13 Tzameti

Regia di Géla Babluani

Con George Babluani, Pascal Bongard, Aurélien Recoing, Fred Ulysse Vedi cast completo

Questo film non è disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Trama

Un giovane lattoniere che per caso si sostituisce a un truand morto di overdose per non si sa bene quale affare. Come in una partitura blues, il ragazzo deve solo presentarsi al crocicchio e mostrare il numero fatidico. Accompagnato in una remota località, scopre suo malgrado la macchinazione. È il tredicesimo partecipante a una roulette russa circolare: punti la pistola alla nuca di chi ti sta davanti. Ai sopravvissuti - e ai ricchi annoiati che scommettono su di loro - molti soldi. Ma la mitologia del fallimento ha le sue regole, e anche i vincitori rischiano.

Note

Asciuttissimo, con un bianco e nero che nelle intenzioni guarda più a Ejzenstejn che a Melville, il film di Babluani è gelido come una lama di pugnale, eppure non dimentica un certo umanesimo di fondo, per non indurci nella tentazione di pensare ai personaggi come a dei numeri. Quasi un _Hostel_ in versione polar, o un _Non si uccidono così anche i cavalli?_ ma ambientato nel milieu. Intenso il protagonista Georges, fratello del regista, e strepitoso come al solito Aurélien Recoing.

Commenti (5) vedi tutti

  • ho visto questo film,ahimè,con forte ritardo.sapevo già qualcosa della trama e ribadisco quanto detto da altri utenti:meno si sa,meglio è.solo una parola:superbo.

    commento di arakne
  • Duro. Non rivelo proprio niente…e consiglio di non leggere niente, così il pugno arriverà più forte…

    commento di GoonieAle
  • Bellissimo, crudo, con la tensione che si taglia a fette durante tutta la durata del film. Da vedere. Voto 8

    commento di jeffwine
  • Avanguardia totale.

    commento di Ramones
  • E' un film che ti prende, al di là delle tante riflessioni sui personaggi e sulle loro vite. Un misto di noir, giallo con la tensione che cresce piano piano fino ad esplodere in un finale…Non perdetevelo

    commento di pierlues
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Sébastien (George Babluani) è un giovane operaio che sta facendo dei lavori in una villa. Qui viene accidentalmente in possesso di una lettera indirizzata al proprietario della villa che intanto è morto di overdose. Sembra contenere una sorta di mappa che conduce a facili guadagni quella lettera e Sébastien ne è attratto al punto di sostituirsi al suo... leggi tutto

15 recensioni positive

Recensioni
Il meglio del 2016
2016

Nero Rurale

FedoFedo di FedoFedo

Campagne, piccoli paesi, luoghi desolati per anime desolate. Uomini persi, folli, reietti in balia degli istinti. La playlist racoglie dei film che hanno in comune queste caratteristiche (non per tutti il termine...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015
Il meglio del 2014
2014

Recensione

ohdaesoo di ohdaesoo
8 stelle

E così quasi per caso mi capitano sotto le mani due film georgiani nello spazio di soli 3 mesi. E se già 247° F era un thrillerino abbastanza discreto, anche se solo per appassionati, questo 13-Tzameti (che significa 13...) è di tutt'altra pasta, niente da dire. In realtà la produzione è francese perchè il regista, Babluani, si trasferì dai...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2012
2012

Recensione

lostraniero di lostraniero
10 stelle

"Tzameti" è opera sublime... click!... Che il miracolo cinematografico avvenga in Francia per mano di un giovane (semisconosciuto) autore georgiano non può che rallegrarci... click!... Un consiglio spassionato: non usate mai una critica automatica per film come questo, vi si potrebbe inceppare sul più bello!... click!... Opera che quando uno s'aspetta che inizi a trasudare 'francesismo' con...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2010
2010

Un corpo, i corpi.

Peppe Comune di Peppe Comune

Corpi che imprigionano e corpi che alienano. Corpi ossessionati e corpi ossessionanti. Corpi in divenire e corpi riflessi. Corpi che recitano e corpi che liberano. Pier Paolo Pasolini pensava che un "corpo è...

leggi tutto

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
8 stelle

Sébastien (George Babluani) è un giovane operaio che sta facendo dei lavori in una villa. Qui viene accidentalmente in possesso di una lettera indirizzata al proprietario della villa che intanto è morto di overdose. Sembra contenere una sorta di mappa che conduce a facili guadagni quella lettera e Sébastien ne è attratto al punto di sostituirsi al suo...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

(S)visti di stagioni

carlos brigante di carlos brigante

Nel passato più o meno recente sono innumerevoli le pellicole che non vengono distribuite nelle sale cinematografiche, in dvd o in televisione. Ovviamente non tutte sono opere notevoli, ma molte meriterebbero...

leggi tutto

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
8 stelle

"13 Tzameti" è un film sulla desolazione dell'individuo, inizialmente mascherato da noir e che guarda alla Nouvelle Vague. E' un film con prevalenza di campi stretti, dove l'individuo domina la scena accompagnato dalla propria desolazione. I luoghi sono un contorno; sono solo spazi chiusi qualsiasi dove si svolgono le azioni. Dove la tensione cresce. Sono i custodi di un triste e...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

sasso67 di sasso67
10 stelle

Girato in un bianco e nero autoriale che rimanda, a mio parere, un po' ai maestri della nouvelle vague (Godard, Truffaut, ma anche Melville), un po' al Kassowitz dell'"Odio" e un po' anche ad un regista con il quale Babluani condivide le origini georgiane (sono nati entrambi a Tiblisi, seppure a 45 anni di distanza) e l'adozione francese, come l'Otar Ioseliani di "C'era una volta un merlo...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Recensione

superficie 213 di superficie 213
10 stelle

Che bel film! L'esordiente Géla Babluani dirige questo noir con mano felicissima,aiutato da una fotografia in bn eccezionale e da una sceneggiatura davvero di ferro. Tutta la prima parte e' messa in scena con gran senso del ritmo e della gestione della tensione,il viaggio di Sebastien - questo il nome del protagonista - e' intenso,smepre teso e mai conciliante. Ogni sua scelta avra'...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 2000
2000
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito