Trama

Negli anni Cinquanta Ray Kroc (Michael Keaton), un venditore dell'Illinois, incontra Mac e Dick MacDonald, due fratelli impegnati in una operazione nel settore della ristorazione, nel sud della California. Colpito dall'idea dei due fratelli sul come vendere hamburger grazie a un sistema di fast food, Kroc riconosce sin da subito la validità del loro franchise e si impegna a fondo sul come riuscire a soffiare la compagnia ai due fratelli e creare un impero da svariati milioni di dollari.

Approfondimento

THE FOUNDER: LA NASCITA DI MCDONALD'S

Diretto da John Lee Hancock e sceneggiato da Robert D. Siegel, The Founder racconta la vera storia di Ray Kroc, un venditore in difficoltà dell'Illinois che negli anni Cinquanta, in California del sud, incontra i fratelli Mac e Dick McDonald. Impressionato dalla velocità del sistema con cui lavorano nel loro locale di San Bernardino e dalla folla che attirano con i loro hamburger, con grande spirito imprenditoriale Kroc rivoluzionerà l'industria del fast food e lancerà un marchio destinato a imporsi in tutto il mondo.

Con la direzione della fotografia di John Schwartzman, le scenografie di Michael Corenblith, i costumi di Daniel Orlandi e le musiche di Carter Burwell, The Founder prende avvio nel 1954, anno in cui Marilyn Monroe sposa Joe Di Maggio, Elvis Presley incide That's All Right e Blue Moon of Kentucky al Sun Studio di Memphis e Walt Disney sta ultimando i lavori per la costruzione del suo parco divertimenti di Anaheim. Mentre gli Stati Uniti sono alle prese con il boom del dopoguerra, in Illinois il cinquantaduenne uomo d'affari Ray Kroc va avanti come venditore di un aggeggio multiuso utile a preparare frullati nei drive in e nelle catene di fast food. Attraversando tutto il Midwest mentre la moglie Ethel lo attende a casa, l'attenzione di Ray viene catturata da un piccolo locale di San Bernardino, in California, che ha ordinato ben sei dei suoi mixer. Quale ristorante avrebbe bisogno di preparare 30 frullati in una sola volta? Con questa domanda in testa, Roy raggiunge la California per incontrare i proprietari del locale, Dick e Mac McDonald. Al loro cospetto e al loro chiosco di hamburger, si rende presto conto che la catena di montaggio e i menù di alta qualità elaborati dai due fratelli hanno il potenziale per imporsi in tutta la nazione con punti vendita su ogni strada principale, vicini a dei tribunali o alle chiese.

Prima di intraprendere la carriera di ristoratori, i fratelli McDonald hanno lavorato a Hollywood per conto della Columbia Pictures ma, quando hanno scoperto di avere grande potenziale nella ristorazione, hanno lasciato l'occupazione per aprire un chiosco di hot dog ad Arcadia. Ciò ha posto le basi per la creazione del loro primo McDonald's nella vicina San Bernardino, in grado di offrire ben 27 menù differenti. Cercando di risparmiare denaro e guadagnando in efficienza, hanno inventato un approccio rivoluzionario che hanno chiamato "sistema Speedee" e hanno fatto fortuna vendendo principalmente hamburger, patatine fritte e bevande analcoliche.

In un primo momento, i McDonald affidano a Ray il compito di far da agente per il loro franchising. Sin da subito, Kroc ha voluto che il simbolo dei locali fosse la M costituita da due archi coloro oro che lo stesso Dick aveva provveduto a disegnare. In tal modo, il marchio sarebbe stato subito riconoscibile al pari di quello della Coca Cola o della zuppa Campbell. Ritornato a Chicago, Ray riesce in breve tempo a far aprire altri 13 ristoranti McDonald e pianifica un'espansione ancora più nazionale. Dopo anni di duro lavoro, i suoi sforzi stanno dando i risultati ma quando incontra Joan Smith, la moglie di uno dei nuovi affiliati, iniziano per lui a sorgere i primi problemi a casa mentre le limitazioni imposte dai due fratelli cominciano a stargli strette. A offrirgli una soluzione ai suoi "guai" è la conoscenza con Harry Sonneborn, un mago della finanza che gli consiglia di pensare alla catena McDonald's come un affare immobiliare. In tal modo, potrà recidere i legami con i fratelli e guadagnare molto di più. Il piano di attuazione del resto è semplice: Ray avrebbe dovuto acquistare i lotti di terreno su cui sarebbero sorti i fast food e poi darli in affitto ai gestori dei locali. Così facendo, taglierebbe fuori i fratelli McDonald, i cui diritti invece riguardavano soltanto il marchio in uso, l'arredamento dei locali e il metodo di lavoro.

Seguendo il consiglio di Sonneborn, Ray ottiene un insperato successo, così grande da portare i fratelli McDonald a vendergli la loro quota dei locali e farlo divenire nel 1961 l'unico proprietario, presidente e amministratore delegato, della catena.

Curiosamente, a ispirare la trasposizione cinematografica della storia di Ray Kroc al produttore Don Handfield è stata nel 2004 una canzone di Mark Knopfler dal titolo Boom, Like That, il cui testo narra proprio del primo incontro dell'imprenditore dell'Illinois con i fratelli Dick e Mac McDonald. Il titolo del film, The Founder, invece si riferisce ironicamente alla descrizione che Kroc dà di se stesso come fondatore della catena di fast food (quando invece la sua storia dimostra come in realtà la catena e il suo sistema di preparazione esistessero ancor prima che lui ne divenisse presidente).

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere The Founder è il regista statunitense John Lee Hancock, che dopo il non memorabile esordio nel 1991 con Hard Time Romance deve la sua fama a The Blind Side, con cui ha fatto vincere un Oscar all'attrice Sandra Bullock, e a Saving Mr. Banks, che ripercorre la nascita di uno dei successi commerciali più... Vedi tutto

Commenti (3) vedi tutti

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

M Valdemar di M Valdemar
5 stelle

      Il lupo che si divorò il Nome. Nel nome - del dio (denaro), della patria, della famiglia -, la fondazione di una «nuova chiesa americana». McDonald('s). (paura, eh?) Dagli archi dorati al rivoluzionario “sistema espresso” alla qualità del servizio, finanche alla genuinità delle materie prime (ebbene, sì: così... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

LorCio di LorCio
7 stelle

Come riferito nelle didascalie finali, McDonald dà da mangiare all’un per cento della popolazione mondiale. Cosa dia da mangiare non è il punto della situazione: da qualche tempo a questa parte conosciamo le criticità alimentari della catena, sono stati realizzati film sul tema (Super Size Me) e la scelta di proporre prodotti di qualità (almeno in Italia: il... leggi tutto

5 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mc 5 di mc 5
stelle

Ero reduce dalla visione di quel capolavoro che è "Allied" e temevo di imbattermi in qualunque altra cosa che non avrei giudicato all'altezza, e ho perfino evitato per ora di visitare il nuovo Scorsese che si sussurra sia altamente soporifero (almeno da mie fonti, poi non so) e così mi sono buttato su un film che sapevo già non sarebbe stato troppo impegnativo e mi andava... leggi tutto

3 recensioni negative

Recensione

will kane di will kane
7 stelle

Sembra che al produttore di "The Founder", l'idea di produrre un film sulla vicenda che permise a Ray Kroc, sconosciuto rappresentante di elettrodomestici, di acquisire i diritti dell'avviatissimo locale "McDonald's", e di farne la catena miliardaria che conosciamo oggi, sia venuta ascoltando la canzone "Boom, like that" di Mark Knopfler, dedicata appunto al fin troppo pratico Kroc. Il quale,...

leggi tutto
Recensione
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

Gangs 87 di Gangs 87
8 stelle

Michael Keaton sembra stia vivendo una rinascita cinematografica. Dopo il controverso ruolo da protagonista in Birdman e quello audace in Il caso Spotlight, torna a condurre, tutto da solo, quasi senza antagonisti alla pari, un'intera pellicola. Qui è Ray Kroc, il fondatore o meglio l'acquisitore del cognome dei fratelli Dick e Mac McDonald, inventori del sistema rapido di produzione;...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

mm40 di mm40
4 stelle

1954, il rappresentante Ray Kroc pranza al ristorante McDonald’s di San Bernardino e si meraviglia della rapidità e dell’efficienza del servizio, che peraltro mantiene costi bassi per il cliente. Decide così di entrare in società con i due fratelli McDonald’s, i proprietari, per creare una catena di ristoranti che seguano questa innovativa idea del...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 18 voti
vedi tutti

Recensione

Eric Draven di Eric Draven
5 stelle

Un farabutto ambiguo “sguazza” fra i panini     Michael Keaton volteggia sinuoso in questa storia “serpeggiante” d’imperi capitalistici basati sui fast food e sulla scaltrezza di una mente “artigianale” che trova l’idea geniale con la perseveranza. Ostinata, caparbia, fortunosa, fortuitamente azzeccante le mosse ingiuste, compresa...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Disponibile dal 5 maggio 2017 in Dvd a 14,99€
Acquista
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

Springwind di Springwind
4 stelle

Questo è ciò che io intendo per film noioso. Un'ora e tre quarti circa di sbadigli, senza ritmo e senza dialoghi (o meglio, con dialoghi assolutamente banali). Una specie di documentario televisivo mascherato da film (o viceversa). Perfetto per il Biografilm Festuval di Bologna, un po' meno per la normale programmazione  nelle sale.  Interessante per chi voglia saperne...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 29 voti
vedi tutti

Recensione

barabbovich di barabbovich
8 stelle

Ray Kroc (Keaton) è un venditore fallito: non riesce a piazzare tavoli pieghevoli né multimixer (ma non ha provato con il Bimbi…). Sarà per effetto dell'ascolto di un corso audio sull'autodeterminazione, fatto sta che quando mette piede in un chiosco di San Bernardino (California) che vende hamburger arriva l'illuminazione: esportare in tutto il paese, attraverso un...

leggi tutto
Recensione

Recensione

IlGranCinematografo di IlGranCinematografo
7 stelle

  John Lee Hancock dirige una sceneggiatura di Robert D. Siegel che spiega su quali ripugnanti pilastri è adagiato un impero commerciale oggi emblema della società di massa. Un'idea (il fast food) che avrebbe rivoluzionato stili di vita e mentalità (eleggendo gli Stati Uniti a bandiera di un'alimentazione malata) si scopre oggetto di furto meschino di un omuncolo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

LorCio di LorCio
7 stelle

Come riferito nelle didascalie finali, McDonald dà da mangiare all’un per cento della popolazione mondiale. Cosa dia da mangiare non è il punto della situazione: da qualche tempo a questa parte conosciamo le criticità alimentari della catena, sono stati realizzati film sul tema (Super Size Me) e la scelta di proporre prodotti di qualità (almeno in Italia: il...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2016
2016
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito