Onora il padre e la madre

Trama

I fratelli Andy e Hank si trovano entrambi, per motivi diversi, ad avere urgente bisogno di denaro. Per tirarsene fuori, decidono di organizzare una rapina: ma la sorpresa - che complica un quadro già intricato - è che Andy, il maggiore, ha pensato che il colpo debba svolgersi nella gioielleria dei genitori. Purtroppo, però, la situazione sfugge di mano ai due e si trasforma in tragedia...

Note

Lumet al suo meglio: urbano, sporco, duro, concentrato sulle prestazioni degli attori con una lucidità davvero magistrale. Un film che mette in scena il tema più caro al cinema dell'ultraottantenne regista: il crollo dei valori e le responsabilità etiche dell’individuo.

Commenti (19) vedi tutti

  • Ottimo Lumet

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • Due fratelli in odore di povertà, ed in certezza di meschinità, decidono di compiere un crimine ai danni di persone a loro molto, troppo vicine. Qualcuno morirà, qualcuno ne uscirà vivo, ma dopo aver riscritto i comandamenti con inchiostro nerissimo.

    leggi la recensione completa di MarioC
  • Film con la F maiuscola ! Senza quell'inutile e volgare scena di sesso all'inizio, avrei dato 5 stelle. Sempre bella la Tomei..

    commento di stokaiser
  • Voto 7. [22.12.2013]

    commento di PP
  • Alta tensione, ottima sceneggiatura e Lumet c'è.

    commento di movieman
  • La famiglia è un mondo, tutto il mondo è una famiglia.

    commento di michel
  • Un film disgustoso e spregevole non si salva niente.voto 0

    commento di wang yu
  • Drammone che non può lasciare indifferenti: molto teso e girato con grandissima abilità

    commento di fornarolo
  • Una tragedia greca sui legami familiari distrutti dal dio denaro e dall'avidità. Attori bravissimi e regia finalmente all'altezza di Sidney Lumet.

    commento di castaway
  • Non un dramma, ma una vera tragedia. Molto coinvolgente, ma è talmente cupo da essere fastidioso. E poi i personaggi: tutti (troppo) borderline per essere credibili. Non si riesce a capire nessuno di questi cosa voglia o in che direzione vada.

    commento di robynesta
  • dicono che non si girano più capolavori ma film come questo, lo sono! è cinico, nichilista, ci parla del mondo e del suo vuoto. di cattivi genitori, pessimi figli. lumet è ancora in piena forma e PHS sempre più bravo. da vedere!

    commento di sir
  • MA …COSI BELLO PROPRIO NON E

    commento di danandre67
  • Voto 8!

    commento di Mr Blonde
  • La tragedia dei mediocri. Di chi per comodo e opportunismo sceglie l'amante e il luogo da rapinare nell'ambito della famiglia e poi si domandano qual è il pezzo che manca per trovare la propria identità. E se fosse il cuore?

    commento di knovak
  • 7/10

    commento di alex77
  • gran bel film sul male di vivere di oggi, con un primo tempo strepitoso.attori bravi ma con un hoffman sopra tutti. ce ne fossero ancora di registi cosi.

    commento di laura pi
  • Impossibile non apprezzare questo film. Mortifero eppure così vivo. Attori e regista in stato di grazia.

    commento di pace
  • Pescando a piene mani dalla tragedia greca (come ha fatto Allen in SOGNI E DELITTI: i due film sono molto simili), Lumet sforna un film con nulla di geniale ma dalla fine realizzazione. Grandi attori, buona sceneggiatura, tensione così così.

    commento di Ewan
  • Bello, bravi tutti gli attori, ottima sceneggiatura, regia perfetta. 8

    commento di nibbio
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

“Vedi, il bello della contabilità immobiliare è che puoi aggiungere cifre in fondo alla pagina o in mezzo alla pagina e tutto funziona. Così ogni giorno... e fai quadrare i conti. Insomma, il totale è sempre la somma delle parti. È pulito, è chiaro, limpido, assoluto. Ma la mia vita, quella... quella non torna. Forse... non lo so, è fatta di pezzi scompagnati e io non sono la somma... leggi tutto

86 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

sasso67 di sasso67
6 stelle

Il titolo originale suonrebbe "prima che il Diavolo sappia che sei morto", ma in Italia ce lo dobbiamo sorbire con il titolo del quarto comandamento, onora, appunto, il padre e la madre. Ma, volendo, di comandamenti violati, nella storia scritta da tale Kelly Masterson e messa in scena, per l'ultima volta, da Sidney Lumet, ce n'è più d'uno. Non ho sentito, per la verità, i due protagonisti... leggi tutto

13 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

marlucche di marlucche
4 stelle

Oggi 27 marzo 2008 in 174 sale a roma si poteva andare al cinema con un euro. E andiamo va! Verdone, nemmeno se me lo regalano… 10.000 A.C. ma per carità di dio! Quello con vaporidis.. su non scherziamo… Quindi ci tocca obbligatoriamente “Onora il padre e la madre”. Forza e coraggio mi dico… Sidney Lumet, mica cazzi! E invece cazzi, anzi nemmeno quelli. Il film è la storia di due... leggi tutto

3 recensioni negative

Nel mese di ottobre questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Trasmesso il 4 ottobre 2017 su Iris
Nel mese di settembre questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di agosto questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

Furetto60 di Furetto60
8 stelle

Ottimo lavoro di Lumet, credo anche l'ultimo.Due fratelli disperati e in bancarotta, decidono di far rapinare la gioielleria dei genitori,ma il piano va storto e la madre viene uccisa ,da qui in poi comincia un'escalation di omicidi,che ricorda alla lontana quella del film" Fargo",il tratto qui è meno grottesco, più realistico, in comune cè l'azione...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti
Trasmesso il 6 febbraio 2017 su Iris
Il meglio del 2016
2016

Coscienza della fine

LorCio di LorCio

Forse è soltanto una questione di ricezione, vediamo i vecchi film col senno di poi e ci piace leggere qualcosa che era solo in potenza oppure nemmeno considerato nel mentre in cui furono realizzati. Non tutti...

leggi tutto

Recensione

MarioC di MarioC
9 stelle

Un noir cupo, angosciante, imparentato con la filosofia e percorso da una disperazione che non lascia scampo, ravvisabile in ogni inquadratura, in ogni dialogo di quello che è un perfetto congegno ad orologeria, un appassionato e desolante ritratto della caducità dei valori e della insussistenza di punti fermi.     Esaurita l’eco dell’ultima scena,...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

DRUGO_LEBOWSKI981 di DRUGO_LEBOWSKI981
8 stelle

Lumet non è certo un regista che ha bisogno di presentazioni: gli anni '50 '60 e '70 sono stati il periodo in cui ha tirato fuori dei film indimenticabili, dei veri e propri Cult Mondiali: da "La Parola ai Giurati" a "L'uomo del banco dei pegni", da "A prova di errore" a "La collina del disonore", da"Serpico" a  "Quel Pomeriggio di un Giorno da Cani", passando da "Assassinio sull...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2014
2014

Recensione

michele_apicella di michele_apicella
7 stelle

Operazione Mamma e Papà     Un ottimo Sidney Lumet, grazie anche al cast sul quale il segno di Philip S.Hoffmann e Albert Finney si sente. Grazie alla struttura narrativa che si frantuma via via che il film procede verso l'epilogo, lasciando pezzi di trama persi in giro (che fine fa Hank?) e diventando sempre meno realistico e sempre più simbolico (fino all'uscita di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti

Philip Seymour Hoffman

Rebel Rebel di Rebel Rebel

L'ho saputo pochi minuti fa, a cena, guardando la televisione. Inutile dire che mi è passata la fame. Non me lo aspettavo, anche perchè ignoravo i suoi recenti problemi di droga (pare sia morto di overdose).   Un...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Michael Shannon

mck di mck

Michael Shannon, classe 1974, a normal guy. Da questo spezzone fresco fresco tratto dal David Letterman Late Show... ...non si direbbe, ma lo aspetto in una vera Commedia. Ben Scritta ( non che l'Orrore che...

leggi tutto

Recensione

FABIO1971 di FABIO1971
8 stelle

“Vedi, il bello della contabilità immobiliare è che puoi aggiungere cifre in fondo alla pagina o in mezzo alla pagina e tutto funziona. Così ogni giorno... e fai quadrare i conti. Insomma, il totale è sempre la somma delle parti. È pulito, è chiaro, limpido, assoluto. Ma la mia vita, quella... quella non torna. Forse... non lo so, è fatta di pezzi scompagnati e io non sono la somma...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

vincenzo carboni di vincenzo carboni
10 stelle

Il centro di questo film sta al minuto 31,37. Subito dopo l'oblio artificiale asetticamente donato dalla droga, Andrew Hanson (acqua tonica) si confessa, seduto mollemente sulla poltrona («Io non sono la somma delle mie parti»), adagiato sui postumi della sbornia tossica. Il pusher concede l'assoluzione per poter ancora continuare a peccare, e disobbedire al comandamento (onora il padre e la...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

In nome dei padri

Kurtisonic di Kurtisonic

Una delle figure più a rischio del mondo del cinema è quella del padre. Di regola dà cattivi esempi e occorre che muoia prima dei titoli finali. Autoritari,prevaricatori, affidabili, aspiranti al...

leggi tutto

Recensione

sasso67 di sasso67
6 stelle

Il titolo originale suonrebbe "prima che il Diavolo sappia che sei morto", ma in Italia ce lo dobbiamo sorbire con il titolo del quarto comandamento, onora, appunto, il padre e la madre. Ma, volendo, di comandamenti violati, nella storia scritta da tale Kelly Masterson e messa in scena, per l'ultima volta, da Sidney Lumet, ce n'è più d'uno. Non ho sentito, per la verità, i due protagonisti...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Paul Hackett di Paul Hackett
8 stelle

Cupa ed angosciante tragedia dal sapore shakesperiano sulla banalità del male e la dissoluzione dei valori familiari. Oltre 30 anni dopo il suo amarissimo e sconvolgente "Quel pomeriggio di un giorno da cani", Sidney Lumet dimostra di non aver smarrito la capacità di dipingere in  maniera asciutta, rigorosa e disperata la crisi profonda di una società allo sbando che...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

7 anni in Tibet

marlucche di marlucche

E' il titolo di un film ch eper altro non ho visto... C'è chi passa 7 anni in Tibet e chi li passa con film TV. Oggi aprendo la mia scheda My film TV mi sono resa conto che sono iscritta da ben sette...

leggi tutto

Recensione

Utente rimosso (J.P.O.) di Utente rimosso (J.P.O.)
8 stelle

“Il totale è la somma delle parti, ma la totalità del mio essere non è la somma delle mie parti”. Con questa frase enunciata del protagonista Andy (uno straordinario Philip Seymour Hoffman) verso metà film possiamo benissimo riassumere “Onora il padre e la madre”, l’opera cinematografica più fresca e tagliente che sia recentemente uscita nelle sale e che, come ogni ossimoro che...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2008
2008

Recensione

marlucche di marlucche
4 stelle

Oggi 27 marzo 2008 in 174 sale a roma si poteva andare al cinema con un euro. E andiamo va! Verdone, nemmeno se me lo regalano… 10.000 A.C. ma per carità di dio! Quello con vaporidis.. su non scherziamo… Quindi ci tocca obbligatoriamente “Onora il padre e la madre”. Forza e coraggio mi dico… Sidney Lumet, mica cazzi! E invece cazzi, anzi nemmeno quelli. Il film è la storia di due...

leggi tutto
Uscito nelle sale italiane il 10 marzo 2008
Il meglio del 2007
2007

Recensione

chinaski di chinaski
8 stelle

Famiglie distrutte. Frammenti di storie. Pezzi di vita e parti di sceneggiatura che si scontrano e si ricompongono in una struttura narrativa che continuamente si riavvolge su se stessa, poi guarda in avanti, poi si sofferma sul presente. Andy e Hank sono fratelli. Entrambi sposati. All’apparenza felici. Andy ha il vizio dell’eroina e gli costa parecchio. Con la moglie, dopo la scena...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito