Trama

Dopo il ricevimento di nozze di Justine (Kirsten Dunst), questa cade in depressione e la sorella Claire (Charlotte Gainsbourg) la assiste. Intanto un misterioso pianeta minaccia di entrare in collisione con la Terra.

Note

Lars von Trier mette in forma, nuovamente, dopo Antichrist, la sua melanconia: per Freud lutto eterno, impossibile da elaborare. Rivolto contro se stessi. E lo fa con un’opera che annuncia l’Apocalisse sin dalle prime inquadrature, tableaux vivants che sono un memento mori di impressionante forza pittorica, sulle note del Tristano e Isotta, un riassunto di ciò che accadrà. Ovvero un kammerspiel stilizzato, sfrontato e dolorosissimo, se si è disposti ad accettare l’idea di cinema dell’autore. Se non si chiede al cinema di adeguarsi alla propria visione, se gli si concede di dare fastidio. Perché Melancholia travolge i limiti che si pone (il finale ineluttabile, il montaggio cubista, i personaggi caricaturali, l’abituale schema antiborghese). Perché questo è un esempio altissimo di opera visceralmente espressionista ed esistenzialista, che violenta l’ironia imperturbabile del Cinema Post Tutto e lotta per dare forma a un sentimento. Chapeau.

Commenti (10) vedi tutti

  • Bisogna essere completamente folli per non impazzire una volta messi di fronte al concetto di morte: da questo PdV i depressi sono le persone più sane dell'universo. Ma la vita se ne frega, e l'infezione - il cui scopo è rendere l'universo stesso auto-cosciente attraverso miliardi di miliardi di sensori (noi), tutti sacrificabili - è inestirpabile.

    leggi la recensione completa di mck
  • Lo definirei un film post-esistenzialista. L'apocalisse dei sentimenti (prima parte), è tout court l'Apocalisse (seconda parte). E la speranza (o meglio, la mancanza della disperazione), non appartiene assolutamente agli scienziati, ma a chi è abituato al buio, o a chi non ha ancora pienamente visto la luce. Voto 7.

    commento di ezzo24
  • Uno dei miei film preferiti. Poetico,affascinante, tetro e apocalittico. Trier è un artista e questa opera dovrebbe essere nella videoteca personale di un amante del cinema. Trier, gira benissimo questo film d'autore, l'inizio e la fine sono un qualcosa di incredibile.eccelsa la fotografia e il montaggio, così come la recitazione. Voto 9

    commento di LucaJazz94
  • Qui von Trier prova ad esplorare il pianeta del disagio esistenziale, una delle malattie endemiche del presente. Lo fa, mettendo in scena l’apocalisse con una sensibilità e uno stile intenso e controllato che gli consente di toccare i vertici della percezione emozionale e di determinare un malessere profondo anche in chi osserva dalla sala.

    leggi la recensione completa di spopola
  • Ecco qui la mia analisi completa: https://mgrexperience.wordpress.com/2016/07/22/melancholia-di-lars-von-trier/

    commento di MrGiov7
  • Poco efficiente nell'espletare in maniera persuasiva tutte le esiziali, ansiose vicissitudini degli apprensivi personaggi, e consapevolmente astruso nella forma, "Melancholia" offre altresì un'istrionica, intrigante interpretazione "sui generis" di Kirsten Dunst. Non per tutti.

    commento di Stefano L
  • Assurdo, disturbante e sconvolgente, praticamente un tipico film di Von Trier!!

    commento di ultrapaz
  • Avvicinati, mi chiamo Ophelia e il mio letto è acqua purissima. Sdraiati al mio fianco e non temere, il freddo svanirà e presto potrai riposare.

    commento di michel
  • ECCEZIONALE COME SAGGIO DI BRAVURA DEL REGISTA:PECCATO LA RIPRESA A "spalla" COME AL SOLITO MA SPLENDIDA LA SINFONIA.

    commento di fralle
  • Il film in generale è il testamento di Steve Jobs.

    commento di seminarista
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Viola96 di Viola96
8 stelle

A Melancholia non si crede fin da subito. Quelle immagini iniziali strazianti,pieni di lamenti e tormenti dell'animo,quasi quadri surrealisti. Andiamo! Quella sposa in abito bianco che non sa che i suoi ultimi giorni son vicini. Quell'uomo che non riesce a distogliere lo sguardo dal suo amore. Quel matrimonio vinterbergeriano(impossibile non pensare a Festen). Eppure,nel suo lento e... leggi tutto

63 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

callme Snake di callme Snake
6 stelle

Saturno e la melancholia. Melancoliche visioni di morte. Pianeti in rotta di collisione e un'inevitabile schermo nero (a nessuno mancherà la razza umana, tantomeno il cinema). Colta (ri)elaborazione iconografica che ha le sue radici nella culla della cultura occidentale stessa, passando obbligatoriamente per l'arte rinascimentale nordica. Un ennesimo personaggio in bilico tra cielo e terra,... leggi tutto

18 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

lao di lao
4 stelle

LE TURPITUDINI DEI FAGIOLI Nella festa di nozze che si svolge in un elegante castello in Svezia con ben 18 campi da golf gli organizzatori si inventano un gioco: mettono dei fagioli in una bottiglia e i partecipanti alla cerimonia devono indovinarne il numero.  Il matrimonio celebrato però va a monte nel giro di qualche ora e alla fine  quanti fagioli contenesse la bottiglia resta un... leggi tutto

18 recensioni negative

Recensione

Trismegisto di Trismegisto
9 stelle

Di Melancholia è di una bellezza impressionante l’inizio, con quelle sequenze rallentatissime: fotografia sfolgorante e surreale, e il preludio di Tristano e Isotta che poi ricorre per tutto il film. Che in realtà è doppio, e le due parti non paiono a prima vista così ben collegate, a meno di scorgere il nesso nella depressione della protagonista, che una...

leggi tutto
Trasmesso il 18 giugno 2017 su Cielo
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti

Film filosofici

Gundawane di Gundawane

Il tema di questa playlist è la filosofia,o per meglio dire la filosofia all'interno del cinema. Platone diceva che per spiegare un concetto filosofico sono necessarie le immagini e il cinema si è...

leggi tutto
Playlist
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

passo8mmridotto di passo8mmridotto
7 stelle

"E' sdolcinato, è un film da donna! Mi verrebbe voglia di "rigettarlo" come un organo trapiantato." Sono parole di Lars Von Trier, dopo l'uscita del film, prima ancora di essere presentato al Festival di Cannes. Per chi conosce la filmografia del regista danese, Melancholia, classificato grossolanamente come film di fantascienza, l'istinto iniziale sarebbe quello di "rigettarlo"...

leggi tutto

Anche i cinefili piangono

MarioC di MarioC

Si ha sempre paura delle lacrime. E non si dovrebbe. Sarà che gli anni passano, le certezze diminuiscono, i ricordi urlano (anche quelli belli): negli ultimi tempi mi scopro a commuovermi diverse volte...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

barabbovich di barabbovich
5 stelle

Due sorelle, un luogo indefinito, l'arrivo di qualcosa di incombente, la minaccia per la propria esistenza. È un vero e proprio dittico al prezzo di un solo film questo Meloncholia, che prima mette in scena le bizzarrie di Justine (Dunst, Palma d'oro a Cannes per la migliore interpretazione femminile) in occasione del suo matrimonio faraonico, durante il quale sia il padre (Hurt) che la...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

dollyfc di dollyfc
4 stelle

 Dopo due anni dall'uscita di questo film ormai si è detto di tutto e di più ed io , che l'ho visto solo da pochi giorni, l'ho lasciato decantare nella mia memoria, indecisa se aggiungere due o tre parole alle migliaia già scritte. D'altronde quando ci si appresta a scrivere un opinione su di un film cosi chiacchierato e diretto da un regista che nel tempo è riuscito a creare attorno a...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

spopola di spopola
10 stelle

Qualche tempo fa, accingendomi a scrivere sul sito il mio personale pensiero su Antichrist, la precedente, sofferta fatica cinematografica di Lars Von Trier, partii da un’analisi più generale che credo valga la pena riprendere quasi integralmente pure in questa occasione, poiché mi sembra che poco sia cambiato riguardo a ciò che avevo evidenziato allora, e che il discorso resti di...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Lars von Trier sarà un regista discutibile quanto si vuole, ma è uno dei pochi che riesce a rendere verosimile una storia su un assunto difficilmente digeribile dallo spettatore: quello di un'imminente Apocalisse per causa della collisione di un pianeta che viene a schiantarsi contro la Terra. Questa "atmosfera da fine del mondo" impregna soprattutto la seconda parte del film, in cui si...

leggi tutto
Recensione
Utile per 15 utenti
Il meglio del 2011
2011

Il mio 2011 al cinema

bradipo68 di bradipo68

Purtroppo durante il 2011 la frequentazione del cinema è stata molto meno assidua che nell'anno precedente.E purtroppo ho mancato film che probabilmente sarebbero entrati in questa mia playlist di fine anno. Non...

leggi tutto

Recensione

Viola96 di Viola96
8 stelle

A Melancholia non si crede fin da subito. Quelle immagini iniziali strazianti,pieni di lamenti e tormenti dell'animo,quasi quadri surrealisti. Andiamo! Quella sposa in abito bianco che non sa che i suoi ultimi giorni son vicini. Quell'uomo che non riesce a distogliere lo sguardo dal suo amore. Quel matrimonio vinterbergeriano(impossibile non pensare a Festen). Eppure,nel suo lento e...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 17 ottobre 2011
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009

Festa di nozze

Redazione di Redazione

Su richiesta dell'utente Cantautoredelnulla, volentieri lanciamo questa taglist sulla celebrazione del matrimonio e sulle feste di nozze. Ovviamente il tema si spiega da sé: quello che sancisce l'unione tra due...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2001
2001
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito