Trama

Meticoloso e organizzato al punto da rasentare l'ossessione, John May (Eddie Marsan) è un lavoratore comunale incaricato di rintracciare il parente più vicino di coloro che sono morti in piena solitudine, entrando a pieno nei dettagli delle loro esistenze. Quando il reparto per cui lavora viene sottoposto a dei tagli, John deve sforzarsi per portare a termine il suo ultimo caso, andando incontro a un liberatorio viaggio che gli permetterà infine di cominciare a vivere appieno la sua vita.

Note

Pasolini lavora in sottrazione, con una messa in scena minimale e trattenuta quanto i sentimenti del suo protagonista: al resto ci pensa Eddie Marsan, eterno caratterista, sempre maiuscolo in ruoli minori, che qui regala al suo piccolissimo uomo un’interpretazione gigantesca. Nei panni di un personaggio che parla poco e non alza mai la voce, ogni sopracciglio sollevato, ogni labbro contratto diventano precisa punteggiatura di un discorso silente e disegnano un paesaggio interiore sterminato. Favola nerissima che passeggia lieve a braccetto con la morte, "Still Life" è un’amara riflessione (addolcita, forse troppo, solo dall’inquadratura finale) sul posto che occupiamo nel mondo e su quello che occuperemo sotto terra.

Commenti (7) vedi tutti

  • Film che parla della morte, ma lievemente parla anche di amicizia, di lavoro, di famiglia, di amore, insomma di vita. Voto 9.

    commento di paosca
  • appena visto in tv, film molto triste ma non rimpiango assolutamente il tempo impiegato nel vederlo!

    commento di senzamacchia
  • ...John cerca di ridare una storia ai morti di cui nessuno si occupa...ma è un lavoro che non interessa a nessuno...un buon film, inusuale e intrigante...

    leggi la recensione completa di fratellicapone
  • Bello, molto poetico

    commento di corradop
  • Ricorda la Morte e nient'altro di Tavernier. Film sulla morte recitato con grande garbo. In alcune parti si perde, ma nel finale a sorpresa si riprende. Raccontare fa rivivere.

    commento di ENNAH
  • Una poesia di grande cinema.

    leggi la recensione completa di siro17
  • Bellissimo, toccante, struggente, meravigliosamente interpretato, e con uno dei finali più belli del cinema degli ultimi anni. Non amare questo film, pur così triste a un primo sguardo, significa non amare la vita.

    commento di bertolt
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
8 stelle

“(…) Ho scelto Still life come titolo di questa mia ultima fatica per la molteplicità di significati che si porta dietro questa semplice frase nella lingua inglese: non solo “natura morta” dunque, ma anche “ancora vita”, che è proprio quello che più mi ha ispirato, o ancora “vita ferma”, o addirittura “vita fotografata”: una multi-semanticità insomma particolarmente... leggi tutto

38 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

bufera di bufera
6 stelle

STILL LIFE, del regista italiano Uberto Pasolini, ha guadagnato  un altro  premio per la migliore regia al suo autore, nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia 2013 ( l’altro era stato dato nel 2008 per Machan).  L’ecletticità, la grande cultura, la cerebralità di questo eccellente regista, che vive e lavora in Inghilterra, sono inoppugnabili e infatti non sbaglia mai un colpo.... leggi tutto

4 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

hupp2000 di hupp2000
4 stelle

Passi il minimalismo come forma cinematografica, uno stile narrativo che può anche dar luogo a grandi realizzazioni. Guai, invece, se da forma il minimalismo diventa contenuto. E’ quanto avviene secondo me con questo avvilente film inglese. Ad un piccolo funzionario comunale è affidato un incarico che più inutile non riesco ad immaginare: organizzare i funerali di... leggi tutto

2 recensioni negative

il mese dei morti

panunzio di panunzio

(per quella candida vecchia contessa  che non si muove più dal mio letto  per estirparmi l'insana promessa  di riservarle i miei numeri al lotto  non vedo l'ora di andar fra i...

leggi tutto
Playlist
Disponibile dall'8 settembre 2017 in Dvd a 9,50€
Acquista

Recensione

jonas di jonas
8 stelle

John May è un omino grigio e meticoloso, fa l’impiegato comunale a Londra e da 22 anni ha l’incarico di rendere le estreme onoranze a chi è morto senza lasciare nessuno al mondo: come il Bartleby del racconto di Melville, addetto allo smaltimento delle lettere non recapitate, entra quotidianamente in contatto con esistenze incompiute e vi vede rispecchiata la propria...

leggi tutto

Recensione

germarco di germarco
8 stelle

E' un film che ci avvicina con molta delicatezza a tutte quelle persone che vivono e soprattutto muoiono in solitudine, senza essere ricordati o rimpianti da nessuno. La vicenda ruota attorno alla figura di un - mi pare - quarantaquattrenne, ordinato e meticoloso, anche lui un tipo solitario, che ha trascorso metà della sua vita svolgendo, per conto di un municipio inglese, questa...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 18 voti
vedi tutti
Trasmesso il 28 maggio 2017 su Rai 5

Recensione

fratellicapone di fratellicapone
8 stelle

  Un film sospeso tra la vita e la morte che camminano parallele come i binari. John è un uomo insignificante di mezz’età che ha un lavoro stranissimo: rintracciare i parenti di quelli che muoiono in completa solitudine e che vengono trovati magari morti in casa dopo giorni e giorni. In una grande città, siamo a Londra, questo succede e, purtroppo, succede...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Trasmesso il 23 maggio 2017 su Rai 5
Trasmesso il 2 maggio 2017 su Rai 5
Trasmesso il 18 marzo 2017 su Rai Movie
Trasmesso il 10 marzo 2017 su Rai Movie
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso il 19 febbraio 2017 su Rai Movie
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Recensione

UgoCatone di UgoCatone
8 stelle

Film sensibile con una interpretazione davvero toccante del protagonista. Il tema è delicato e trattato con grande umanità e, soprattutto, riesce a coinvolgere chiunque abbia avuto sia personalmente che per esperienza altrui conoscenza di fatti analoghi. Va riconosciuto un sentito e doveroso ringraziamento a tutti coloro che si trovano ad assolvere un compito così tragico...

leggi tutto
Recensione
Il meglio del 2016
2016

Recensione

dollyfc di dollyfc
7 stelle

E' un film coraggioso . Questo è il primo pensiero a fine visione . Coraggioso perchè tratta un argomento difficile e perchè in qualunque modo si scelga di raccontare  la storia si rischia di scadere nel patetico o nel consolatorio ... Come non bastasse  il protagonista ha di per sé i suoi bravi problemi esistenziali.      Dunque...

leggi tutto

Anche i cinefili piangono

MarioC di MarioC

Si ha sempre paura delle lacrime. E non si dovrebbe. Sarà che gli anni passano, le certezze diminuiscono, i ricordi urlano (anche quelli belli): negli ultimi tempi mi scopro a commuovermi diverse volte...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
7 stelle

L'italo-britannico Uberto Pasolini dirige un insolito dramma su un impiegato del Municipio londinese che svolge un insolito lavoro: deve rintracciare parenti e conoscenti di persone morte in solitudine per convincerli a partecipare al loro funerale. Il signor May cercherà di fare tutto il possibile per convincere i parenti di un certo Billy Stoke a partecipare alla cerimonia, ma un...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

spopola di spopola
8 stelle

“(…) Ho scelto Still life come titolo di questa mia ultima fatica per la molteplicità di significati che si porta dietro questa semplice frase nella lingua inglese: non solo “natura morta” dunque, ma anche “ancora vita”, che è proprio quello che più mi ha ispirato, o ancora “vita ferma”, o addirittura “vita fotografata”: una multi-semanticità insomma particolarmente...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

bufera di bufera
6 stelle

STILL LIFE, del regista italiano Uberto Pasolini, ha guadagnato  un altro  premio per la migliore regia al suo autore, nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia 2013 ( l’altro era stato dato nel 2008 per Machan).  L’ecletticità, la grande cultura, la cerebralità di questo eccellente regista, che vive e lavora in Inghilterra, sono inoppugnabili e infatti non sbaglia mai un colpo....

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 9 dicembre 2013
Il meglio del 2012
2012
Controvenezia

Controvenezia

E' stato splendido leggere l'avventura di Cinerepublic a Venezia. Non il contrario, però. Manco dal Lido da due anni. Ma, a giudicare dai racconti,... segue

Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito