Trama

Cyril ha solo 12 anni e un'idea fissa: ritrovare suo padre che lo ha lasciato provvisoriamente in un istituto per l'infanzia. Sulla sua strada trova per caso Samantha, che ha un negozio di parrucchiera e che accetta che lui resti da lei durante i fine settimana. Cyril non è però in grado di apprezzare e comprendere l'amore che questa donna gli offre, accecato dalla collera e dai sentimenti di abbandono. 

Note

Il film ha concentrazioni di drammaticità da horror: la messa in scena della più minacciosa delle fobie - l’abbandono - è compiuta con una radicalità che solo gli intellettuali cattolici, per professione indagatori del Male, possono permettersi. Nonostante tutto, però, il segreto più dolce del film è in quel titolo. La bicicletta, per due registi che si sentono eredi anche del Neorealismo, evoca il più famoso film italiano con il quale Vittorio De Sica diede forma al mistero più toccante, quello per cui un adulto, e un bambino - come scoprirà Samantha - sentono misteriosamente di non poter fare l’uno a meno dell’altro.

Commenti (4) vedi tutti

  • Voto al Film :  7

    commento di ripley77
  • Adoro questa essenzialità e purezza dei Dardenne. Benché non si tratti di film da cassetta, la pochezza di mezzi è compensata dagli ottimi risultati. Bello il finale.

    commento di sillaba
  • Dietro alla porta che ci imprigiona ce n'è un'altra anch'essa chiusa. Se lo sapesse, Cyril non si romperebbe più la testa e i suoi nervi temprati alla fuga diverrebbero polvere.

    commento di michel
  • Certo per tanti bambini la vita diventa veramente difficile se non interviene qualcosa: meno male che questa volta è successo; gradevole, valeva proprio la pena.

    commento di fralle
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Cyril (Thomas Doret) è un ragazzino di dodici anni che desidererebbe tanto vivere col padre (Jèrèmie Renier), ma questi lo ha “parcheggiato” in un istituto d’accoglienza per l’infanzia senza andarlo mai a trovare. Inoltre, ha cambiato casa senza fargli conoscere il nuovo indirizzo e fa progetti per il futuro con una donna che non prevedono affatto... leggi tutto

33 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Utente rimosso (Cantagallo) di Utente rimosso (Cantagallo)
6 stelle

Esponenti di un cinema realista e impegnato, i fratelli Dardenne hanno conquistato nel tempo il favore della critica e la fiducia di un pubblico serio e attento. A questo punto, però, hanno due alternative. La prima è quella di proseguire alla velocità di crociera raggiunta, con il merito della coerenza ma anche con il rischio della serialità. In questo senso "Il ragazzo con la bicicletta"... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

jonas di jonas
4 stelle

Inizio ex abrupto, con una telefonata a un numero inesistente: un ragazzino parcheggiato in un istituto non si rassegna al fatto che suo padre è sparito senza dirgli nulla, e ci mette quasi metà del film prima di arrendersi all’evidenza di essere stato abbandonato. Fino a quel punto è il solito film dei Dardenne (famiglie disastrate, adulti irresponsabili,... leggi tutto

5 recensioni negative

Il meglio del 2016
2016

Recensione

jonas di jonas
4 stelle

Inizio ex abrupto, con una telefonata a un numero inesistente: un ragazzino parcheggiato in un istituto non si rassegna al fatto che suo padre è sparito senza dirgli nulla, e ci mette quasi metà del film prima di arrendersi all’evidenza di essere stato abbandonato. Fino a quel punto è il solito film dei Dardenne (famiglie disastrate, adulti irresponsabili,...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

zombi di zombi
8 stelle

la semplificazione scarna di una storia a partire dal titolo. non c'è niente da intepretare è così e basta. un ragazzino messo in un istituto dal padre-ragazzo. la bugia del genitore del tempo a scadere "un mese", con la speranza strafottente che il ragazzino si dimentichi di colui che lo ha generato e accudito fino a quel momento. la negazione del ragazzino, fino...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

Theophilus di Theophilus
7 stelle

LE GAMIN AU VÉLO   Con Il ragazzo con la bicicletta, grand prix al Festival di Cannes 2011, i fratelli Dardenne non rivoluzionano di certo il loro linguaggio. Continuano a girare attorno ai loro temi prediletti con le chiavi di lettura di sempre e con un'inconfondibile cifra stilistica. ‘Nuovi’ sono i due interpreti del film, Thomas Doret e Cécile de France, ma...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

amandagriss di amandagriss
8 stelle

Il dodicenne Cyril  (l'esordiente Thomas Doret), lasciato dal giovane padre (Jérémie Renier, attore 'feticcio' dei Dardenne) in un centro d'accoglienza per minori, trascorre i suoi giorni dilaniato dalla crudele illusione di ritornare quanto prima a vivere con il proprio adorato papà, tanto più che questi ha in custodia la sua preziosa bicicletta, il solo unico oggetto che lo lega al...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012
Disponibile dall'11 dicembre 2012 in Dvd a 9,99€
Acquista

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Cyril (Thomas Doret) è un ragazzino di dodici anni che desidererebbe tanto vivere col padre (Jèrèmie Renier), ma questi lo ha “parcheggiato” in un istituto d’accoglienza per l’infanzia senza andarlo mai a trovare. Inoltre, ha cambiato casa senza fargli conoscere il nuovo indirizzo e fa progetti per il futuro con una donna che non prevedono affatto...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

2011 - Sotto il segno della fine

sammy314 di sammy314

A pochi giorni dalla fine dell'anno eccomi a fare un bilancio delle visioni di questo 2011 cinematografico. Per chi scrive si tratta di un annata folgorante. Ho avuto l'impressione che alcuni film si inseguissero, si...

leggi tutto

Recensione

lao di lao
10 stelle

Nella filmografia dei fratelli Dardenne il frastuono degli inferni urbani non lascia spazio alla musica: né le melodie angeliche dei Maestri né le canzonette leggere distraggono  l’umanità abbruttita dalla miseria materiale ed etica rappresentata nei loro film. Dio allora tace, avvilito, privo di speranze: gli uomini hanno scommesso su di lui, ma lui non...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 16 maggio 2011
Il meglio del 2001
2001
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito