Espandi menu

Escobar

Regia di Andrea Di Stefano vedi scheda film

Recensioni

L'autore

ethan

ethan

Iscritto dal 21 luglio 2002 Vai al suo profilo
  • Seguaci 140
  • Post -
  • Recensioni 1514
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Escobar

di ethan
6 stelle

Nick (Josh Hutcherson) e il fratello Brady (Dylan Brady) giungono in Colombia per aprire una scuola di surf: Nick conosce per caso Maria (Claudia Traisac) ed è subito colpo di fulmine. La ragazza però è la nipote del criminale e boss del narcotraffico Pablo Escobar (Benicio Del Toro). Le loro esistenze saranno irrimediabilmente segnate e Nick, anche volendo, non riuscirà ad uscire dalla spirale di violenza in cui viene trascinato da uno dei più grandi boss mondiali nel commercio di stupefacenti.

'Escobar' è il titolo del film d'esordio del romano Andrea Di Stefano, attore dalla discreta filmografia, ma se si fosse intitolato 'Nick' non avrebbe fatto una grinza! Difatti, più che sul tristemente celebre Pablo, la sceneggiatura, scritta anch'essa da Di Stefano, è imperniata sulla figura del giovane che, in un primo momento, viene soggiogato dal fascino malsano e dall'aura di (finto) eroe del popolo, che trasuda dalla figura di Escobar, ma poi, una volta capita l'antifona, è ormai troppo tardi per sfuggirgli.

Il film ne risente così troppo, rimanendo incerto tra una storia sentimentale e la narrazione, lacunosa, della carriera di uno dei gangster più famosi della storia recente: zoppicante nella prima parte, dove analizza la relazione tra Nick e Maria, 'Escobar' risulta più funzionante nella parte puramente gangsteristica-action, in cui si assiste a spietati ed efferati regolamenti di conti, dove i sodali di Escobar non guardano in faccia a nessuno, diretti con una buona mano e senso del ritmo da parte del neo filmmaker.

Intense le prove di Josh Hutcherson e Claudia Traisac nei ruoli degli amanti travolti dalle circostanze avverse, che tuttavia soccombono di fronte alla carismatica prova di Benicio Del Toro il quale, nonostante lo scarso minutaggio, lascia un'impronta rimarchevole nell'economia del film, con una recitazione molto controllata, fatta di poche parole, gesti e sguardi eloquenti.

Voto: 6,5 (v.o.s.).

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati