Questo sito contribuisce alla audience di
    Espandi menu

    Dallas Buyers Club

    • Dallas Buyers Club

    • USA
    • Genere: Drammatico
    • durata 117'
    play

    Regia di Jean-Marc Vallée

    Con Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Jared Leto, Denis O'Hare, Steve Zahn, Michael O'Neill, Dallas Roberts, Griffin Dunne... Vedi cast completo

    altre VISIONI

    Trama

    Nel 1986 a Ron Woodroof (Matthew McConaughey), un elettricista del Texas, viene diagnosticato l'Aids e i medici gli prospettano pochi giorni di vita. Frustrato dalla mancanza di terapie mediche ufficiali e non disposto ad accettare una condanna a morte, Woodroof trova un'ancora di salvezza nell'uso di farmaci illegali e alternativi e crea un giro di contrabbando per renderli disponibili ad altri malati di Aids.

    Approfondimento

    DALLAS BUYERS CLUB: LA VERA STORIA DI RON WOODROOF E DELLA SUA LOTTA ALL'AIDS

    Scritto da Craig Borden e Melisa Wallack e diretto da Jean-Marc Vallée, Dallas Buyers Club ripercorre la storia vera di Ron Woodroof, un elettricista e cowboy omofobico che nel 1986 scopre, per via di uno stile di vita non proprio perfetto, di essere positivo all'Hiv, avendo contratto quella che allora veniva definita "la malattia dei gay", e di avere trenta giorni di vita. Incapace di accettare la sua condanna a morte, Ron si mette sulle tracce di trattamenti e farmaci ancora in via di definizione (in particolare, dell'azidotimidina), arrivando a varcare il confine con il Messico e iniziando, grazie all'incontro con il medico espatriato Vass, una sorta di contrabbando in sfida con la comunità medica e scientifica nazionale.Estraneo alla comunità gay e macho incallito, Ron viene evitato da amici e colleghi di lavoro ma trova un valido aiuto e compagno in Rayon, un transessuale affetto da Aids che condivide la sua stessa voglia di vivere: i due insieme, cercando di evitare le sanzioni contro la vendita di prodotti non approvati e le incursioni delle autorità (FDA e polizia), fondano un buyers club, una specie di club di compratori dove le persone sieropositive dietro pagamento di quote mensili non proibitive hanno accesso a farmaci mai provati prima e molto costosi sul suolo americano. Nel cuore del Texas, Ron finisce così per battersi per la dignità, l'educazione e l'accettazione degli individui affetti da Hiv, riuscendo a vivere al massimo gli anni successivi alla sua diagnosi fino al momento della morte, sopravvenuta nel settembre del 1992.
    A fornire le basi per la sceneggiatura del film è stato Woodroof in persona, che un mese prima di morire ha accettato di incontrare Craig Borden per raccontargli la propria storia con l'idea di realizzarne un film, cosa che sarebbe avvenuta dopo più di venti anni di rinvii, stop e difficoltà produttive.

    I PERSONAGGI PRINCIPALI

    In Dallas Buyers Club ad interpretare il ruolo di Ron Woodroof è l'attore Matthew McConaughey, chiamato a vestire un personaggio definito come un irascibile bastardo con uno spiccato senso dell'umorismo e per il quale è andato incontro a una difficile e sofferta trasformazione fisica. Ron è il classico ragazzo che è facile odiare ma al contempo anche amare: sempre fedele a se stesso, per la propria sopravvivenza, riesce a mettere in piedi un affare che si trasformerà presto in crociata, senza che egli nemmeno ne avesse idea. Contribuendo a salvare la vita di tante persone, Ron cambia anche idee sul mondo omosessuale, dopo aver realizzato che la comunità LGBT da lui tanto criticata è in realtà la sola su cui può far affidamento.A portare sullo schermo il personaggio di Rayon, dotato di molte abilità da "venditore" è invece Jared Leto, anch'egli chiamato a una notevole trasformazione fisica che gli permettesse di risultare credibile nei panni di un transessuale (molto femminile) malato di Aids. Il legame che si instaura tra Ron e Rayon è molto particolare e si basa soprattutto sulle situazioni umoristiche che si creano tra due persone agli antipodi. A differenziarli è anche il diverso carattere: mentre Rayon è costantemente in lotta tra il suo desiderio di vivere e quello di lasciarsi andare, Ron è sempre stato determinato a voler rimanere in vita.
    Jennifer Garner presta il volto al personaggio della dottoressa Eve Saks, l'immunologa che si ritrova a dover rivedere le proprie posizioni di partenza a contatto con Ron. Convinta di voler fare qualcosa di buono e giusto, Eve è una brava persona e, occupandosi di Ron e del vecchio amico Rayon, scopre che ci potrebbero essere altri modi di pensare e di affrontare il trattamento della malattia, cominciando anche lei a sfidare il sistema e a trasformarsi da medico in guaritrice.
    Michael O'Neill impersona Richard Barkley, l'ufficiale dell'FDA con cui Ron si incontra/scontra spesso. Senza essere necessariamente un uomo senza cuore, Barkley ogni volta che incontra Ron lo vede sempre più impegnato nel suo attivismo e testimone del progredire della sua fragilità e del suo dolore ma deve necessariamente rispondere ai suoi doveri professionali.

    25 GIORNI DI RIPRESE

    Girato in 25 giorni, Dallas Buyers Club gode per metà dell'uso di luci artificiali e per metà di luci naturali, permettendo al regista Jean-Marc Vallée - al suo primo film negli Stati Uniti - e al direttore della fotografia Yves Bélanger di usare una fotocamera digitale Arri Alexa e di optare per uno stile quasi da documentario.
    A provvedere alla realizzazione e alla scelta di abiti che possono già essere definiti d'epoca sono stati i costumisti Kurt and Bart (che hanno tratto ispirazione da varie pubblicazioni gay del periodo e si sono sbizzarriti con gli abiti del personaggio di Rayon, vagamente ispirato nel look dalla rock star Marc Bolan) mentre a occuparsi delle scenografie è stato John Paino.
    Il trucco e il parruco sono invece opera delle squadre di Robin Matthews e Adruitha Lee, attente a sottolineare il cambiamento di peso e di aspetto del protagonista Ron.

    Leggi tuttoLeggi meno

    Note

    Storia vera e schiumante rabbia, quella raccontata dal buon Vallée su spartito dei semidebuttanti Borten e Wallack. Gli abomini delle multinazionali incrociano la dimensione individuale del male, in un percorso che ha nel corpo di McConaughey - dimagrito di 25 chili - il contrappunto visivo. Attorno a lui figure archetipiche di un passato prossimo ancora vivo, per un film di scrittura e interpretazioni (superbo McConaughey, brillanti Leto e Garner) la cui regia, pur tenendosi a distanza di sicurezza dalla ribalta, è in grado di esplicitare i sottotesti in poche inquadrature. Trasformando, per esempio, una chiesa in strip club nel semplice passaggio da un primo piano a un campo medio.

    Commenti (8) vedi tutti

    • Pellicola per nulla appassionante !

      leggi la recensione completa di chribio1
    • Un film imperdibile e di forte impatto, per realismo, denuncia sociale, qualità recitativa, ecc.. Ho letto commenti politicamente corretti che si lamentavano della critica contenuta nel film sui medici, case farmaceutiche e FDA. Farebbero meglio a documentarsi sulla loro iniquità che perdura tutt’ora, il regista è stato fin troppo tenero.

      commento di Maciknight
    • Inizia bene, ti coinvolge per circa 40 minuti. Poi diventa un film di denuncia sociale che smorza il ritmo e lascia spazio al genere docu-film farmaceutico. Bravissimi tutti gli attori, niente da dire sul tema scelto ma resta il fatto che ad un certo punto mi sono annoiato. Voto: 6,5

      commento di Antofroncy
    • Argomento triste ma bel film

      commento di corradop
    • Gran bel film, asciutto, vero (con tutte le licenze del caso), con un cast in stato di grazia.

      leggi la recensione completa di tobanis
    • davvero un film duro, difficile da digerire e molto bello. Prova d'attori strepitosa. tiene attaccati alla poltrona.

      commento di elliPi
    • All' FDA piace "fottere", ma esiste chi ha una coscienza e dedica la vita alla Verità e all'Amore.

      commento di Axeroth
    • Grande film e grandi attori! Che sorpresa Mccounaghey, mai visto recitare così! Crudo e sincero. Consigliato.

      commento di GoonieAle
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

    Nel corpo sciupato, quasi scheletrico, nel volto scavato e spigoloso, negli occhi infossati -due fari abbaglianti su quella pelle asfittica, sottile e fragilissima-, si legge la furia amara, laconica, devastante, composta, di chi è consapevole di aver perso. Nel gioco (d’azzardo) della vita. Che, in molti, specifici casi, non concede una seconda chance, quella possibilità di rimontare,... leggi tutto

    35 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    cheftony di cheftony
    6 stelle

    “È risultato positivo...all'HIV. Signor Woodroof, riteniamo che lei abbia ancora all'incirca...trenta giorni di vita.” Texas, luglio 1985: Ron Woodroof (Matthew McConaughey) è un baffuto elettricista amante del rodeo, rude, godereccio e disgustosamente omofobo. Con tutta probabilità a causa di un rapporto non protetto, Ron ha contratto l'HIV e sviluppato l'AIDS, la terribile malattia... leggi tutto

    14 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    EightAndHalf di EightAndHalf
    4 stelle

    Tutto inizia con Jean-Marc Vallée, l'eterno indeciso, sguardo etereo e ambiguo, autore di un C.R.A.Z.Y., nel 2005, che non era niente male e che faceva dell'alternanza di realismo freddo e partecipazione emotiva la sua carta vincente, e autore di questo Dallas Buyers Club in cui non si parla più di un solo protagonista circondato da altri ma di ben tre personaggi principali, la qual cosa... leggi tutto

    2 recensioni negative

    Recensione

    slim spaccabecco di slim spaccabecco
    6 stelle

    Il film, sponsorizzato al massimo, non è che sia proprio un capolavoro. Il capolavoro però lo fa un McConaughey veramente sopra le righe, trasformato nel fisico e nell'anima, che rende il personaggio alla perfezione. Se non ci fosse stata un'interpretazione così il film sarebbbe scivolato via come qualsiasi altra pellicola e nessuno se ne sarebbe ricordato.

    leggi tutto
    Recensione

    Trasmesso il 21 settembre 2016 su Rai Movie

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 19 voti

    vedi tutti

    Recensione

    chribio1 di chribio1
    1 stelle

    Nonostante in questa Pellicola ci siano degli Attori bravi,la Regia ha un Suo tot di Carattere e la Storia sia approfondita con Garbo e con parti piu' Crude e sia incentrata sul Problema dell'Aids negli '80's,tutta la Pellicola m'ha fatto proprio addormentare e spesso nel dormiveglia vedevo solo parti di sesso abbastanza confusionarie e quasi buttate li' e poi sono arrivato alla fine...

    leggi tutto
    Recensione

    Trasmesso il 20 maggio 2016 su Rai 3

    Trasmesso il 17 maggio 2016 su Rsi La1

    Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti

    vedi tutti

    Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    tobanis di tobanis
    8 stelle

    Chi sa se c’è qualcuno che a suo tempo riuscì a prevedere che questo attore aitante che piace molto alle donne, specializzato in commediole romantiche senza pretese, cioè Matthew McConaughey, sarebbe diventato l’eccellente attore che è ora, e che qua offre una prova monumentale. Mi sa di no. Trasformatosi in maniera quasi incredibile, non solo per la...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 4 utenti

    Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    fipi di fipi
    8 stelle

    McConaughey letteralmente mostruoso, e non è la prima volta che mi trovo a pensarlo. Il film è molto bello, affronta senza sconti argomenti come AIDS e omofobia. Temevo fosse straziante e invece pur essendo inevitabilmente doloroso, non indugia alla ricerca del colpo basso a tutti i costi, lascia che la storia scorra, con i suoi molti bassi e qualche momento divertente in cui si...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Il meglio del 2015

    2015

    Recensione

    supadany di supadany
    8 stelle

    Di film sul tema Aids se ne sono visti tanti, ma è anche vero che negli ultimi anni l’attenzione sull’argomento è un po’ scemata (ce lo ricorda anche un extra del dvd dell’unlaids Italia, quando si dice che vedere un film su un supporto è un’altra cosa rispetto allo streaming …), ad ogni modo Jean Marc Vallè trova un (doppio)...

    leggi tutto

    Disponibile dal 7 maggio 2015 in Dvd a 9,49€

    Acquista

    Best of 2014 (Cinema)

    Gangs 87 di Gangs 87

    E come ogni fine/inizio anno mi trovo a fare il bilancio dei film che ho gustato nei dodici mesi precedenti alla data di "giudizio". Ricco è stato l'anno trascorso di visioni che hanno ampliato la mia cultura...

    leggi tutto
    Playlist

    Il meglio del 2014

    2014

    Disponibile dal 19 giugno 2014 in Dvd a 9,99€

    Acquista

    Recensione

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

    Nel corpo sciupato, quasi scheletrico, nel volto scavato e spigoloso, negli occhi infossati -due fari abbaglianti su quella pelle asfittica, sottile e fragilissima-, si legge la furia amara, laconica, devastante, composta, di chi è consapevole di aver perso. Nel gioco (d’azzardo) della vita. Che, in molti, specifici casi, non concede una seconda chance, quella possibilità di rimontare,...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 27 gennaio 2014

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    port cros di port cros
    8 stelle

    La storia vera dell'elettricista Ron Woodroof, tipico "redneck" texano rozzo e omofobo che a metà degli anni 80 si scopre affetto da HIV e vittima dei pregiudizi dei suoi ex-amici, che la considerano "la peste dei gay". Ron, emarginato dal mondo a cui apparteneva e provato dalle cure ineffici e dannose che riceve in ospedale, trova la forza di cambiare completamente prospettiva fino a...

    leggi tutto
    Dallas Buyers Club valutazione media: 7.2 51 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito