Trama

Evan Webber, un architetto felicemente sposato, sembra avere tutto ciò che un uomo può mai desiderare: una moglie amorevole e di successo, due splendidi figli e una casa lussuosa. Durante un fine settimana da solo, Evan vede la sua tranquilla esistenza interrotta dall'arrivo improvviso di due ragazze apparentemente innocenti. Dopo averle ingenuamente accolte in casa, Evan non ha idea di come quel gesto innocuo lo condurrà a vivere un inquietante incubo.

Approfondimento

KNOCK KNOCK: UN QUARANTENNE SEDOTTO DA DUE RAGAZZE SOCIAL

Diretto da Eli Roth e sceneggiato dal regista con Nicolás López e Guillermo Amoedo, Knock Knock si basa su una storia scritta da Anthony Overman e Michael Ronald Ross e ha per protagonista Evan Webber, un architetto sposato e padre di famiglia, che rimasto solo per il fine settimana apre la porta di casa sua a due giovani donne malintenzionate, Genesis e Bel.

Con la direzione della fotografia di Antonio Quercia, le scenografie di Marichi Palacios, i costumi di Elisa Hormazábal e le musiche originali di Manuel Riveiro, Knock Knock è interpretato da Keanu Reeves, affiancato da Lorenza Izzo e Ana de Armas. A spiegare la genesi del progetto sono le parole dello stesso Roth: «Sono sempre stato affascinato dal desiderio che anima gli esseri umani a lasciare i loro confortevoli ambienti per avventurarsi in mondi sconosciuti, dove possono sorgere terribili problemi. Nei miei primi film, studenti della media borghesia finiscono sempre per lasciare il bozzolo che li ha sempre protetti per cercare avventura o fare esperienza, finendo sempre con il mettere a repentaglio le loro esistenze. Dopo aver girato The Green Inferno in un remoto villaggio dell'Amazzonia peruviana, mi sono reso conto di dover porre un limite alle mie peregrinazioni e mi sono chiesto sono potrebbe accadere a qualcuno che, nel chiuso della propria abitazione, apre la porta a degli sconosciuti scoperchiando un vaso di Pandora dalle conseguenze inimmaginabili. Cosa accade quando il proprio universo più intimo si ritrova in balia di qualcosa di sconosciuto e tutto ciò che si è costruito nel tempo inizia a cadere a pezzi?

Ho trovato risposta in un film intitolato Death Game, un piccolo gioiello inedito del 1977 con protagonista la mia amica - e ora produttrice - Colleen Camp. Colleen mi ha parlato del film, in cui ha recitato all'età di 21 anni ma che non è mai arrivato nelle sale a causa del fallimento del produttore. Pellicola sconosciuta ma vero classico degli anni Settanta, Death Game ha una trama piuttosto attuale: due ragazze piombano di notte in casa di un uomo sposato, che le lascia entrare senza che queste andranno più via.

Per l'essere umano è quasi primario desiderare ciò che non si ha. Da quarantenne, so ad esempio che un abisso mi separa dalla generazione più giovane, la cosiddetta generazione iPhone. Con l'avvento dei social network, le adolescenti si sono trasformate volontariamente in oggetti sessuali al punto che, guardando le loro foto sul web, non si capisce più se hanno 14 o 24 anni. Tutta una generazione di adolescenti è alla ricerca di attenzioni e riconoscimento sui social, costantemente in lotta per avere più "mi piace" su Instagram, Twitter o Facebook. Nonostante i quarantenni sembrino distanti, non è detto che non si interessino a questa generazione, soprattutto quando diventano "prede" di ragazzine che provano a sedurli. Cosa potrebbe accadere ad esempio a un uomo felicemente sposato con figli nel caso in cui ospitasse sotto il suo tetto per una notte una ragazza di nuova generazione sessualmente disinibita?

In Knock Knock ho voluto mostrare fino a che punto il mondo si vive sia fragile, anche quando si ha tutto e non sembra mancare nulla. Volevo che il pubblico si identificasse in Evan, il protagonista, e prendesse le sue stesse decisione. Evan cerca di fare tutto ciò che vuole e non può dire di no alle due ragazze che bussano alla sua porta per sedurlo. Convinto di controllare la situazione, non sa quanto il suo errore sarà fatale. I quarantenni di oggi non hanno idea del male che possono generare i social network perché hanno una mentalità diversa e non ne hanno subito il fascino. Le giovani invece sono consapevoli dei danni che può provocare una semplice foto o un messaggio, sanno come distruggere qualcuno».

Leggi tuttoLeggi meno

Commenti (8) vedi tutti

  • Eli Roth lontano dal facile (e talvolta di comodo) splatter realizza un film interessante e perfettamente calibrato su diversi registri narrativi: una prima parte vicinissima alla commedia che via via cede il passo al dramma e quindi al thriller psicologico...

    leggi la recensione completa di undying
  • Spero solo, con questo commento, di evitare perdite di tempo a più persone possibile. La faccio breve, questo film non é né carne né pesce, la violenza é ridicola, le scene di sesso sono eccitanti come un bastoncino Findus, la trama non ha nulla di realistico, il finale é una merda. Lasciate perdere.

    leggi la recensione completa di Damon77
  • Un "curioso" Eli Roth che per una volta rinuncia al sangue in abbondanza e allo spaltter e si concentra sul lato psicologico dei suoi protagonisti. Ne viene fuori un film che si lascia guardare ma niente di più

    leggi la recensione completa di Vinny87
  • Dai commenti mi aspettavo molto peggio! Folle e malato senza mai perdere quella vena grottesca e ironica che contraddistingue i film di Roth ("Cabin Fever" in primis). La visione mi ha divertito assai. Peccato che l'originale con Colleen Camp e Sondra Locke sia introvabile.

    commento di SaintlySinner
  • Davvero qln ha creduto che il film avesse una morale? Le due irritanti protagoniste dovevano essere massacrate già dopo i primi 30'. Se fosse successo nella realtà, minorenni o no, sarebbero finite in un talk show, avrebbero scritto un libro, sarebbero diventate miss italia per poi naufragare in qlk reality o qlk talent. Forza Keanu!!!

    commento di scapigliato
  • La spina centrale c'è, ma sviluppata in modo pietoso. Finale insignificante!

    leggi la recensione completa di mek mady
  • Eli Roth appare più pacato del solito, con un film d'intrattenimento non proprio horror...la morale è ok, ma mi sarei aspettato di più...6

    commento di lino99
  • Dopo "Cabin Fever", "Hostel" e "The Green Inferno", Eli Roth ci sorprende con un altro film: "Knock Knock". Ma, a differenza dei precedenti, non sono i massacri e le scene efferate di sangue a far da padroni...

    leggi la recensione completa di boychick
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è negativa

maghella di maghella
4 stelle

Evan e Vivian sono una giovane coppia sposata con due adorabili bambini. Famiglia felice, anzi... felicissima: lui affermato architetto, lei scultrice di successo, i bambini belli e sicuramente intelligenti. Evan deve rimanere a casa da solo durante il week end per terminare un progetto di lavoro, mentre moglie e figli partono per il mare. Durante la prima notte in cui rimane solo, un... leggi tutto

4 recensioni negative

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

undying di undying
6 stelle

Moglie e figli partono, mentre l'architetto è costretto a rimanere nella lussuosa villa perchè impegnato da un importante progetto. Nottetempo qualcuno bussa alla porta: due ragazze, bagnate dalla pioggia incessante, chiedono temporanea ospitalità...     E finalmente Eli Roth la smette di scimmiottare il cinema di serie B caratterizzato da sangue... leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

andry10k di andry10k
7 stelle

Cosa succederebbe se un uomo in astinenza da sesso con sua moglie da settimane si ritrovasse a dover aspettare altri 3 giorni da solo a casa, e nel mentre bussano alla sua porta le due strafighe migliori immaginabili che dal primo secondo si capisce dove vogliono arrivare?  Ecco da questo incipit sembra la trama di un porno ed infatti questo è. Nient'altro che un porno con tratti... leggi tutto

3 recensioni positive

Recensione

undying di undying
6 stelle

Moglie e figli partono, mentre l'architetto è costretto a rimanere nella lussuosa villa perchè impegnato da un importante progetto. Nottetempo qualcuno bussa alla porta: due ragazze, bagnate dalla pioggia incessante, chiedono temporanea ospitalità...     E finalmente Eli Roth la smette di scimmiottare il cinema di serie B caratterizzato da sangue...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti
Trasmesso il 23 aprile 2017 su Iris
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 7 voti
vedi tutti

Recensione

Damon77 di Damon77
3 stelle

Banale filmetto scopiazzato da "Funny games" (capolavoro), con qualche piccolo cambiamento giusto per provare a non copiare troppo. Eli Roth aveva avuto una buona idea con "Hostel", ma quella volta aveva un cast di merda. Questa volta ha potuto sfruttare il volto blockbuster di Keanu Reeves, ma l'idea é un puro scopiazzamento, attuato piazzandosi un po' di gnocca per evitare di...

leggi tutto
Recensione
Trasmesso il 23 marzo 2017 su Canale 5
Il meglio del 2016
2016
Disponibile dal 3 ottobre 2016 in Dvd a 11,48€
Acquista
Disponibile dal 14 aprile 2016 in Dvd a 14,68€
Acquista

Recensione

andry10k di andry10k
7 stelle

Cosa succederebbe se un uomo in astinenza da sesso con sua moglie da settimane si ritrovasse a dover aspettare altri 3 giorni da solo a casa, e nel mentre bussano alla sua porta le due strafighe migliori immaginabili che dal primo secondo si capisce dove vogliono arrivare?  Ecco da questo incipit sembra la trama di un porno ed infatti questo è. Nient'altro che un porno con tratti...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

maghella di maghella
4 stelle

Evan e Vivian sono una giovane coppia sposata con due adorabili bambini. Famiglia felice, anzi... felicissima: lui affermato architetto, lei scultrice di successo, i bambini belli e sicuramente intelligenti. Evan deve rimanere a casa da solo durante il week end per terminare un progetto di lavoro, mentre moglie e figli partono per il mare. Durante la prima notte in cui rimane solo, un...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014
Uscito nelle sale italiane il 1 gennaio 1970
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito