Espandi menu

Revenant - Redivivo

Regia di Alejandro González Iñárritu vedi scheda film

Recensioni

L'autore

luca826

luca826

Iscritto dal 22 maggio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 38
  • Post -
  • Recensioni 1279
  • Playlist 28
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Revenant - Redivivo

di luca826
7 stelle

Di Inarritu conosco solo Amores Perros quindi... I fraintendimenti sono dietro l'angolo... Fraintendimenti:

A) Produzione curata e non c'erano dubbi

B) L'ossessione DiCapriana di vincere un Oscar e non c'erano dubbi...

Perché? Perché se la linea del regista è quella del neo-post-western(?!!!) decadente (alla Dead Man per intenderci) non rimane molto di nuovo da riproporre al pubblico se non un bel talento visivo (alla Dead Man per intenderci...) e una sana botta di pessimismo smitizzante (alla Dead Man...). Mi pare chiaro che questo film mi ricordi più Dead Man che Man in the Wilderness/Uomo Bianco và Con il tuo Dio con cui condivide lo stesso soggetto, denotando un interessante evoluzione dell'immaginario. Se nel 1970 il wilderness era mitizzato e una fuga poteva essere ancora concepita e non solo utopizzata, nel 2015 tutto è più duro, sofferto e l'uomo occidentale nella natura risalta come un alieno. Lo scontro/incontro con i nativi così non è mai chiaro, su tutti i livelli l'avidità comanda le azioni umane in un concentrato di violenza e sopraffazioni dove lo spazio per i sentimenti rimane solo nell'intimo isolando sempre di più l'individuo. Per fortuna la morsa pessimista cede ipotizzando un possibile punto di ripartenza dai valori universali oltre le razze e oltre il singolo. Notevole la messinscena (la sequenza del primo assalto degli indiani è folgorante) e le fatiche di tutto il cast nel girare in tali situazioni per un prodotto che però niente aggiunge al filone seguendo degli sviluppi coerenti ma anche troppo prevedibili. Insomma si poteva dare di più viste le premesse. 6/7

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati