Trama

Tutto è pronto per la partenza che Simin, suo marito Nader e la loro figlia Termeh hanno progettato. Lasceranno l'Iran per una nuova vita e uno nuova nazione. Tuttavia, all'ultimo, Nader ci ripensa: non osa lasciare solo il padre, malato di Alzehimer. La decisione porta un enorme scompiglio e Simin chiede il divorzio, che il tribunale non le concede. Lascia allora casa e Termeh decide di restare con il padre, sperando che la madre torni a casa. Ma la scelta fatta da Nader, che assume una giovane donna per accudire al padre in sua assenza, si rivelerà drammatica.

Note

Asghar Farhadi si conferma, dopo l’ottimo About Elly, regista capace di costruire rapporti di tensione tra i personaggi e di inserire elementi mystery in vicende quasi ordinarie. La sceneggiatura vanta diabolica perfezione, dove fanno buon gioco l’indignazione dei personaggi femminili e l’irascibilità di quelli maschili per confondere ulteriormente le acque, annegando i fatti in un fluire quasi inesausto di parole. Un vero tour de force per gli interpreti ottimamente diretti.

Commenti (11) vedi tutti

  • Lei chiede la separazione, e apre il vaso di Pandora.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Lei chiede la separazione, e apre il vaso di Pandora.

    leggi la recensione completa di Baliverna
  • Intenso, sensazionale. Un film di una straordinaria bellezza. Meritatissimi i premi che ha ricevuto. Da consigliare a tutti per suscitare emozioni che poche pellicole sanno dare.

    commento di slim spaccabecco
  • Per essere fatto bene questo Film lo e' in maniera sufficientemente giusta ma il complesso della Storia mi ha tremendamente annoiato.voto.4.

    commento di chribio1
  • 8,5 Lietissima sorpresa! Curato in ogni minimo particolare, ben girato e ben interpretato. Ottimo anche il finale. Film senza punti deboli. Orso d'oro a Berlino nel 2011, meritatissimo!

    commento di GanaJuza
  • Buon film iraniano da vedere

    commento di antonio de curtis
  • Decisamente un bel film ,trama semplice,un fatto quotidiano che puo' diventare un incubo.Il tutto in ambientazione orientale islamica,sempre distante dalla nostra cultura occidentale.Attori perfetti e meritato Orso D'oro al festival di berlino 2001.

    commento di ezio
  • Molto, molto bello questo film. Di una tenerezza sconfinata.

    commento di Winnie dei pooh
  • FA VIVERE UN MOMENTO PARTICOLARE DELLA VITA E MOSTRA UNA SOCIETA' CHE FORSE MOLTI NON CONOSCONO IN MANIERA INTENSA E TOCCANTE. BELLO!

    commento di fralle
  • Ottimo. Da far vedere e rivedere (e stravedere) a tutti i registi italiani che non sanno piu' interpretare la realta'… Oppure ho torto ed e' la realta' italiana ad essere cosi' insulsa come ce la descrivono?    

    commento di federico
  • Una ragazzina cerca di ricomporre una famiglia in frantumi, ma nello specchio non trova che il riflesso, del riflesso di un riflesso.

    commento di michel
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

lao di lao
8 stelle

  UN PARADOSSO ECLATANTE In “Una separazione” Nader( Peyman Moaadi), bancario a Teheran,  scoppia in lacrime pulendo il vecchio padre malato d’Alzheimer ( Ali-Asghar Shahsbazi): in un impeto d’ira ha appena spinto giù per le scale la badante incinta Razieh ( Sare Bayat)  colpevole di essere uscita di casa abbandonando il vecchio  affidato alla sua custodia dopo averlo legato... leggi tutto

36 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

pippus di pippus
6 stelle

Incuriosito dai premi conferiti a questo film dell'iraniano Farhadi, in primis l'Oscar al miglior film straniero del 2012, non mi sono perso la prima occasione di trasmissione in tv. Inizio ad effetto con ripresa frontale sui due coniugi che si alternano davanti all'obiettivo  per esternare le loro ragioni al giudice che dovrà dirimere la loro separazione.Sceneggiatura meticolosa... leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Baliverna di Baliverna
stelle

*** CONTIENE ANTICIPAZIONI *** Davvero molto interessante questo film iraniano, e complesso. La sceneggiatura è regolata al millimetro per definire i personaggi e l'ingarbugliata situazione in cui si vengono a trovare. E' un'opera che va seguita con attenzione ai particolari. Ho notato, leggendo le recensioni, che i vari utenti vedono questo film in modo a volte molto diverso, e ne... leggi tutto

2 recensioni negative

Recensione

NickZeta di NickZeta
8 stelle

Asghar Farhadi partendo col raccontare l'apparentemente semplice storia di una famiglia iraniana appena divorziata, allarga piano piano il tutto con l'inserimento di personaggi e svolte narrative che, oltre a donare alla narrazione drammatica piccoli elementi thriller che coinvolgeranno sempre di più lo spettatore grazie a una scrittura dei personaggi e dei dialoghi magistrali....

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

I coniugi Nader (Peyman Moadi) e Simin (Leila Hatami) decidono insieme di lasciare l'Iran per trasferirsi all'estero. Ma Nader non se la sente di lasciare da solo l'anziano padre (Ali-Asghar Shahbazi) ammalato di Alzheimer. Rinvia sempre la data della partenza e questo provoca la collera della moglie che decide di separarsi da lui finché non avrà preso una decisione definitiva....

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

L'altruismo sbagliato

giuvax di giuvax

Ritrovo tra i miei appuntini il foglietto con l'angolo degli spunti per playlist e post, e c'era una playlist abbandonata da, forse, maggio. - Qual è il tuo punto debole? - Tendo a preoccuparmi troppo degli...

leggi tutto

Recensione

sasso67 di sasso67
10 stelle

Nel 2009 Farhadi colpì con About Elly, un film in gran parte giocato sulla difficoltà, a volte l'impossibilità, di giungere alla verità. Nel parlare di questo, Farhadi non rinunciava ad assestare qualche stoccata all'Iran di Ahmadinejad e in particolare alla sua borghesia urbana, acquiescente ed assuefatta nei confronti del regime, indecisa tra modernità e tradizione, schiava dei suoi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2013
2013

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10 Personalmente l'ho trovato bellissimo: il film di Asghar Farhadi ha avuto un notevole successo di critica e pubblico in tutto il mondo, ha collezionato prestigiosi riconoscimenti come l'Orso d'oro a Berlino, l'Oscar per il miglior film straniero e il Golden Globe, e mi sembrano premi tutti meritati. E' uno dei miei preferiti tra i film iraniani e mi sembra che, rispetto alle opere...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

supadany di supadany
9 stelle

Film iraniano molto particolare e sorprendente, non tanto perché da questa nazione manchino esemplari cinematografici importanti (anzi tutt’altro), tanto perché in questo caso il regista Asghar Farhadi realizza la pellicola che non ti aspetti poggiandola su una sceneggiatura consistente e minuziosa, generando un cumulo di azioni che si concatenano con una frequenza altissima. Simin...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Grembi

shadgie di shadgie

La maternità può devastare ed esaltare, rimpicciolire le prospettive o allargarle a dismisura. Sconquassa i corpi, gli animi, l'idea di tempo. Il feto è un corpo estraneo e insieme la cosa...

leggi tutto

Recensione

lao di lao
8 stelle

  UN PARADOSSO ECLATANTE In “Una separazione” Nader( Peyman Moaadi), bancario a Teheran,  scoppia in lacrime pulendo il vecchio padre malato d’Alzheimer ( Ali-Asghar Shahsbazi): in un impeto d’ira ha appena spinto giù per le scale la badante incinta Razieh ( Sare Bayat)  colpevole di essere uscita di casa abbandonando il vecchio  affidato alla sua custodia dopo averlo legato...

leggi tutto
Recensione
Utile per 26 utenti
Uscito nelle sale italiane il 17 ottobre 2011
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito