Espandi menu

    Trama

    Il banditore d'asta Simon (James McAvoy), in combutta con la banda di criminali capitanata dal boss della malavita Franck (Vincent Cassel), organizza l'audace furto di un capolavoro di Goya durante un'importante asta pubblica. Poiché dopo aver messo a segno la rapina Simon tenta di far il doppiogioco, Franck lo colpisce in maniera violenta, lasciandolo privo di sensi. Al risveglio, Simon si ostina a ripetere che per via del colpo ricevuto non ricorda più dove ha nascosto il quadro. Nel tentativo di fargli ritornar la memoria, Franck si vede costretto a richiedere l'aiuto della carismatica ipnoterapeuta Elizabeth (Rosario Dawson). Man mano che le sedute ipnotiche procedono, la psiche confusa di Simon comincia ad alternare fantasia e realtà, rendendo la situazione più difficile e pericolosa del previsto.

    Commento

    A rotta di collo, coup de théâtre dopo coup de théâtre, Boyle spinge il film di rapina tarantinato alla Guy Ritchie verso i labirinti mentali di Nolan. Ma c’è di più. Boyle propone un rebus cerebrale metanfetaminico che guarda a occhi spalancati il quadro rubato nel film, "Volo di streghe", opera macabra, enigmatica e ridente su figure e stereotipi della superstizione (e della religione) del tardo 700. Così la furia bulimica di "In trance" cerca di mettere in crisi - tra narratori inaffidabili e inverosimiglianze - luoghi comuni di genere e gender (ed è meraviglioso il femminino Rosario Dawson). Come fosse un "Volo di streghe" oggi, al tempo delle immagini euforiche, abbaglianti e dimenticabili che scorrono dementi su un iPad. E come fosse la versione triviale e pop di "Antichrist", vestita da film rompicapo di facile consumo. Una critica ambiziosa e un sintomo dei tempi.

    Recensioni

    La recensione più votata è positiva

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

    Quale il legame tra una storia d’amore (o presunta tale) il furto di un celebre quadro di Goya (“il primo pittore della mente”) ed una full immersion in sedute d’ipno(si)terapia? Al singolo spettatore l’arduo mica tanto, piuttosto assai gustoso, onore di unire con la (forza della) mente la miriade di puntini - disseminati nella vastità ruggente e affascinante del grande schermo di... leggi tutto

    7 recensioni positive

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    Kurtisonic di Kurtisonic
    6 stelle

    L’inizio di In trance è nel segno del più classico thriller d’azione, il furto di un’opera d’arte con l’uso dei binomi più facili, il buono e il cattivo, l’oggetto-valore a cui entrambi tendono, per poi discostarsene piuttosto in fretta come se il regista D.Boyle volesse indirizzare il suo e il nostro sguardo su un altro cinema che fino ad oggi non lo aveva contraddistinto. Non... leggi tutto

    15 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle negative

    M Valdemar di M Valdemar
    2 stelle

    Il peloso esercizio di stile di Danny Boyle. All'ultimo, definitivo letale colpo di scena, dopo che già ce ne sono stati una buona disgustosa dozzina, quasi si stenta a credere che partano, come per grazia ricevuta, i titoli di coda. Pensi che, dopotutto, la dannata subdola presa per il culo - ché di questo si tratta - possa ancora continuare. Non resta che uscire, anzi scappare, dalla... leggi tutto

    6 recensioni negative

    Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 9 voti

    vedi tutti

    Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 4 voti

    vedi tutti

    Nel mese di luglio questo film ha ricevuto 11 voti

    vedi tutti

    Recensione

    bertolt di bertolt
    1 stelle

    Brutto, veramente brutto, uno dei film più brutti che si siano visti ultimamente e non solo ultimamente. Esercizio di stile? Sì, ma come lo sono gli spot pubblicitari, che perlomeno non sono così pretenziosi e durano solo trenta secondi. Danny Boyle si riconferma regista ultrasopravvalutato, dovrebbe dimenticare la passione per gli effettacci inutili e imparare come si...

    leggi tutto
    Recensione

    Recensione

    dareiusee8vtec di dareiusee8vtec
    4 stelle

    In trance è un thriller psicologico diretto da D. Boyle dove regnano l'imbarazzo e l'inverosimiglianza. Boyle vorrebbe spaesare(e affascinare) lo spettatore con il pretesto del labirinto della mente scavando sempre più a fondo nei ricordi del protagonista,crea un pasticcio. Quello che se ne ricava è un susseguirsi di colpi di scena fastidiosi dove il regista...

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 12 voti

    vedi tutti

    Recensione

    gigilapeste40 di gigilapeste40
    5 stelle

    Come giudizio finale ho dato due stelle e mezza: una per gli straordinari occhi di James McAvoy, l'altra per il suo altrettanto straordinario culo visto che a un certo punto ce lo sbattono quasi in faccia! Sempre ammesso che entrambi non siano ritoccati! A parte gli scherzi, il film non offre molto di più. C'è una ipnotista un po' (tanto) cialtrona che si impossessa della mente...

    leggi tutto
    Recensione

    Recensione

    ezio di ezio
    5 stelle

    Eccolo qua il classico thriller-film che si apprezza di piu' per quello che fa vedere che per quello che dice.Non e' un gioco di parole,ma tra novita' tecnologiche sofisticate e un po' di tarantinate in fondo il contenuto passa un po' in secondo piano....eccetto la Rosario Dawson in pieno nudo integrale.....depilato....

    leggi tutto
    Recensione

    Recensione

    PrivateJoker84 di PrivateJoker84
    6 stelle

    Danny Boyle partorisce un film di notevole grazia formale: giochi di specchi e rifrazioni onnipresenti sottolineano a dovere un intreccio di illusioni e abbagli introdotti dalla mise en abyme dei quadri di Rembrandt e Goya attorno a cui si sviluppa la trama di questo psico-heist movie. La fotografia di Dod Mantle crea una variopinta messa in scena tinta di colori elettrici, come...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 3 utenti

    Recensione

    GanaJuza di GanaJuza
    6 stelle

    6,5 Thriller con solito puzzle psicologico dove a mano a mano lo spettatore raccoglie informazioni ed inizia a ricostruire la vicenda. Film alla Nolan per capirsi (anche se Christopher rimane decisamente su un gradino più alto). Il risultato, per quanto Boyle rimanga maestro nell'impachettare per bene i suoi film, è discreto ma non è così avvincente. 

    leggi tutto
    Recensione

    Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti

    vedi tutti

    Recensione

    NCC1701 di NCC1701
    8 stelle

    Divertentissima commedia d'azione, che non ti lascia un attimo di respiro, piena di colpi di scena e con un crescendo finale davvero stupefacente. Rosario Dawson è bravissima e stupenda e la sua figura 'senza veli' vale da sola la visione del film. 

    leggi tutto

    Recensione

    ChelaRossa di ChelaRossa
    10 stelle

    Ok parliamo di questo thriller inaspettato non tanto per la messa in scena che può ricordare inception (il protagonista che ripercorre ricordi reali e non reali) ma nei contenuti. Se nel film di Nolan faticosamente si tirano fuori concetti concreti qui in "Trance" Danny Boyle riesce a creare un film su ribaltamenti dei ruoli facendoci affezionare a personaggi e poi a farceli disprezzare dando...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Il meglio del 2013

    2013

    Il 2014 SARA' PAZZESCO...

    LAMPUR di LAMPUR

    Ci avviciniamo finalmente all'ora X. Anche chi ha vagamente disertato il sito per cercare ebbrezza in altre esperienze (indovinate di chi parlo?), spera in grandissime novità di restyling e di ricompattamento....

    leggi tutto

    Recensione

    amandagriss di amandagriss
    8 stelle

    Quale il legame tra una storia d’amore (o presunta tale) il furto di un celebre quadro di Goya (“il primo pittore della mente”) ed una full immersion in sedute d’ipno(si)terapia? Al singolo spettatore l’arduo mica tanto, piuttosto assai gustoso, onore di unire con la (forza della) mente la miriade di puntini - disseminati nella vastità ruggente e affascinante del grande schermo di...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 26 agosto 2013

    Il meglio del 2002

    2002
    In Trance valutazione media: 5.9 28 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito