Trama

La moglie di Pietro Paladini, alto dirigente di un network televisivo, muore improvvisamente lasciandolo solo con la figlia Claudia, di dieci anni. Per non essere sommerso dal dolore, una mattina Pietro decide di restare davanti alla scuola della figlia, dopo averla accompagnata. E così fa anche il giorno dopo. E il giorno dopo ancora. E di colpo, quella postazione diventa il suo "nuovo ufficio", un luogo dal quale osservare le cose con occhi nuovi e intorno al quale gli altri - dapprima stupiti, poi partecipi - cominciano a ruotare, in uno strano balletto...

Note

Se il romanzo di Sandro Veronesi era un fiume di parole, qualcosa di travolgente che correva e passava, Grimaldi sceglie per il film la figura del cerchio, facendo del corpo di Moretti il perno attorno a cui si arrotolano i fili di tutte le storie. I giardinetti di fronte alla scuola elementare diventano, senza forzature e senza simbolismi, il luogo arcano dove una società di adulti aspetta l’epifania del dolore; la venuta della sofferenza, che certifichi il fatto di essere vivi. Siamo tutti convocati davanti allo spettacolo che si ripete; il rito della conciliazione tra genitori e figli, la stessa ressa davanti a ogni portone del regno, «dammi un bacio, com’è andata oggi…».

Commenti (19) vedi tutti

  • eccezionalmente commenterò un film senza averlo visto: sopportare la vista di Moretti sarebbe già troppo, ma vederlo in azione con le vergogne di fuori sarebbe letale. Meglio stare alla larga

    commento di gherrit
  • Interessante trasposizione cinematografica del romanzo di Veronesi

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Film sicuramente riuscito nell'atmosfera triste ma non cupa del luogo (il giardinetto) e del protagonista; abbastanza azzeccati i personaggi di contorno. Mi rimane l'impressione di un'opera non del tutto risolta.

    commento di fornarolo
  • Voto: 7 ma solo grazie alla colonna sonora e ad alla presenza di Nanni Moretti tra gli attori. Il film mi ha deluso, l'ho trovato freddo, senz'anima …

    commento di sebfic
  • Film senza infamia e senza lode, che tratta il tema del dolore con particolare efficacia. Il film scorre liscio sui classici dettami morettiani ma esce fuori dagli schemi per la scena di sesso tra Nanni e una travolgente Ferrari..

    commento di Garnett
  • il solito barboso film da tinello con cui il cinema italiano si è affossato e si è reso provinciale.

    commento di Zardoz
  • Voto 5/6; Mi è sembrato un film abbastanza inutile. A parte qualche esercizio di stile abbastanza fine a se stesso, il film non incuriosisce e ne pone grandi questioni. E la scena di sesso mi è sembrata, in effetti, gratuita.

    commento di toni70
  • Voto 7!

    commento di Mr Blonde
  • Ma cosa ci vogliono insegnare? Che non esiste la normalità? Che il tempo cancella tutto? Che la vita va avanti? Film banale Nanni Moretti un grande

    commento di francos1968
  • questo è il cinema di qualità italiano? pubblicità,scandali,presentazioni,interviste,polemiche per NIENTE.e poi diofa almeno fate spogliare anche un pò la Smutniak

    commento di antimes
  • Il Nulla

    commento di Utente rimosso (bolanboogie)
  • tuttosommato il film mi è piaciuto, certo che però si deve dire che non è stato fatto un grande sforzo ne di sceneggiatura, tantomeno di regia visto che il film rispecchia totalmente il libro…

    commento di gianl
  • Semplicemente Irritante! Tipico film Nazional-Popolare pieno zeppo di luoghi comuni e situazioni al limite del patetico. Degne di nota le interpretazioni della Golino e di Gassman.

    commento di robcon71
  • Il film fa riflettere e ha un'ottima regia che ha delle trovate eccezionali e simpatiche che si amalgamano benissimo con la storia.Alla fine capiamo che la persona che sembra più strana e confusa non è sempre quella con problemi.

    commento di BusterK92
  • Patetico,patinato,finto,irrisolto oltre ogni limite.Moretti e' noiosissimo come le sue stralunate partner cinematografiche.

    commento di COOL
  • Ottima trasposizione di un romanzo, forse negli ultimi tempi una delle migliori. Il regista riesce inoltre ad esprimere anche il difficile percorso del dolore del protagonista. La troppa pubblicità questa volta non ha dluso le aspettative. 7

    commento di nibbio
  • godibile, pur con qualche melensaggine di troppo. cast perfetto, in testa la strana coppia moretti/gassman.

    commento di redrum80
  • Non mi ha convinto.Moretti non mi piace per niente.

    commento di ULTIMO82
  • Un film inutile e pretenzioso.Nanni Moretti non ecciterebbe nemmeno una ninfomane.Ridateci Raoul Bova e Kim Rossi Stuart.

    commento di stania
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è sufficiente

riverworld di riverworld
6 stelle

Cosa può succedere quando si vive un dramma profondo come la perdita di qualcuno? Generalmente prima o poi ci si rimette in moto anche se molto lentamente, e spesso si viene salvati dalla ruotine quotidiana, in particolare dalla necessità di lavorare per continuare a mangiare ed avere un tetto sulla testa. Ma se non avessimo questi bisogni e potessimo permetterci di fregarcene e... leggi tutto

19 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle positive

OGM di OGM
8 stelle

La perfetta copia visuale del romanzo, di cui contiene tutto lo spirito, nel contempo filosoficamente lieve e profondamente doloroso. L’uomo che, dopo, l’improvvisa morte della moglie, rimane seduto sulla panchina davanti alla scuola della figlia, è l’immagine di una vita congelata nel pensiero di ciò che poteva essere, e che lui, afflitto da una perdita tanto... leggi tutto

42 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle negative

sasso67 di sasso67
4 stelle

Quando uscì “Rocky IV”, ricordo che si scommetteva su quale sarebbe stato il successivo avversario del pugile interpretato da Stallone: c’era chi propendeva per un alieno e chi invece ipotizzava un robot. Adesso il quesito si pone per Nanni Moretti: in “La messa è finita” gli moriva la mamma, in “La stanza del figlio” perdeva il figlio,... leggi tutto

18 recensioni negative

Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 5 voti
vedi tutti
Trasmesso il 15 ottobre 2017 su Rai Movie
Trasmesso il 3 ottobre 2017 su Rai Movie
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Trasmesso il 22 settembre 2017 su Rai Movie

Recensione

Furetto60 di Furetto60
7 stelle

Trasposizione cinematografica dell'ottimo romanzo di Veronesi.Caos calmo è un film curioso e intrigante .Dopo aver perso la moglie, un giovane manager in  carriera, si siede tutte le mattine su di una panchina,o in auto,sotto la scuola elementare della figlia piccola,rimasta orfana di madre, per offrirle una sorta di  sostegno morale, ma la...

leggi tutto
Recensione
Nel mese di aprile questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

alexio350 di alexio350
4 stelle

Dopo avere salvato una donna che stava per affogare in mare, Pietro (Nanni Moretti) - manager di successo - torna a casa per scoprire che la moglie è morta sotto gli occhi della figlia ancora piccola. Decide così di non andare più a lavorare, ma di piazzarsi ogni giorno nel parco adiacente alla scuola della bimba per accertarsi che tutto vada per il meglio e per starle...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2015
2015
Disponibile dal 1 aprile 2015 in Dvd a 10,55€
Acquista
Il meglio del 2014
2014

Recensione

germarco di germarco
7 stelle

Ancora una volta (mi è già successo per "Il Caimano") mi trovo a guardare un film di Nanni Moretti spinto più che altro dalla curiosità suscitata dai commenti della stampa al momento dell'uscita della pellicola nelle sale. In questo caso i commenti riguardavano soprattutto le scene di sesso con la Ferrari, e l'utilizzo del "Produkt Placement" (una forma di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2011
2011

Aspettando...

panflo di panflo

"""""""""""Pedro Pedreiro è pensoso e aspetta il tram domani forse dovrà aspettare ancor per il bene di chi, il bene di chi è senza un soldo Pedro Pedreiro aspetta anche l'amore sta...

leggi tutto

Recensione

MovieGoer di MovieGoer
2 stelle

Due donne che stanno contemporaneamente per annegare nella stessa spiaggia, a pochi metri di distanza, basterebbe questo per fare inorridire un qualunque sceneggiatore. Capisco si trattasse di uno tsunami o di una situazione grave, ma qui siamo di fronte semplicemente al mare un po' ingrossato... Provo ad andare avanti. Paladini che ha appena salvato una donna torna a casa e trova la moglie...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

riverworld di riverworld
6 stelle

Cosa può succedere quando si vive un dramma profondo come la perdita di qualcuno? Generalmente prima o poi ci si rimette in moto anche se molto lentamente, e spesso si viene salvati dalla ruotine quotidiana, in particolare dalla necessità di lavorare per continuare a mangiare ed avere un tetto sulla testa. Ma se non avessimo questi bisogni e potessimo permetterci di fregarcene e...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

sasso67 di sasso67
4 stelle

Quando uscì “Rocky IV”, ricordo che si scommetteva su quale sarebbe stato il successivo avversario del pugile interpretato da Stallone: c’era chi propendeva per un alieno e chi invece ipotizzava un robot. Adesso il quesito si pone per Nanni Moretti: in “La messa è finita” gli moriva la mamma, in “La stanza del figlio” perdeva il figlio,...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

Utente rimosso (pithecusano) di Utente rimosso (pithecusano)
8 stelle

Saremo noi ad insegnare i sentimenti ai nostri figli, o saranno loro a ritrovarli, dopo che noi, la nostra generazione, avremo tentato di disfarcene in una qualunque discarica abusiva, per troppo timore di essere ancora vivi? E' il caos, quello primordiale nel quale pianeti, comete ed asteroidi si scontrano senza nessun ordine apaprente, a determinare ancora le nostre esistenze, il nostro...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 4 febbraio 2008
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito