Espandi menu

    Trama

    Meticoloso e organizzato al punto da rasentare l'ossessione, John May (Eddie Marsan) è un lavoratore comunale incaricato di rintracciare il parente più vicino di coloro che sono morti in piena solitudine, entrando a pieno nei dettagli delle loro esistenze. Quando il reparto per cui lavora viene sottoposto a dei tagli, John deve sforzarsi per portare a termine il suo ultimo caso, andando incontro a un liberatorio viaggio che gli permetterà infine di cominciare a vivere appieno la sua vita.

    Commento

    Pasolini lavora in sottrazione, con una messa in scena minimale e trattenuta quanto i sentimenti del suo protagonista: al resto ci pensa Eddie Marsan, eterno caratterista, sempre maiuscolo in ruoli minori, che qui regala al suo piccolissimo uomo un’interpretazione gigantesca. Nei panni di un personaggio che parla poco e non alza mai la voce, ogni sopracciglio sollevato, ogni labbro contratto diventano precisa punteggiatura di un discorso silente e disegnano un paesaggio interiore sterminato. Favola nerissima che passeggia lieve a braccetto con la morte, "Still Life" è un’amara riflessione (addolcita, forse troppo, solo dall’inquadratura finale) sul posto che occupiamo nel mondo e su quello che occuperemo sotto terra.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    spopola di spopola
    8 stelle

    “(…) Ho scelto Still life come titolo di questa mia ultima fatica per la molteplicità di significati che si porta dietro questa semplice frase nella lingua inglese: non solo “natura morta” dunque, ma anche “ancora vita”, che è proprio quello che più mi ha ispirato, o ancora “vita ferma”, o addirittura “vita fotografata”: una multi-semanticità insomma particolarmente... leggi tutto

    17 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    bufera di bufera
    6 stelle

    STILL LIFE, del regista italiano Uberto Pasolini, ha guadagnato  un altro  premio per la migliore regia al suo autore, nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia 2013 ( l’altro era stato dato nel 2008 per Machan).  L’ecletticità, la grande cultura, la cerebralità di questo eccellente regista, che vive e lavora in Inghilterra, sono inoppugnabili e infatti non sbaglia mai un colpo.... leggi tutto

    4 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    efffe di efffe
    2 stelle

    Una pellicola sciatta, assurda, anemica come i suoi morti. Taglio televisivo, musica ridondante, luoghi comuni come se piovesse, personaggi caricaturali, regia assente e, soprattutto, uno dei finali più ridicoli e brutti degli ultimi anni. Un film pretenziosamente leggero come un macigno. Consiglio al regista: continui a fare il produttore. leggi tutto

    1 recensioni negative

    Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Recensione

    bertolt di bertolt
    10 stelle

    Bellissimo, toccante, struggente, meravigliosamente interpretato, e con uno dei finali più belli del cinema degli ultimi anni. Non amare questo film, pur così triste a un primo sguardo, significa non amare la vita.

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Peppe Comune di Peppe Comune
    7 stelle

    John May (Eddie Marsan) è un impiegato comunale che si occupa di preparare i  funerali di persone rimaste sole. Assolve con meticolosa ossessività il suo lavoro, arrivando a catalogare in un album le foto di tutti i morti di cui si occupa e a spingersi ben oltre il limite che gli sarebbe consentito nella ricerca di quanti possano essere interessati alla celebrazione delle...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 7 utenti

    Disponibile dal 22 maggio 2014 in Dvd a 16,99€

    Acquista

    Recensione

    un.uno.37 di un.uno.37
    6 stelle

    Un uomo che non ha una vita svolge un lavoro che lo mette in costante contatto con la morte. Altrui. Impiegato presso un ufficio municipale che si occupa di registrare i decessi di persone sole ed eventualmente contattare parenti o conoscenti in vista dei funerali, il protagonista della vicenda narrata in Still Life è un uomo altrettanto solo e ignorato, dedito con perizia al suo lavoro...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 9 voti

    vedi tutti

    Recensione

    NOODLES98 di NOODLES98
    6 stelle

    Still Life. Natura morta. Quella dei morti che John May cerca di traghettare in un'aldilà più felice, nonostante la loro spiccata solitudine in vita. Vita ferma, monotona. Quella dello stesso John May, così attaccato al suo lavoro, nel quale ci mette tutta la passione del mondo, circondato dai suoi morti. Ancora vita. Quella che vorrebbe ricomiciare il protagonista nel...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    Mulligan71 di Mulligan71
    7 stelle

    Il salto di Pasolini, nessuna parentela, da produttore di certa fama a regista, è sicuramente positivo. Esordisce, infatti, con questo film lieve, che pur parlando di morte, dice molto sulla vita, con un tono sommesso e delicato. Qui, a mio avviso, casca l'asino: la storia è fin troppo trattenuta, di una consistenza che sfiora l'impalpabilità, fantasmatica, e si fatica un...

    leggi tutto

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Recensione

    michel di michel
    10 stelle

    Un'impiegato comunale reso superfluo dalla grande opera di razionalizzazione in atto, tenta di ricucire i legami affettivi attorno a un uomo morto in solitudine. L'ometto è bizzarro, silenzioso, sensibilissimo, debordante di umanità in un mondo inumano; come il film.

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 13 voti

    vedi tutti

    Recensione

    spopola di spopola
    8 stelle

    “(…) Ho scelto Still life come titolo di questa mia ultima fatica per la molteplicità di significati che si porta dietro questa semplice frase nella lingua inglese: non solo “natura morta” dunque, ma anche “ancora vita”, che è proprio quello che più mi ha ispirato, o ancora “vita ferma”, o addirittura “vita fotografata”: una multi-semanticità insomma particolarmente...

    leggi tutto

    Recensione

    LorCio di LorCio
    7 stelle

    C’è qualcosa che non mi convince dentro Still Life. Eppure non riesco a trovarvi mancanze enormi. È un film oggettivamente bello. So che trattasi di apoteosi del controsenso, ma è un bel film. La confezione, innanzitutto, fa ben intendere la capacità dell’italiano d’Inghilterra Uberto Pasolini di calarsi nelle atmosfere del miglior cinema britannico. La pulizia di una messinscena...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    omero sala di omero sala
    8 stelle

    Il diligente impiegato John May (Eddie Marsan), patologicamente abitudinario e maniacalmente meticoloso nel suo lavoro, svolge per il comune di Londra l’incarico di identificare i cadaveri di sconosciuti morti in solitudine, rintracciarne i parenti e organizzare le esequie. Nell’espletare questa penosa incombenza, resa complessa dal fatto che i suoi defunti “clienti” sono invisibili...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Recensione

    ROTOTOM di ROTOTOM
    8 stelle

    Premio alla regia della sezione Orizzonti alla 70 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, Still Life di Uberto Pasolini è un piccolo gioiello di intelligenza e poesia che tratta un tema delicato, quella della morte, non sempre affrontato con sensibilità.  Parlando di morte è facile  scadere nel patetismo o erompere  verso la farsa esorcizzante.  Il film di Pasolini invece rimane in...

    leggi tutto

    Recensione

    Cantagallo di Cantagallo
    8 stelle

    Cosa conferisce valore a un gesto, la sua utilità pratica, l’apprezzamento di chi lo riceve, l’approvazione di chi vi assiste? E se queste possibilità di riscontro vengono meno e rimane solo un individuo con la sua volontà di agire, questo basta a dare significato a quel gesto?   E’ ciò che succede quotidianamente all’impiegato comunale John May, che predispone e assiste alle...

    leggi tutto

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    bufera di bufera
    6 stelle

    STILL LIFE, del regista italiano Uberto Pasolini, ha guadagnato  un altro  premio per la migliore regia al suo autore, nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia 2013 ( l’altro era stato dato nel 2008 per Machan).  L’ecletticità, la grande cultura, la cerebralità di questo eccellente regista, che vive e lavora in Inghilterra, sono inoppugnabili e infatti non sbaglia mai un colpo....

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 9 dicembre 2013

    Il meglio del 2012

    2012
    Controvenezia

    Controvenezia

    E' stato splendido leggere l'avventura di Cinerepublic a Venezia. Non il contrario, però. Manco dal Lido da due anni. Ma, a giudicare dai racconti,... segue

    Il meglio del 2002

    2002
    Still Life valutazione media: 7.5 22 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito