Questo sito contribuisce alla audience di
    Espandi menu

    Madagascar 3. Ricercati in Europa

    • Madagascar 3

    • USA
    • Genere: Animazione
    • durata 90'
    play

    Regia di Eric Darnell, Tom McGrath

    Con Vedi cast completo

    altre VISIONI

    Trama

    Dopo aver abbandonato il continente africano, il leone Alex, la zebra Marty, la giraffa Melman e l'ippopotamo Gloria stanno ancora cercando faticosamente di ritornare al loro amato zoo di New York ma, questa volta, complici una serie di disavventure, finiscono per ritrovarsi in Europa, dove si aggregano a un circo ambulante, mettendo in piedi uno spettacolo nel loro particolare e divertente stile. Incrociando nuovi compagni, come un leone marino italiano, una tigre russa e un giaguaro di origine ispanica, i quattro potranno sempre contare sull'aiuto degli amici lemuri e sui disastri del gruppo di pinguini, guidati dal temerario Skipper. 

    Approfondimento

    TORNANDO A CASA

    Ritornare a casa. Cosa non farebbero Alex, Marty, Gloria e Melman per poter lasciare l'Africa e ritornare nel loro amato Central Park Zoo di New York? Come da tradizione del marchio "Madagascar", molti sono gli ostacoli che si frappongono tra i quattro strampalati animali selvatici e il raggiungimento del loro sogno. Nel terzo capitolo, a mettersi di mezzo è nella fattispecie l'Europa, dove arrivano fortuitamente ma dove finiscono presto nelle mire del capitano Chantel DuBois, una agente che darebbe qualsiasi cosa pur di portare al successo la sua prima caccia al leone. E quale migliore copertura per i quattro eroi che nascondersi in un circo e passare inosservati tra i tanti altri animali? Ovviamente a convincere i produttori a realizzare un nuovo seguito è stato l'enorme successo commerciale riscontrato sia dal primo Madagascar che dal sequel Madagascar 2, commedie animate infarcite di azione ma che miravano a raccontare storie universali che affascinassero il pubblico con temi profondi e sentiti come l'amicizia, l'aiuto reciproco e la scoperta della propria identità. Per entrare in sintonia con i personaggi, lo spettatore - si sa - ha bisogno di essere trasportato nelle vicende: il regista/sceneggiatore Tom McGrath era consapevole che non sarebbero servite solo le battute e le situazioni comiche a decretare il successo del suo lavoro. Forte del motto "La vita è un viaggio, non una destinazione", ha puntato ancora una volta sull'indagine del significato del concetto-guida di Madagascar -  "voler tornare a casa" - e su cosa ciò comporti per i protagonisti. Trovare il proprio posto nel mondo è una lotta che coinvolge chiunque e non solo Alex, Marty, Gloria e Melman. Così i luoghi che i tre film esplorano - prima il Madagascar, poi l'Africa e infine l'Europa - diventano tre tappe di un processo di costruzione d'identità e maturazione che dal film si estende al pubblico di grandi e piccoli.
    Ambientare Madagascar 3 in Europa ha richiesto uno sforzo produttivo maggiore rispetto ai due capitoli precedenti per via degli sfondi da usare. Si incontrano parecchi personaggi sparsi in luoghi differenti e vari: si passa da Roma alle Alpi svizzere, da Londra a Montecarlo prima di arrivare nuovamente a New York. Per la prima volta nella saga, è stato usato il 3D e ogni luogo ha assunto una conformazione visiva nuova. Ambientare la storia nel mondo del circo ha permesso poi di mettere in scena immagini di forte impatto fantastico ed è risultato utile per sottolineare maggiormente gli aspetti emotivi delle scene d'azione. Al 3D, realizzato dalla Dreamworks di Steven Spielberg, hanno lavorato i registi Darnell e McGrath in tandem con Conrad Vernon, già regista di Mostri contro alieni e Shrek 2.

    UNA NUOVA CATTIVA

    Grazie all'ingenuità degli scimpanzé e ai loro pollici opponibili, alla fine di Madagascar 2 l'aereo dei pinguini è tornato in condizioni di volare e trasportare i quattro protagonisti fino a Montecarlo. Con i pinguini intenzionati a rapinare il Casinò, inizia la prima missione di Alex, Marty, Gloria e Melman. Un piano semplice: emergendo in stile agente segreto dalle acque del Mediterraneo, hanno intenzione di arrivare al casinò, prendere i pinguini e costringerli a ripartire verso l'America. Niente tuttavia è semplice come sembra. Una volta dentro al casinò, finiscono infatti nelle mire del capitano DuBois e inizia il loro piano di fuga: da ipotetici cacciatori diventano improvvisamente profughi. DuBois non è una semplice "acchiappa-animali", è un misto tra un segugio e Crudelia Demon, con un pizzico di Edith Piaf. Il suo scopo non è quello di catturare i quattro protagonisti: li vuole annientare per mostrarli come trofei appesi al suo muro. A differenza dei due film precedenti, in cui i personaggi cattivi non muovevano le fila della storia, DuBois aggiunge pressione e modifica i percorsi della trama con le sue doti animalesche e fuori dall'ordinario. Forte e inarrestabile, riesce a sopravvivere ad ogni pericolo e fa salti disumani durante il forsennato inseguimento lungo l'Europa. Una volta saputo che Alex, un leone, si ritrova libero per le strade, vi intravede la grande possibilità della sua vita, l'occasione che le permetterà di avere la svolta che da sempre sogna.

    UN LEONE AL CIRCO

    Fuggendo dall'inseguimento di DuBois, con pochi secondi di anticipo, Alex, Marty, Melman e Gloria riescono ad aggregarsi con un circo itinerante di cui il leader indiscusso è la tigre russa Vitaly. A differenza di Alex, Vitaly è perennemente amareggiato, irritabile e depresso a causa di un incidente, occorso durante una sua esibizione, che lo ha privato del ruggito. Le altre due stelle del circo sono invece Stefano, un leone marino di origine italiana, e Gia, una esotica femmina di giaguaro. Grazie a un promoter inglese, il circo potrebbe avere la possibilità di arrivare fino a New York e, allettati da tale ipotesi, Alex, Marty, Melman e Gloria si prodigano affinché si riesca a costruire uno spettacolo che lasci senza fiato. Dopo che Vitaly ha perso fiducia in se stesso, tutti gli altri animali si sono ritrovati spaesati, la loro esibizione romana è stata un fiasco clamoroso e il circo ha bisogno di qualcuno che apporti cambiamenti drastici, frutto di nuova inventiva e creatività. Alex, l'unico che grazie alla sua esperienza newyorkese conosce bene i gusti del pubblico, si propone di far da deus ex machina e crea uno show unico. Grazie all'uso del 3D, i registi hanno dato libero sfogo alla loro creatività e l'esibizione di Londra è libera da ogni convenzione circense, caratterizzata da numeri impossibili da realizzare nella realtà. Prendendo spunto dalla visione dello show Iris messo in piedi dal Cirque du Soleil, Conrad Vernon grazie all'uso delle dissolvenze ha lasciato volare e roteare i personaggi per aria in un caleidoscopio di colori e suoni, trainati dalle note della canzone Fireworks di Katy Perry, oppure ha immaginato Gloria e Melman passeggiare su corde tese e sospese nel vuoto come se camminassero su un pentagramma musicale.

    Leggi tuttoLeggi meno

    Note

    La trama si esalta nei buchi narrativi, procede per luoghi comuni, cartoline e macchiette (Baumbach alla sceneggiatura pare solo un nome tra altri), e si gode coreografie che s’ispirano, sfidano, umiliano - libere come sono dalla fisica - il Cirque du Soleil, proponendo uno spettacolo di luci, movimento, stupore che non ha niente a che fare con una morale, con un senso, ma è solo consapevole intrattenimento sfacciato, infantile voglia di meraviglia, parodia ridente. Perché qui, al posto di commuoversi su canzoni Disney, si balla su brani di pessimo gusto, la deriva è sempre demenziale, il piacere vero è quello per l’assurdo.

    Commenti (2) vedi tutti

    • Manca di originalità e i personaggi umani sono troppo stereotipati. Meno collegamento con la realtà e più azione, a volte un po' scollegata dalla storia.

      commento di bebabi34
    • Voto 5. [28.01.2013]

      commento di PP
    Scrivi un tuo commento breve su questo film

    Scrivi un commento breve (max 350 battute)

    Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

    Recensioni

    La recensione più votata è negativa

    ROTOTOM di ROTOTOM
    4 stelle

    Sala gremita di bambini di ogni età, bidoni di popcorn dolciastro e cole annacquate  per la terza avventura degli amici animali fuggiti dallo zoo di New York un paio di episodi fa. Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e   Gloria  l’ippopotama sono (sarebbero) nel loro ambiente naturale, la savana africana ma vogliono tornare indietro a fare le star per mocciosi col popcorn... leggi tutto

    3 recensioni negative

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    supadany di supadany
    6 stelle

    Arrivata al capitolo numero tre la fortunata saga cinematografica targata Dreamworks continua a mietere un successo incredibile (film più visto in Italia della stagione 2012/2013), ma questa volta perde quota in quanto a qualità (precisazione da fare visto che nel film tra voli e volteggi in quota i protagonisti ci stanno spesso) e così come “Shrek” alla terza... leggi tutto

    4 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle positive

    lorenzodg di lorenzodg
    8 stelle

    “Madagascar 3. Ricercati in Europa“ (Europe,s Most Wanted, 2012) di Eric Darnell, Conrad Vernon e Tom McGrath.    E siamo all’apertura ‘cartoon’ della nuova stagione in Italia; ma fa pensare che negli States il film della DreamWorks è uscito l’8 giugno: infatti dopo oltre due mesi la distribuzione è arrivata. L’estate non porta buoni consigli (con l’afa insostenibile) e... leggi tutto

    4 recensioni positive

    Disponibile dal 3 ottobre 2016 in Dvd a 9,49€

    Acquista

    Il meglio del 2015

    2015

    Il meglio del 2014

    2014

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    zombi di zombi
    4 stelle

    un filmetto che con la meraviglia ha poco a che fare se non con le incredibili capriole che però alla fine risultano irreali e per questo fastidiose. è vero è un cartoon e quindi con la realtà in teoria ha poco a che fare, ma alla fine è questa ostentazione della maraviglia infantile, gestita con humour da scketch uno dietro l'altro che non fanno ridere e nemmeno sorridere, che lascia...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Il meglio del 2012

    2012

    Recensione

    ROTOTOM di ROTOTOM
    4 stelle

    Sala gremita di bambini di ogni età, bidoni di popcorn dolciastro e cole annacquate  per la terza avventura degli amici animali fuggiti dallo zoo di New York un paio di episodi fa. Alex il leone, Marty la zebra, Melman la giraffa e   Gloria  l’ippopotama sono (sarebbero) nel loro ambiente naturale, la savana africana ma vogliono tornare indietro a fare le star per mocciosi col popcorn...

    leggi tutto

    Uscito nelle sale italiane il 20 agosto 2012

    I nostri top user

    Scopri chi sono i top user

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono i top user

    Come si diventa un top user

    I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare un top user?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito