Trama

La guerra è da poco finita e lo scrittore canadese Holly Martins si reca a Vienna per incontrare il suo vecchio amico Harry Lime, ma viene a sapere che l'uomo è morto. Non fidandosi delle indagini ufficiali, Holly inizia le sue ricerche e scopre che c'era una terza persona al momento in cui Harry sarebbe morto. Poi gli sembra di incontrare l'amico, ma è solo un'ombra e scappa via subito. A poco a poco la verità viene fuori. Classico del giallo scritto da Graham Greene, con Welles che appare solo a metà film e si prodiga in un monologo sublime in difesa del male. Indimenticabili la Vienna postbellica divisa in tre, il celeberrimo motivetto di Anton Karas, suonato dalla cetra, gli sguardi finali tra Cotten e la Valli. Lo stile di Reed parve influenzato in modo sospetto dallo stile di Welles regista.

Commenti (19) vedi tutti

  • Proiettato recentemente a Torino per qualche giorno nell’edizione restaurata della Cineteca di Bologna che gli restituisce il primitivo splendore (versione originale sottotitolata), questo film è disponibile anche in DVD, in una dignitosa versione italiana. Tuttavia....

    leggi la recensione completa di laulilla
  • Fino a che punto il fascino dell'antico può influenzare estrinsecamente il giudizio su un film? Resto con questo dubbio. Ci penserò.

    commento di Zarco
  • Uno dei grandi capolavori del cinema del dopoguerra. Fotografia da manuale, colonna sonora indimenticabile, attori perfetti, sceneggiatura che mantiene alta la tensione e affresca una Vienna caotica e crepuscolare. Un must per ogni cultore della settima arte.

    leggi la recensione completa di Horsy
  • Noir coi fiocchi che Reed dirige su assist del grande scrittore Graham Greene. Impressionante l'interpretazione del 'cattivo' Welles.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Ho appena terminato di guardare il BD.Film magnifico.Ciò che mi ha appassionato (oltre O.Welles) non è tanto la trama, ma la Vienna decadente, misteriosa e metafisica che ci perviene attraverso uno splendido bianco e nero che ricorda l'espressionismo tedesco. Splendide le inquadrature oblique, dei primi piani, delle ombre, nei cunicoli delle fogne.

    commento di BabyCr
  • Noir sopravvalutato,mi è piaciuta l'ambientazione ma la storia è tutt'altro che appassionante.

    commento di wang yu
  • grandangoli,deformazioni,espressionismo,l'apparizione di Welles,gli occhi di Alida(la donna piu' bella del mondo),la classe di Cotten,la cetra di Karas,l'Italia dei Borgia e del Rinascimento e la Svizzera degli orologi a cucu': mamma, che film!!!

    commento di ed wood
  • Sì, c’è molto, moltissimo di Welles, molto più che di Reed; e mi sembra magnifico, ogni volta che lo rivedo; ora poi in edizione restaurata è un vero piacere.

    commento di luisasalvi
  • Quando immaginiamo un film noir l'etichetta calza a pennello per questo ottimo film di genere. Strepitoso monologo di Welles che vale da solo il prezzo del biglietto.

    commento di rascaluca
  • Capolavoro del cinema in generale, non solo del filone noir. La tensione è sempre altissima, fino al colpo di scena dell'apparizione di Orson Welles. Grandissimi sia il suo monologo sul male sia il finale. Voto 9

    commento di jeffwine
  • Un ottimo film di Carol Reed, anche se per me resterà nella storia per la famosa frase (discutibilissima, ma funzionale) di Orson Welles sul confronto tra la storia e l'arte dell'Italia e della Svizzera - quella degli "orologi a cucù".

    commento di sasso67
  • Un emblema del cinema noir ma la storia non mi ha appassionato.

    commento di sonicyouth
  • Grande film. Come tutti quelli con Orson Welles. Voto: 9.

    commento di wundt
  • Sono rimasto sorpreso di come Welles calamita su di sè tutta la scena e in definitiva tutto il film. Effettivamente è molto wellesiano, nell'atmosfera, nelle inquadrature, nella fotografia. Da vedere. voto 8/10

    commento di sokurov
  • uno dei migliori noir di sempre, con un gigante orson welles. la battuta dell'orologio a cucù è una delle più belle del cinema di tutti i tempi

    commento di raffa84
  • Film che ha in Welles il suo istrione; perfettamente costruito, spiazzante, mai lento.

    commento di Ramito
  • Non un capolavoro, ma un grande noir estremamente suggestivo, con un Orson Welles gigantesco (celeberrimo il suo discroso non presente nella sceneggiatura). Splendide le sequenze dell'inseguimento nelle fognature.

    commento di valien88
  • Un film nato bene, in tutto e per tutto. Una bella sceneggiatura, buona regia, interpreti azzeccati e un'ambientazione memorabile che si presta ad essere fotografata in uno splendido bianco e nero. Indimenticabile la colonna sonora.

    commento di senso
  • E'un grande film e si vede. Ottimi attori, grande regia e grande trama, l'ho visto in lingua originale sottotitolata e la recitazione die personaggi era da manuale. Un pilastro del cinema. Anche il tema musicale è diventato celebre.

    commento di lsenex
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
10 stelle

Capolavoro del cinema Noir e del cinema tout-court, "Il terzo uomo" è un film che col passare degli anni ha rafforzato il proprio mito. Diretto da un regista competente e intelligente che però, come il Curtiz di "Casablanca", non era un grande autore, probabilmente trae molto del proprio straordinario fascino da una serie di fattori disparati come l'ambientazione nella Vienna... leggi tutto

27 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

chribio1 di chribio1
6 stelle

l'ho appena finito di vedere visto che ieri sera mi mancavano gli ultimi 15' pero',non e' che mi abbia molto appassionato nella visione. Risulta interessante nella parte scenografica della divisione di Vienna in 3 parti e nelle parti notturne della vita nella stessa capitale Austriaca poi,varie peripezie del nostro romanziere,inducono a seguire abbastanza intensamente le varie curiosita' che... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Recensione

noodless94 di noodless94
8 stelle

Vedere città deserte, la notte, in cui è possibile sentire solamente il passo di una persona, è una delle cose che più mi affascinano e mi piacciono di nei film. Se questa città,poi, è Vienna, che io adoro e ho visitato, subito dopo la guerra, tutto è ancora più noir, tutto più misterioso.  "Il terzo uomo" è un ottimo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti

Recensione

laulilla di laulilla
9 stelle

Proiettato recentemente a Torino per qualche giorno nell’edizione restaurata della Cineteca di Bologna che gli restituisce il primitivo splendore (versione originale sottotitolata), questo film è disponibile anche in DVD, in una dignitosa versione italiana. Agli interessati che abbiano l’occasione fortunata di trovarlo in qualche sala, tuttavia, è molto...

leggi tutto
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Disponibile dal 6 aprile 2017 in Dvd a 11,76€
Acquista
Il meglio del 2016
2016

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

Capolavoro del cinema Noir e del cinema tout-court, "Il terzo uomo" è un film che col passare degli anni ha rafforzato il proprio mito. Diretto da un regista competente e intelligente che però, come il Curtiz di "Casablanca", non era un grande autore, probabilmente trae molto del proprio straordinario fascino da una serie di fattori disparati come l'ambientazione nella Vienna...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

La Mancanza

RASSIM di RASSIM

«Al tempio c'è una poesia intitolata "la mancanza", incisa nella pietra. Ci sono 3 parole, ma il poeta le ha cancellate. Non si può leggere la mancanza, solo avvertirla» Da "Memorie di una...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

21thcentury schizoid man di 21thcentury schizoid man
9 stelle

Prendete un ottimo scrittore, Graham Greene, e fategli scrivere una sceneggiatura. Poi radunate un cast di prima grandezza, che comprenda attori del calibro di Joseph Cotten, Alida Valli, Orson Welles e Trevor Howard. Dopodiché ingaggiate un grande direttore della fotografia, Robert Krasker, maestro del chiaroscuro che illumina le scene da par suo, e un talentuoso suonatore di cetra,...

leggi tutto

I'm talking to you!

myHusky di myHusky

A metà fra la finzione e la realtà, un altro strumento capace di attirare l'attenzione dello spettatore, portandolo a riflettere sul contenuto stesso della visione: la voice over. ...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

Carlo Ceruti di Carlo Ceruti
10 stelle

"In Italia, sotto i Borgia, per trent'anni hanno avuto guerre, terrore, assassinii, massacri: e hanno prodotto Michelangelo, Leonardo da Vinci e il Rinascimento. In Svizzera, hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di pace e democrazia, e cos'hanno prodotto? Gli orologi a cucù." questa è la frase che più mi rimane impressa del film: un'impressionante, ambigua e lucida difesa del...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti

Retecapri ore 21.00

luca826 di luca826

Playlist di servizio. Magari qualcuno se ne è già accorto ma su Retecapri (canale 20 digitale terrestre zona Milano) in prima e seconda serata, passano tutti i giorni un ciclo di film classici americani e non,...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012
Il meglio del 2011
2011

Recensione

angelina di angelina
10 stelle

"Ciao Henry,non ho potuto crederlo.Sono stato al tuo funerale." "Un bel funerale mi hanno fatto,vero?" "Sai che cosa è capitato ad Anna?E' stata arrestata." "Non credo che le faranno del male." "Tu puoi aiutarla..." "In questi giorni ho altro per la testa.Che cosa potrei fare?Non vorrai che mi costituisca,voglio sperare." "Non pensi mai alle tue vittime?" "Sai...io perdo la calma a parlare...

leggi tutto

Sceneggiature simmetriche

Dalton di Dalton

L'arte consiste nella libertà. La geometria consiste nella disciplina. Due attività umane estremamente opposte. Eppure, quando esse uniscono le loro forze, possono dar vita a gioielli senza eguali. I ROVESCI...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009

Recensione

OGM di OGM
10 stelle

La cetra è come una chitarra western nella Vienna diroccata dell'immediato dopoguerra. La città asburgica è come una vecchia signora decaduta, che si aggira con passo barcollante, e lanciando occhiate di traverso, fra le rovine delle antiche glorie. Beve e danza per dimenticare, improvvisando ritmi scanzonati ed indossando una pacchiana maschera da fiera. E' una Cassandra...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007
Il meglio del 2006
2006

Recensione

emmepi8 di emmepi8
8 stelle

Film a cui il cinema deve molto, io l'ho visto, in via eccezionale la prima volta, in sala, in una riedizione ed è stato una scoperta da rimanere a bocca aperta, poi lo rivedo ogni tanto in cassetta, anche se non è la stessa cosa. E' tratto da un romanzo di Greene, che stranamente non ho letto, scritto per lo schermo dallo stesso Greene, con il regista/produttore inglese Alexander Korda,...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005

Il BICKLE

Jimmy Dean di Jimmy Dean

si sta trasformando in un provocatore cattivissimo. Ieri sera, in quel di Rastignano, provincia di Bologna, dove abita il BICKLE, sono stato invitato a "prendere posto" al concerto dei SUBSONICA, e malvolentieri,...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003

7 film per 7 generi

nexus 6 di nexus 6

7 film scelti per 7 generi diversi (in ordine Guerra-Fantascienza-Western-Musical-Noir-Drammatico-Thriller). Forse non i "migliori", non i più "belli"...ma certamente tra quelli che più mi hanno colpito!!!Sono...

leggi tutto
Il meglio del 2002
2002

Nero Quaranta

guga di guga

Il periodo d'oro del noir. Gli anni'40. Sette film girati da sette maestri in uno stupendo bianco e nero, con personaggi, scene e battute indimenticabili.

leggi tutto

Recensione

aurtom di aurtom
8 stelle

Uno dei finali più struggenti che mai si siano visti sullo schermo: un lieto fine negato, la rinuncia alla speranza di un amore impossibile, la condanna al perpetuo rimorso per aver dovuto tradire e uccidere un amico. In questo film veniamo posti dinanzi a una storia senza luce, in cui l'ombra di Harry Lime in fuga sembra l'incubo allegorico della tormentata coscienza di Holly, dilaniato tra...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 1951
1951
Il meglio del 1947
1947
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito