Espandi menu

    Trama

    Sul finire degli anni Quaranta, l'aspirante scrittore Sal Paradise (Sam Riley) conosce Dean (Garrett Hedlund), un giovane appena uscito dal riformatorio e poco tollerante con la morale borghese. Due anni dopo, i due si ritrovano casualmente a New York, dove in compagnia anche di Marylou (Kristen Stewart), la giovane moglie di Dean, decidono di affrontare un viaggio per il paese, vivendo in maniera selvaggia e rompendo ogni schema e tabù. Oltre a dare nuova ispirazione a Sal, le notti a base di sesso, musica jazz e alcool, permetteranno ai due di ritrovare vecchi amici ma anche di conoscerne di nuovi, come Old Bull Lee (Viggo Mortensen) e la moglie Jane (Amy Adams).

    Commento

    Per massacrare così Jack Kerouac ci voleva un talento speciale. E Walter Salles, uno che non ha saputo approfittare di un rigore a porta vuota come la storia del giovane Che Guevara per fare il suo capolavoro, figuriamoci se poteva cogliere l’ispirazione, l’anarchia, l’inquietudine del profeta della Beat Generation. E della sua bibbia, On the Road, appunto. E infatti non le sfiora neanche, tirando su un film noioso e piatto che disinnesca persino le attese scene sexy con Kristen Stewart che, poverina, con il suo pallido broncio non riesce minimamente a raggiungere il carisma e il fascino necessario a essere Marylou, motore inconsapevole e istintivo del libro.

    Recensioni

    La recensione più votata è negativa

    alan smithee di alan smithee
    4 stelle

    La trasposizione cinematografica del notissimo romanzo-diario di Kerouac era, tra i film del Concorso a Cannes 2012, forse quella piu' attesa, quella su cui si riponevano piu' speranze per il glamour che un cast forse non sfarzoso, ma che vede coinvolti astri nascenti e vecchie ed apprezzate conoscenze festivaliere, avrebbe potuto suscitare nell'atmosfera superficiale e mondana che ruota in... leggi tutto

    12 recensioni negative

    Recensioni

    La recensione più votata delle sufficienti

    GIMON 82 di GIMON 82
    6 stelle

    Dove e come nasce la famosa "beat generation",movimento vitale degli  hippy e di un intera generazione,liberta',droga e sesso,il richiamo incontrastato alla vita senza costrizioni sociali e schemi impostati.La generazione "beat" è di quelle battute o sconfitte dalla societa',dunque si ribella ad essa ricorrendo ad una sorta di "ascesi" ZEN, prolungata dall'uso di droghe,un voler raggiungere... leggi tutto

    6 recensioni sufficienti

    Recensioni

    La recensione più votata delle positive

    scapigliato di scapigliato
    7 stelle

    La beat generation spiegata alla iGeneration. Il risultato è ancora dubbio, ma ciò che conta è che il non-capolavoro di Walter Salles – un film come Central do Brasil non lo rivedremo più – sa colpire sui tre elementi cardine del testo kerouachiano, senza però centrare appieno il bersaglio. Innanzitutto il linguaggio. La celebre “prosa... leggi tutto

    2 recensioni positive

    Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 8 voti

    vedi tutti

    Recensione

    Enrique di Enrique
    4 stelle

    Spesso il male di vivere ho incontrato. Era l’afflato letterario già esaurito. Era il padre che non ho mai avuto. Era l’amore confuso con il sesso. Bene non seppi fuor del prodigio che schiude la divina indifferenza, era la noia nella sonnolenza del meriggio, era la vita, campo seminato e mai arato.   Al fianco di un’inesauribile fonte di ispirazione di...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    chribio1 di chribio1
    1 stelle

    Non so' perche' ma d'istinto mi e' venuto subito da pensare al nostro Utente "Wang Yu" che penso scriverebbe cosi' : " Film che ha deluso tutte le aspettative con Personaggi sempre sbronzi,troppo volgari ed eternamente illusi da se stessi" ecco questo penso che scriverebbe (attendo Suo commento ...) comunque casomai aggiungo di mio che la Pellicola e' troppo noiosa.L'ho incominciata a vedere...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 1 utenti

    Trasmesso il 26 febbraio 2015 su Iris

    Recensione

    maurizio73 di maurizio73
    5 stelle

    Sal Paradise (pseudonimo di Jack Kerouac) racconta le vicende che, dopo la morte del padre, lo videro vagabondare dapprima in solitaria e poi insieme all'amico disadattato Dean Moriarty (pseudonimo di Neal Cassady), per tutti gli Stati uniti d'America dalla East alla West Coast e da qui fino in Messico, fino al ritorno a Ozone Park, nei sobborghi del Queens, New York, dove riversò di...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Recensione

    supadany di supadany
    5 stelle

    Ci sono pagine di storia della letteratura che andrebbero lasciate in pace, “On the road” di Jack Kerouac è (era) indubbiamente una di queste, a partire dal fatto che proporre in immagini un viatico del genere era impresa a dir poco titanica. Tanto più se poi spetta a Walter Salles questo compito, regista a mio avviso onestissimo (ed anche capace quando racconta il...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 5 utenti

    Il meglio del 2014

    2014

    Disponibile dal 2 gennaio 2014 in Dvd a 9,49€

    Acquista

    Il meglio del 2013

    2013

    Recensione

    alexio350 di alexio350
    4 stelle

    Due amici e la loro voglia di libertà per le strade dell'America: tra canne, alcol, sesso, feste e qualche buona lettura. Uno dei due sarà destinato a diventare uno dei più grandi scrittori americani del '900. Non dev'essere facile trarre un film da un romanzo come On the Road, storia non di trama ma di parole, non di fatti ma di emozioni allo stato liquido nella prosa fluviale di Jack...

    leggi tutto
    Recensione
    Utile per 2 utenti

    Il meglio del 2012

    2012

    Uscito nelle sale italiane l'8 ottobre 2012

    Recensione

    alan smithee di alan smithee
    4 stelle

    La trasposizione cinematografica del notissimo romanzo-diario di Kerouac era, tra i film del Concorso a Cannes 2012, forse quella piu' attesa, quella su cui si riponevano piu' speranze per il glamour che un cast forse non sfarzoso, ma che vede coinvolti astri nascenti e vecchie ed apprezzate conoscenze festivaliere, avrebbe potuto suscitare nell'atmosfera superficiale e mondana che ruota in...

    leggi tutto

    Il meglio del 2011

    2011
    On the Road valutazione media: 5 20 recensioni del pubblico.

    Le nostre firme

    Scopri chi sono le firme

    Sono persone come te:
    appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

    Scopri chi sono le firme

    Come si diventa una firma

    Le firme sono scelte tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

    Scopri come contribuire

    Posso diventare una firma?

    Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

    Registrati e inizia subito