Trama

Ogni giorno Wadjda passa davanti a un negozio di giocattoli e si ferma a guardare la bella bicicletta verde in vetrina. Anche se alle ragazze islamiche è proibito andare in bicicletta, Wadjda sogna di comprarla e per raccogliere i soldi necessari escogita un piano, cominciando a vendere a scuola nastri musicali registrati e aiutando una ragazza più grande a incontrare un ragazzo. Il suo piano però non funziona e a lei non resta che cogliere al balzo una nuova occasione: partecipare a un concorso di lettura del Corano con in palio una cospicua somma di denaro. Con l'astuzia, cercherà un modo per sconfiggere i rivali e arrivare prima.

Note

Primo film girato integralmente in Arabia Saudita (con l’ausilio di capitali tedeschi) e primo a essere diretto da una donna (con walkie talkie dal retro di un camioncino, quando necessario per sfuggire alle denunce), "La bicicletta verde" è una piccola grande opera di dolce e penetrante realismo. Visto alle sezione Orizzonti di Venezia 2012.

Commenti (7) vedi tutti

  • Interessante anche se durante il film si prova una gran rabbia nel vedere come le donne vengono represse in questo paese fondamentalista islamico (probabilmente Arabia Saudita?). Non mi ricordo chi disse che il grado di civiltà di un paese si misura da come tratta le donne.

    commento di Artemisia1593
  • Sta all'uomo imparare a resistere al fascino di un bel paio di caviglie scoperte e alle fluenti chiome...

    leggi la recensione completa di Brady
  • SE si vuole veramente qualcosa ,si fa qualsiesi sacrificio per ottenerla ,qualunque sia la strada .

    commento di natalevero
  • Un film semplice e denso dove la leggerezza dello stile narrativo conferisce spessore al contenuto. Un tenue filo di speranza in una realtà oppressiva e umiliante, che nel nome della religione sottrae alle donne qualsiasi autonomia sociale. Il coraggio di una bambina che rivendica il suo diritto alla libertà di esistere.

    commento di leoposner
  • Storia semplice ed esemplare che per mezzo della bicicletta verde del titolo si trasforma in una bellissima parabola sulla libertà.

    leggi la recensione completa di marcopolo30
  • Trasgressivo nelle tematiche (per la parte del globo in cui è stato girato), ma non completamente risoluto nel delineare i personaggi nei momenti ove si dovrebbe fare chiarezza su certi pindarici risvolti, "Wadjda" concede, in ogni caso, dei gradevolissimi, spezzettati frùstoli di pathos.

    commento di Stefano L
  • Una grande opera prima. Sulla determinazione. Sui sogni. Sull'essere donna. Sulla rivoluzione. Un film che trasmette forza e fame di vita.

    commento di garfino74
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

bufera di bufera
8 stelle

LA BICICLETTA VERDE è il primo lungometraggio girato in Arabia Saudita, nella capitale Riyad, dalla prima regista saudita, Haifaa Al-Mansour, ed ha riscosso notevole successo all’ultimo Festival di Venezia. Gli interpreti sono più che altro donne e agli uomini sono riservati piccoli ruoli di sfondo. La protagonista Wadjda è interpretata da una dodicenne dai lunghi capelli corvini, con un... leggi tutto

18 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

giancarlo visitilli di giancarlo visitilli
6 stelle

Wadjda è una bambina di 10 anni che vive alla periferia di Riyadh, la capitale Saudita. Nonostante viva in un mondo tradizionalista, Wadjda è una bambina amabile, ribelle, polemica ma ironica, ingegnosa e scaltra, che calza scarpe da ginnastica, ascolta musica rock, preferendola a quella della scuola, con i canti di gruppo dei versi sacri. Lei è decisa a superare i limiti imposti dalla sua... leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Trasmesso l'11 giugno 2017 su Iris

Recensione

Brady di Brady
7 stelle

Un piccolo esempio di quelle che a noi sembrano... e sono!! delle assurdità macroscopiche del mondo arabo. Bigamia, donne come schiave senza diritti, ma, forse peggio, la meschinità di come vengono trattate ed il bigottismo che rimane radicato anche grazie alle donne stesse che si autoalimenta. Il sadismo al femminile raggiunge risultati epici ed irriducibili frutto sicuramente...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Trasmesso il 23 aprile 2017 su Tv 2000
Trasmesso il 2 aprile 2017 su Iris
Trasmesso il 2 marzo 2017 su Iris
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

La piccola Wadjda (Waad Mohammed) desidere avere una bicicletta come il suo compagno di giochi Abdullah (Abdullrahman Al Gohani). Ma in Arabia Saudita è fatto assoluto divieto alle donne di andare in bici. Wadjda non demorde e conserva i soldi per potersene comprere una. Nella sua scuola bandiscono un concorso incentrato sulla recita del Corano ed alla prima classificata sarà...

leggi tutto
Recensione
Utile per 11 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

supadany di supadany
8 stelle

“La bicicletta verde” è un’opera importante per molteplici motivi; in primo piano, quello oggettivo ed insindacabile, perché è il primo film diretto da una donna in Arabia Saudita (il che ha creato parecchie difficoltà alle riprese), in secondo luogo perché si tratta di una storia sincera e forte che senza alzare la voce riesce a toccare i...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

ethan di ethan
8 stelle

Il nostro titolo sposta l'attenzione sull'oggetto del desiderio, appunto 'La bicicletta verde', della piccola 'Wadjda' - titolo originale della pellicola - protagonista della storia ambientata a Riyad, capitale dell'Arabia Saudita, paese ricco di risorse naturali, come petrolio e gas naturale, ma tra i più arretrati per quanto riguarda la posizione della figura femminile all'interno della...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

bufera di bufera
8 stelle

LA BICICLETTA VERDE è il primo lungometraggio girato in Arabia Saudita, nella capitale Riyad, dalla prima regista saudita, Haifaa Al-Mansour, ed ha riscosso notevole successo all’ultimo Festival di Venezia. Gli interpreti sono più che altro donne e agli uomini sono riservati piccoli ruoli di sfondo. La protagonista Wadjda è interpretata da una dodicenne dai lunghi capelli corvini, con un...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 3 dicembre 2012
Il meglio del 2000
2000
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito