Espandi menu

Magnifica presenza

Regia di Ferzan Özpetek vedi scheda film

Recensioni

L'autore

bufera

bufera

Iscritto dal 19 giugno 2010 Vai al suo profilo
  • Seguaci 159
  • Post 5
  • Recensioni 670
  • Playlist -
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su Magnifica presenza

di bufera
6 stelle

Una casa antica e misteriosa, infestata da sei magnifici fantasmi in abito da sera che cercano la loro capocomica,un giovane abitante irrisolto nelle sue scelte che si abitua a quella che sembra una finzione senza chiedersi il perchè.

Locandina

Magnifica presenza (2012): Locandina

Dal punto di vista spettacolare il film fa centro ad una visione superficiale e ben disposta, perchè Ozpetek è un regista eccellente nella descrizione degli ambienti e di situazioni al limite con il metafisico, che però ha sempre lambito senza immergervisi e fornendo una sceneggiatura che dava senso ai suoi  film. Questa volta ha cambiato rotta o meglio si è allargato in un passaggio che non gli è riuscito del tutto o forse non ha voluto completare. Così ci troviamo in un mare di citazioni soprattutto delle sue precedenti opere, un po' di dolci esposti e poco o nulla consumati, una serie di personaggi e storie minori alcune prive di  senso apparente, quasi messe come riempitivo familiare per ricordarci che lui c'è, vaghe reminiscenze felliniane nel gusto di alcune maschere, dei fantasmi ma anche di persone supposte reali ( malati, lavoranti clandestini e altri), come se caricare di trucco rendendo brutti e grotteschi fosse una utile chiave di lettura, mentre Ozpetek, che ama la bellezza, qui non insiste abbastanza nel grottesco .Quel gruppo di soggetti ( attori? ) che infestano la casa a tratti e interferiscono e parlano sperduti alla ricerca della loro capocomica,  possono farci venire in mente  Pirandello e i suoi personaggi in cerca d'Autore, anch'essi sei,  ma anche questa citazione, se lo è, non porta a nulla. Visto che essi non sanno nemmeno se sono morti , e come e quando, la soluzione di questo mistero verrà con la comparsa di un personaggio responsabile di certi fatti e inciso nella pietra dei ricordi da mantenere, la tanto evocata capocomica, un'indimenticabile  Anna Proclemer, che con una caratterizzazione straordinaria, emozionante, e questa sì magnifica salva in parte il film. Al centro di tutto, fa il suo meglio un irriconoscibile e incolore Elio Germano, nel ruolo di  un giovane pasticciere siciliano salito a Roma per fare del cinema, entusiasta di questa bella casa antica e misteriosa, ma irresoluto in tutto il resto, dai provini che fa ad  un torpido orientamento sessuale. Così  finisce con il trovare  più facile inserirsi in questa mezza realtà sempre più fatta vedere come finzione,  parola da lui pronunciata continuamente per tutti i titoli di coda con una inespressività stupita, che non gli si addice . Rumori e  musica insistente concorrono a disorientare e talora infastidire chi dopo metà film si è rassegnato a seguirlo per l'atmosfera, gli ambienti. la varietà di spunti, ma rinuncia  a coglierne quel quid, che forse è soltanto nascosto, ma non si sente e non si vede, mentre avrebbe potuto farne un ottimo film forse il migliore e il più ambizioso di uno scatenato Ozpetek.

Claudia Potenza, Beppe Fiorello, Margherita Buy, Vittoria Puccini, Cem Yilmaz, Ambrogio Maestro

Magnifica presenza (2012): Claudia Potenza, Beppe Fiorello, Margherita Buy, Vittoria Puccini, Cem Yilmaz, Ambrogio Maestro

Anna Proclemer, Elio Germano

Magnifica presenza (2012): Anna Proclemer, Elio Germano

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati