane Alejandro negli anni '40, già attratto irresistibilmente dalla poesia, osteggiato... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

Tetsuo35 di Tetsuo35
7 stelle

Jodorowsky prosegue la sua autobiografia poetica iniziata con La danza de la realidad, al punto che potrebbero considerarsi come due parti di un unico film, passando dal resoconto dell'infanzia a quello della giovinezza.     L'immaginario del regista continua ad avere il sopravvento sulla realtà dei fatti, in quanto rifiuto di un "mondo privo di poesia", dove i personaggi... leggi tutto

1 recensioni positive

Il meglio del 2017
2017

Recensione

Tetsuo35 di Tetsuo35
7 stelle

Jodorowsky prosegue la sua autobiografia poetica iniziata con La danza de la realidad, al punto che potrebbero considerarsi come due parti di un unico film, passando dal resoconto dell'infanzia a quello della giovinezza.     L'immaginario del regista continua ad avere il sopravvento sulla realtà dei fatti, in quanto rifiuto di un "mondo privo di poesia", dove i personaggi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

FESTIVAL DI CANNES 2016 - QUINZAINE DES REALISATEURS Alejandro Jodorowski, tenace ed in gran forma fisica nonostante l'avvicinarsi della novantina, dirige la doretta prosecuzione della storia della sua famiglia, iniziata tre anni orsono col riuscito La danza della realtà. Ritroviamo un giovane Alejandro negli anni '40, già attratto irresistibilmente dalla poesia, osteggiato...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2013
2013
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito