Espandi menu

Trama

Quella di Connor è la storia di un ragazzo che si sente minacciato, colpevole e per di più arrabbiato con il mondo. Da quando la madre è malata e a scuola è costretto a difendersi dai bulli, Connor teme la notte e gli incubi. Pochi minuti dopo la mezzanotte, un mostro fa la sua comparsa e lo porta con sé in un mondo di buio, vento e grida. Antico e selvaggio, il mostro chiede a Connor l'unica cosa che non può costringerlo a fare: raccontare la verità.

Approfondimento

7 MINUTI DOPO LA MEZZANOTTE: COME SUPERARE IL DOLORE PER LA PERDITA DELLA MADRE

Diretto da J.A. Bayona e sceneggiato da Patrick Ness, 7 minuti dopo la mezzanotte racconta la storia del piccolo Conor, che ha sempre più difficoltà a far fronte alla malattia della madre, alle intimidazioni dei compagni e alla fermezza della nonna. Ogni notte per sfuggire alla sua realtà, Conor si rifugia in un mondo immaginario popolato da creature straordinarie. Imparerà allo stesso modo a scoprire il coraggio, a dare il giusto valore al dolore e soprattutto ad affrontare la verità.

Con la direzione della fotografia di Oscar Faura, le scenografie di Eugenio Caballero, i costumi di Steven Noble e le musiche di Fernando Velázquez7 minuti dopo la mezzanotte è la trasposizione dell'omonimo romanzo di Ness, pubblicato nel 2011 e basato sul quinto romanzo non completato della scrittrice Siobhan Dowd. A spiegare i motivi della trasposizione del libro è lo stesso regista: «I personaggi si trovano in una situazione ansiogena, con lo spettro della morte che si profila all'orizzonte. Si tratta di un'avventura in cui tutti possono identificarsi. Come tutti i buoni romanzi che trattano qualcosa di serio, si scopre che affronta non una ma molte questioni fondamentali. Uno dei temi principali è il nostro modo di affrontare la perdita di persone care. Per l'autore, poi, il fantastico fa parte della natura intrinseca dell'uomo e aiuta ad affrontare le prove della vita. Nel trattare la storia di Conor e nel cogliere le sue emozioni non ci sono sconti, non ci sono bugie e non si ammorbidisce la verità, sebbene non si cada mai nel sentimentalismo. 7 minuti dopo la mezzanotte era inoltre perfetto per chiudere la mia trilogia sul rapporto madre-figli: i sentimenti di Conor vengono presi sul serio, il bambino viene considerato come un essere umano in divenire con la sua esistenza fatta di dolore, gioia, paura, difficoltà a fidarsi e felicità. Non ne ho fatto un melodramma, tutto doveva essere restituito com'è: i rapporti di Conor con la madre differiscono da quelli che ha con la nonna e la dimensione fantastica non è stata intaccata. Il "nostro" mostro di 12 metri di altezza è stato realizzato mescolando animazione in 2D e 3D, facendolo nascere da una soluzione "alternativa": Connor ama disegnare (come me quando ero piccolo) e l'arte aiuta a guarire tutte le ferite, come la morte di una madre».

 

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

Protagonista di 7 minuti dopo la mezzanotte nei panni di Conor è il piccolo attore MacDougall Lewis. Ad affiancarlo sono gli attori Toby Kebbell (nei panni del padre), Sigourney Weaver (è la rigida nonna materna), Felicity Jones (è Lizzie, la giovane mamma single, poco convenzionale e piena di amore che la... Vedi tutto

Note

Adattamento di un romanzo di Patrick Ness.

Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
5 stelle

Conor è un timido tredicenne, spesso oggetto di atti di bullismo da parte dei suoi compagni di scuole. Inoltre è orfano di padre, ha una madre giovane e bella ma afflitta da una grave malattia, ed una nonna scattante e giovanile, forse sin invadente ma premurosa, che cerca di supplire le assenze forzate della figlia, madre amorevole ma impegnata a curarsi. Per vincere lo... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensione

alan smithee di alan smithee
5 stelle

Conor è un timido tredicenne, spesso oggetto di atti di bullismo da parte dei suoi compagni di scuole. Inoltre è orfano di padre, ha una madre giovane e bella ma afflitta da una grave malattia, ed una nonna scattante e giovanile, forse sin invadente ma premurosa, che cerca di supplire le assenze forzate della figlia, madre amorevole ma impegnata a curarsi. Per vincere lo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito