Trama

Romain, trent'anni, fa il fotografo. Un giorno scopre di essere affetto da una malattia incurabile: gli restano solo pochi di mesi di vita. A mano a mano che si avvicina alla fine diventa sempre più crudele con il suo partner, odioso con la sorella e con i genitori...

Note

Non tutto funziona in _Le temps qui reste_, e ci pare una forzatura studiata a tavolino l'incursione del personaggio femminile, quasi a risolvere con un coup de theâtre il legittimo bisogno di paternità dell'amante omosessuale. Nella prima parte tuttavia si vola alto e il merito, va detto, è soprattutto degli attori. Bravissimo Melvil Poupaud, che sembra refrattario al ruolo troppo simbolico, tipo Cristo del Mantegna, che forse vorrebbe cucirgli addosso Ozon, e ci mette del suo nell'affrontare la morte con malsano nervosismo. La sequenza più bella è quella del confronto col padre, uno straordinario Daniel Duval.

Commenti (1) vedi tutti

  • Un altro bel film da Francois Ozon. Certo, non eccezionale, ma sono convinto che prima o poi Ozon sara' in grado di regalarci un altro capolavoro come "Sotto la sabbia".

    commento di ligeti
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

ezio di ezio
9 stelle

Romain (Poupaud),giovane fotografo di successo ,scopre di essere malato terminale.Rifiuta ogni trattamento ,liquida il lavoro e rompe con il suo compagno.L'unica persona in grado di comprenderlo e dalla quale si rifugia,e' la nonna (una meravigliosa Moreau),perche' anche lei "sta per morire".Il film e' una cronaca appassionata e commovente della solitudine,del pudore,dell'angoscia.Ozon e' un... leggi tutto

7 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista
6 stelle

Romain, giovane fotografo d’alta moda, scopre di avere un cancro devastante, che non gli lascia scampo. Pochi mesi di vita se rifiuta le cure, cosa che lui decide di fare nonostante la nonna Jeanne Moreau lo inviti a tentare il tutto per tutto. Pianta il fidanzato e conosce una donna, Valeria Bruni Tedeschi, che gli chiede di dargli un figlio, dato che il marito è sterile. Cruda parabola... leggi tutto

2 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

nica di nica
4 stelle

Ma io mi chiedo, quando un regista sceglie gli attori quali logiche segue? Perche' davvero, qui, a parte il protagonista nessun attore mi sembra azzeccato e di conseguenza il film mi e' parso interminabile perche'troppo finto. Questa nonna, tutta rifatta, cui hanno addirittura tirato gli zigomi mi fa piu'intristire della storia del film....inoltre perche' sempre dico sempre gli ambienti... leggi tutto

1 recensioni negative

Il meglio del 2015
2015

Recensione

ezio di ezio
9 stelle

Romain (Poupaud),giovane fotografo di successo ,scopre di essere malato terminale.Rifiuta ogni trattamento ,liquida il lavoro e rompe con il suo compagno.L'unica persona in grado di comprenderlo e dalla quale si rifugia,e' la nonna (una meravigliosa Moreau),perche' anche lei "sta per morire".Il film e' una cronaca appassionata e commovente della solitudine,del pudore,dell'angoscia.Ozon e' un...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Viaggio verso l'ignoto

ilpanda di ilpanda

Cinque film che sono riusciti a stupirmi per lo sguardo lucido e disincantato su un tema difficile e poco frequentato, che è quello del male incurabile. Percorsi dolorosi e talvolta angoscianti al centro di...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010
Il meglio del 2009
2009
Il meglio del 2008
2008

La cognizione del dolore

spopola di spopola

Gadda non c'entra. E' lo sbigottimento cosciente che trafigge il cervello, quel senso dell'irreparabile che incombe che non puoi contrastare nè sconfiggere, una lacerazione dell'anima che diventa un angoscioso...

leggi tutto

Recensione

OGM di OGM
8 stelle

Il dramma individuale della morte che arriva proprio quando non dovrebbe: non all'età di trent'anni, non quando si è all'apice del successo professionale, non prima di veder nascere il proprio figlio, non in una bella giornata di sole, non su una spiaggia affollata, non dopo un bagno in mare ed un gelato al cioccolato. Non, non, non. Eppure essa arriva, annunciata ed attesa. E il mondo...

leggi tutto
Il meglio del 2007
2007

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Ozon nel bene e nel male ha l'enorme pregio di non lasciare mai indifferenti.Qui racconta una storia forse difficilmente filmabile di impatto emotivo tremendo(che cosa puo'esserci di piu'tremendo di trovarsi a trent'anni sulla cresta dell'onda,con amante,soldi e lavoro gratificante e sentirsi dire di avere pochissimi mesi di vita?)con un ottimo protagonista descritto nei minimi termini della...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006

CINEMA DEL TEMPO

joseba di joseba

Oggetto o soggetto di riflessione cinematografica, il tempo è protagonista di alcune tra le migliori pellicole recenti. Se è "scrittura del movimento", il cinema è anche, indiscutibilmente, "scrittura del tempo".

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito