Trama

Per tre generazioni la chiassosa famiglia dei Cutler vive da fuorilegge per le campagne della Gran Bretagna, prendendosi gioco dei ricchi signori locali e delle autorità. Ben presto, però, Chad finirà con l'essere incastrato tra i principi arcaici del padre e il bene futuro di suo figlio mentre tutte le forze di legge gli staranno alle calcagna.

Approfondimento

CODICE CRIMINALE: ROMPERE LE TRADIZIONI DI FAMIGLIA

Diretto da Adam Smith e sceneggiato da Alastair Siddons, Codice criminale ripercorre la parabola di tre generazioni della famiglia Cutler, un clan affiatato di nomadi che vivono un'esistenza fuorilegge nel proprio angolo anarchico della ricca campagna inglese. Chad Cutler è l'erede del patriarca Colby ed è stato allevato per dedicarsi alla caccia, ai furti e ai tormenti nei confronti delle forze dell'ordine locale. Quando il figlio Tyson raggiunge la maggiore età e la moglie Kelly lo spinge a fronteggiare Colby, Chad si ritrova al centro di una battaglia per il futuro della propria giovane famiglia. Quando poi viene a conoscenza dei piani di Chad di rifarsi una vita fuori dall'accampamento, Colby si ripropone che il figlio e il nipote rimangano ancorati all'ordine arcaico che ha legato i Cutler negli anni. Spinge allora il figlio verso una spettacolare rapina che ben presto si tramuta in un inseguimento ad alta velocità e in una grossa caccia all'uomo, trasformando Chad in un ricercato. Con la legge alle costole e con suo padre sempre più invadente, Chad è costretto a prendere misure disperate per proteggere chi ama.

Con la direzione della fotografia di Eduard Grau, le scenografie di Nick Palmer, i costumi di Suzanne Cave e le musiche dei Chemical Brothers, Codice criminale è sia un teso thriller sia una storia commovente di amore, lealtà e famiglia. A ispirarne la sceneggiatura è stato un articolo di giornale su una famiglia di fuorilegge che viveva nella bucolica Cotswold, una delle regioni più ricche della Gran Bretagna. La famiglia, meglio nota come la gang Johnson, era spesso descritta come composta da "viaggiatori" o "zingari" ed era conosciuta dalle forze dell'ordine a causa degli scassi nelle case signorili della zona. "I Johnson vivevano completamente al di fuori della società, senza conti bancari, passaporti o assicurazioni sanitarie. La maggior parte di loro non era mai stata a scuola. Mi affascinava però il modo in cui hanno costruito potenti legami familiari. Ciò mi ha spinto a lavorare prima a un documentario per la BBC e poi a scrivere la sceneggiatura di Codice criminale, ovviamente incentrata sul mondo nomade, un universo che molte persone non conoscono e non hanno mai sperimentato dall'interno. Ho voluto esplorare le dinamiche familiari dei Johnson dando vita ai Cutler e i pregiudizi che la gente ha nei confronti della cultura nomade. Grande aiuto sulla cultura zingara mi è venuto da Gatto nero gatto bianco, il lungometraggio del regista serbo Emir Kusturica su un gruppo di zingari che vive sulle sponde del Danubio", sottolinea lo sceneggiatore Siddons.

Leggi tuttoLeggi meno

Il cast

A dirigere Codice criminale è Adam Smith. Al suo esordio nella regia cinematografica, Smith è un apprezzato regista di documentari, drammi televisivi e video musicali. La sua carriera da cineasta è iniziata quand'era poco più che adolescente, quando ha iniziato a lavorare come specialista degli effetti visivi... Vedi tutto

Commenti (2) vedi tutti

  • qui c'è un problema, grosso, di "miscasting". il viso pulito di Fassbender proprio non è adatto a interpretare un sotto-prololetario ladro analfabeta del Gloucestershire. non ci si crede, mai...specialmente in un film del 2016, con ambizioni realistiche, ottimo invece Gleeson, anche se in un contesto sempre un po' forzoso e moralmente confuso.

    commento di giovenosta
  • Contemporanei Robin Hood vivono clandestinamente tra le campagne verdeggianti di un Regno Unito di provincia. Vita anarchica indolentemente pacifica che non accetta compromessi, salvo qualche ripensamento per propri figli e le opportunità che vengono loro a mancare. Star di lusso per un piccolo film un po' irrisolto.

    leggi la recensione completa di alan smithee
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

alan smithee di alan smithee
6 stelle

La vita libera ed anarchica del ceppo dei Cutler continua da generazioni e li ritrova assieme, anarchicamente riuniti ad una figura di maturo capostipite, tra le verdeggianti campagne della Gran Bretagna, accampati in carovana, dediti ad una sorta di vita clandestina che li vede completamente al di fuori delle regole civili del buon vivere. Colby ha allevato il figlio ormai trentacinquenne... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti

Recensione

FabioGiusti di FabioGiusti
6 stelle

Il senso dell’opera prima di Adam Smith è, di fatto, tutto nel suo titolo originale. Quel Trespass Against Us che, oltre a citare il Padre nostro, evidenziando così la natura fortemente biblica del dramma familiare rappresentato, suggerisce il radicale ribaltamento di prospettiva da parte di una comunità di trasgressori che, pur percependosi come tale, vive il mondo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Recensione

barabbovich di barabbovich
6 stelle

Colby Cutler (Gleeson) è il patriarca di una famiglia di criminali nomadi che vive accampata in roulotte, disprezza qualunque norma del mondo cosiddetto civile e non disdegna di farsi beffa della polizia con bravate gratuite. Chad (Fassbender), il figlio di Colby, vorrebbe cambiare direzione per sé e per i suoi due figli, mandandoli a scuola (lui non ha potuto farlo) e mettendoli...

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

nickoftime di nickoftime
5 stelle

Nulla da dire sull’inizio di “Codice criminale” che lascia ben sperare soprattutto se capita di vederlo in lingua originale, dove il parlato gergale di Michael Fassbender e Brendan Gleeson concorre insieme alla schiettezza delle immagini a definire il milieu marginale e proletario entro la quale si svolge la vicenda. La fiducia di cui parlavamo poc’anzi deriva...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Uscito nelle sale italiane il 26 giugno 2017
locandina
Foto
locandina
Foto

Recensione

alan smithee di alan smithee
6 stelle

La vita libera ed anarchica del ceppo dei Cutler continua da generazioni e li ritrova assieme, anarchicamente riuniti ad una figura di maturo capostipite, tra le verdeggianti campagne della Gran Bretagna, accampati in carovana, dediti ad una sorta di vita clandestina che li vede completamente al di fuori delle regole civili del buon vivere. Colby ha allevato il figlio ormai trentacinquenne...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016

In sala nel 2017

cinefox di cinefox

L'anno che verrà! Come di consueto propongo una lista di film interessanti in uscita nell'anno nuovo... quanti di questi valgono l'attesa o quantomeno il prezzo del biglietto?

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Visti

leto di leto

Scrivi un testo introduttivo (potrai sempre editarlo in seguito)

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito