Questo sito contribuisce alla audience di
    Espandi menu

    Total Recall - Atto di forza

    Trama

    In un futuro prossimo, nonostante ami la moglie Lori (Kate Beckinsale), Douglas Quaid (Colin Farrell) sente la necessità di dover cambiar vita e cancellare per sempre i ricordi di un'esistenza frustante. Sogna di poter vivere un'esperienza eccitante e piena di adrenalina e la Rekall, una società che promette di far divenire realtà ogni fantasia, sembra fare al caso suo. Decide così di sottoporsi a un esperimento che possa regalargli i ricordi di un'esperienza da sogno ma, durante la sessione, la procedura di installazione della nuova memoria si intoppa e lo catapulta in una nuova e pericolosa realtà. Con alle costole Cohaagen, il cancelliere dell'Unione Federale che lo vuole catturato e impossibilitato all'azione, Douglas è costretto ad allearsi con una giovane combattente ribelle (Jessica Biel) e rintracciare il capo della resistenza clandestina (Bill Nighy) pur di salvare se stesso e il destino del mondo intero.

    Approfondimento

    ATTO DI FORZA SULLA TERRA

    Con un protagonista in bilico tra la realtà e i ricordi, Total Recall è l'adattamento del racconto Ricordiamo per voi (aka Memoria totale) di Philip K. Dick, già portato sullo schermo nel 1990 in Atto di forza, con protagonista Arnold Schwarzenegger. L'idea di re-immaginare l'universo di Dick viene al produttore Toby Jaffe nel 2008, quando rileggendo il racconto realizza che personaggi e storia presentavano molti aspetti rimasti oscuri e ancora da indagare. Seppur pubblicata negli anni Sessanta, l'opera di Dick apre uno squarcio su differenti domande ancora attuali. L'idea geniale di impiantare una nuova memoria nella testa di qualcuno pone infatti interrogativi su cosa sia veramente la memoria, come operi e soprattutto come immagazzina i dati su cosa sia veramente successo in passato. Jaffe ne affida la regia a Len Wiseman, il cui nome è noto per aver diretto i primi due episodi della saga di Underworld (Underworld e Underworld Evolution) e Die Hard. Vivere o morire e per essere a capo del dipartimento artistico che ha curato la postproduzione di alcuni blockbuster fantascientifici come Independence Day e Stargate. Mantenendo l'ambientazione futuristica del racconto di Dick, Wiseman sceglie di creare un ibrido tra il thriller psicologico e il film d'azione. Sebbene Dick avesse ambientato la vicenda su Marte, Wiseman sceglie invece di mantenere l'azione sul pianeta Terra, dominata in un futuro prossimo da due grandi stati nazionali, l'Unione Federale di Bretagna e la Colonia. In questo nuovo contesto si muove l'operaio Douglas Quaid, il cui viaggio mentale di relax offerto dalla Rekall si trasforma in un incubo senza fine.

    IDENTITÀ DOPPIE

    Per interpretare il protagonista Quaid, Len Wiseman ha scelto Colin Farrell. Quaid è un uomo normale, un semplice operaio che non sta vivendo la vita che vorrebbe invece vivere. Scontento di ciò che gli ha riservato il destino, Quaid ha un brusco risveglio quando si rende conto che dopo il viaggio virtuale non ha più idea di chi sia, intrappolato in una nuova identità che altera la sua percezione della realtà e apre la strada ad una guerra tra il suo Io e Super Io. Mentre lui continua a credere di essere un brav'uomo, tutti intorno a lui cercano di convincerlo del contrario minando il suo equilibrio emotivo e psicologico. Nella sua battaglia personale, Quaid è circondato da due personaggi femminili molto forti: Lori e Melina. Lori è la moglie di Quaid, apparentemente amorevole ma capace di trasformarsi in killer spietata. Il ruolo è stato affidato a Kate Beckinsale, al suo terzo film da protagonista femminile sotto la regia del marito Len Wiseman. Ad attrarre l'attrice è stata soprattutto la dualità del personaggio: Lori le consente infatti di cimentarsi per la prima volta con la parte dell'antagonista, una "cattiva" convinta però di essere dalla parte del giusto. Melina, invece, fa la sua prima comparsa negli incubi ricorrenti di Quaid per poi palesarsi in carne e ossa per aiutarlo a riscoprire la cancellata vita precedente. Per interpretare Melina, Wiseman ha voluto un'attrice capace di sopportare gli sforzi fisici del personaggio e che avesse una qualche somiglianza con la Beckinsale. La scelta è ricaduta su Jessica Biel, interessata ad esplorare la difficoltà di relazione tra la sua Melina e Quaid, un uomo che non ricorda nemmeno l'amore e la passione che li univa. Bryan Cranston, attore vincitore di tre Emmy Awards per la serie televisiva Breaking Bad, si è unito al cast per il ruolo di Cohaagen, il cancelliere dell'Unione Federale di Bretagna contraddistinto da una smisurata sete di potere e controllo su ogni cosa e persona. A fargli da contraltare è Bill Nighy nel ruolo di Matthias, il leader della resistenza clandestina.

    Nonostante nel cast figuri il nome di Ethan Hawke, a film ultimato Len Wiseman ha preferito tagliare le scene interpretate dall'attore: cinque pagine di sceneggiatura in cui Hawke dava voce a un lungo monologo nei panni di una versione passata di Quaid.

    OGGETTI FUTURISTICI DEL PRESENTE

    Non appena le riprese hanno preso il via, Wiseman si è posto come primo obiettivo la creazione di ambientazioni e situazioni realistiche, limitando in questo modo il ricorso agli effetti speciali per ciò che era fattibile. Per permettere agli attori di rendere al massimo le loro prestazioni e non essere estraniati dal contesto della storia, sono stati costruiti veicoli futuristici e si è girato in luoghi reali. Il set più avveniristico, creato appositamente ex novo, è rappresentato dal China Fall, un ascensore di grandi dimensioni capace di attraversare il cuore della Terra. Progettato dallo scenografo Patrick Tatopoulous, l'ascensore si ispira a un veivolo molto familiare al pubblico: un Boeing 747. Anche quando si sarebbero potuto usare solo gli effetti speciali, Wiseman ha preferito ricorrere a un mix di elementi reali e virtuali. È il caso ad esempio delle scena che vede coinvolte le futuristiche vetture con cui si muovono i personaggi: gli attori hanno girato su vere automobili in corsa, sostituite in post produzione dalle macchine create al pc con le forme degli hovercraft.

    Leggi tuttoLeggi meno

    Note

    Del racconto di Dick e del film di Verhoeven rimane lo scheletro, l’intreccio che giustifica titolo e battage pubblicitario. Il resto è smarrimento, a partire dalla rinuncia a Marte per una cosmopoli in due sezioni. Da una parte la Colonia, debitrice a Blade Runner e priva di originalità scenica; dall’altra la Federazione, prelevata direttamente dall’immaginario lucasiano della saga Star Wars 2.0, con tanto di robot simil cloni. Mentre dietro le quinte si consuma la lotta tra governo reazionario e rivoluzionari della Colonia, il proscenio è riservato alla vicenda amorosa e mnemonica di Quaid. Wiseman rinuncia all’aspetto ludico dell’originale, ai muscoli e alla deformità dei freak.

    Commenti (6) vedi tutti

    • Solita scusa per mettere in mostra muscoli e pixel. Discreto remake ma del tutto prematuro.

      commento di movieman
    • Una batteria

      commento di sticazzi
    • Piacevole e ben costruito

      leggi la recensione completa di ezzo24
    • La trama "alternativa" regge. Buona l'azione e gli effetti speciali. Purtroppo un montaggio alternativamente schizofrenico e poco chiaro rovina molte scene. Si prende troppo sul serio ma non ha contenuti tali da giustificarlo.

      commento di bebabi34
    • mi è piaciuto.un po' tanto "americano", ma sempre con la tensione giusta e la sceneggiatura pià che buona.e poi ho un debole per jessica biel…

      commento di serac19
    • Storia travisata completamente, scene d'azione da videogame, attori mediocri…mamma mia che aborto, ridateci swarzy !!!

      commento di Tex Murphy
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è negativa

    PompiereFI di PompiereFI
    4 stelle

    Condizionati da un perenne fascio di luce intermittente (con tanto di strobo a far sentire a proprio agio i giovinastri discotecari), i protagonisti di “Total Recall – Versione 20.12” si beccano subito uno di quei garbugli che piace tanto alla gente: chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Inseguiti dal perfido Cancelliere Cohaagen, uno che vuole il pieno controllo delle guardie sintetiche... leggi tutto

    6 recensioni negative

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    alan smithee di alan smithee
    6 stelle

    Non passano vent'anni (e' dal 2008 che le maestranze lavorano sulla sceneggiatura) che Hollywood sente il bisogno di metter mano al remake del celebre film di Veroheven, tratto da un racconto fantascientifico del precursore della cultura cyberpunk, nonche' autore dell'imprescindibile Blade Runner, Philip K. Dick. Il film esce oggi Ferragosto in Francia, accompagnato da un gran sostegno... leggi tutto

    10 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle positive

    giorgiobarbarotta di giorgiobarbarotta
    8 stelle

    Il signor Beckinsale (Wiseman, compagno di Kate/Selen Underworld) stavolta ci spiazza. Il suo nome abbinato al remake del noto film di Verhoeven con Schwarzy protagonista di vent'anni fa aveva destato parecchie perplessità. Missione riuscita invece. L'acceleratore al massimo su azione inseguimenti e combattimenti ce l'aspettavamo. Ci ha sorpreso invece una confezione estetico visiva... leggi tutto

    3 recensioni positive

    Nel mese di novembre questo film ha ricevuto 7 voti

    vedi tutti

    Trasmesso il 27 novembre 2016 su TV8

    Trasmesso il 21 novembre 2016 su TV8

    Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 5 voti

    vedi tutti

    Recensione

    ezzo24 di ezzo24
    7 stelle

    Un film godibile. Forse più del precedente, col quale è inevitabile confrontarsi. Sicuramente Colin Farrell è più convincente e meno ridicolo del super alter-ego body-builder Scwharzy, e anche le protagoniste femminili mi sono piaciute di più, in tutti i sensi. La variazione della trama è forse l'aspetto più riuscito, con una neo colonizzazione...

    leggi tutto
    Recensione

    Il meglio del 2014

    2014

    Recensione

    Neuromante2984 di Neuromante2984
    2 stelle

    Il solito remake dove vengono inserite delle tipe cool, nuovi effetti speciali che non servono (l'originale rivisto adesso in blu-ray è ancora una gran figata) e naturalmente storia e stile tamarro completamente cancellati. In poche parole non serve! Consiglio naturalmente quello di Paul Verhoeven del 1990, che gli è infinitamente superiore.

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    supadany di supadany
    6 stelle

    Remake del popolare “Atto di forza” (Paul Verhoeven, 1990), trova la sua ragion d’essere nello smarcarsi in diversi aspetti dall’originale, così come dal testo di riferimento, fermo restando che la strada che si consegue è tipicamente americana e quindi con l’occhio prevalentemente rivolto allo spettacolo con tutti i vantaggi e gli svantaggi che...

    leggi tutto

    Disponibile dal 6 febbraio 2013 in Dvd a 7,42€

    Acquista

    Il meglio del 2012

    2012

    Recensione

    PompiereFI di PompiereFI
    4 stelle

    Condizionati da un perenne fascio di luce intermittente (con tanto di strobo a far sentire a proprio agio i giovinastri discotecari), i protagonisti di “Total Recall – Versione 20.12” si beccano subito uno di quei garbugli che piace tanto alla gente: chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Inseguiti dal perfido Cancelliere Cohaagen, uno che vuole il pieno controllo delle guardie sintetiche...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane l'8 ottobre 2012

    They Will Come !!!

    kubritch di kubritch

    E' in arrivo un bastimento carico carico di... Il mio vero numero 1 è 'Zombie Ass', niente di più catartico (nel senso ippocratico del termine) e terrificante allo stesso tempo. Purtroppo non c'è nel database di...

    leggi tutto

    I nostri top user

    Scopri chi sono i top user

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono i top user

    Come si diventa un top user

    I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare un top user?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito