Gioventù bruciata

Trama

I giovani Jim, Judy e Plato sono accusati di aver aggredito un uomo. Il giorno dopo, Buzz e i suoi sfidano Jim a una pericolosa gara detta “la corsa del coniglio”: correre in auto verso un precipizio e lanciarsi dalla macchina il più tardi possibile. È Buzz a morire, e Jim si rifugia in una casa isolata dove si trova anche Plato...

Note

Il film, sceneggiato da Irving Shulman a partire da una storia originale dello stesso Ray, fu quello che impose James Dean come il mito di una generazione inquieta e sradicata per definizione. Un vero e proprio classico che ancora oggi procura emozione. Almeno quindici le scene memorabili. Splendida la fotografia del maestro Ernest Haller.

Commenti (12) vedi tutti

  • "cult" imperdibile

    leggi la recensione completa di Furetto60
  • A tratti mi lascia perplessa. Il dramma manca in alcuni punti, come se non ne avessero abbastanza poi per il finale, che invece è solo quello.

    commento di Michaela
  • Un film che ha qualcosa da insegnare e cioè,quando i figli non hanno una famiglia forte alle spalle crescono male e insicuri e sono inclini a fare sciocchezze.

    commento di wang yu
  • Film che fatto storia soprattutto perchè tra i primi film sul tema del bullismo. Si nota molto la bellissima fotografia e anche uno stile diverso di inquadrare le varie scene. Molto bravo James Dean merito anche di una notevole sceneggiatura

    commento di XANDER
  • un bel film

    commento di leli
  • Capolavoro carico di drammaticità vibrante, in anticipo sui tempi per temi e situazioni trattate, per le prove del cast e il "taglio" registico. Il cult che ha consacrato Dean e il mito del "ribelle senza causa". Inutile aggiungere altro.

    commento di Natalie
  • Viaggio horror vacui esistenziale tra le prime crepe di una generazione continua. Non lo si rimuove dall'immaginario.

    commento di Dalton
  • Film assolutamente drammatico e desolato,dai colori infuocati come la passione giovanile dei personaggi.Qui tutto è autentico ed è logica l'immedesimazione.Più che un film,è un DOCUMENTO nostalgico,lacerante e soprattutto romantico:10!

    commento di GREENY
  • Film di culto, che mi ha colpito però solo per il finale sofferto e commovente… il resto invece mi è sembrato abbastanza noiosetto a parte qualche scena.

    commento di Bellociuffo
  • si potrebbe vederlo solo per james dean, grande, il film comunque pur apparendo un po datato garantisce comunque una buona tensione

    commento di raffa84
  • immortale

    commento di bocchan
  • Ray è un'ottimo regista e si sa!!! Ma qui veramente supera se stesso!!! Un film di grande spettacolo visivo ed'emotivo!!!! Un film meraviglioso!!!

    commento di cinefilo87
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

LorCio di LorCio
8 stelle

Come si crea un mito? La ricetta non esiste, anche se molti press agent potrebbero venirci in aiuto. Come si fa a rendere il titolo di un film un modo di dire e un attore un’icona? Chissà, ma di certo una buona dose di lavoro lo fa il destino cinico e baro. Sta di fatto che Gioventù bruciata (titolo originale Rebel Without A Cause) è uno dei film simbolo del suo... leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

jonas di jonas
6 stelle

Ecco la perfetta dimostrazione che un film di culto non è necessariamente un grande film. Il problema è tutto nel titolo originale, o meglio nella sua incoerenza: i personaggi sono sì privi di motivazioni, nel senso che agiscono spinti solo dalla noia (“Perché facciamo questo?” “Per vincere la monotonia”, si dicono prima della corsa del coniglio: si può essere più chiari di... leggi tutto

3 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

Enrique di Enrique
4 stelle

Un film manifesto, non c’è dubbio: della noia, però. Ridicolo pensare di psicanalizzare il disagio giovanile con un vocabolario che farebbe invidia all’Accademia della Crusca. Difficile, dunque, provare rimpianti per una generazione di prestanti giovani americani che - per vincere la monotonia delle loro vite vuote - se non finiranno le loro belle esistenze in un dirupo, lo faranno in... leggi tutto

2 recensioni negative

Trasmesso il 28 settembre 2017 su Rete 4

Recensione

Furetto60 di Furetto60
8 stelle

Il diciassettenne Jim Stark recentemente trasferitosi in città , viene arrestato per ubriachezza molesta,al commissariato socializza con  una ragazza vicina di casa Judy, che fa parte di una piccola banda di cui fanno parte Buzz e altri studenti del luogo,che dopo averlo provocato,  lo inducono  a partecipare ad una prova di coraggio: la...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 12 voti
vedi tutti
Trasmesso il 12 gennaio 2017 su Iris
Trasmesso il 10 gennaio 2017 su Iris
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

steno79 di steno79
8 stelle

Film fondamentale per la costruzione del mito di James Dean, ma per certi versi piuttosto invecchiato, e comunque non il capolavoro che vorrebbero i suoi fan più sfegatati. La direzione degli attori è certamente l'elemento di maggiore spicco della pellicola, dove si ritrova la modernità dello stile di Nicholas Ray: James Dean vi porta un'espressivita' tormentata, una...

leggi tutto

Antieroi

coroner di coroner

Eroi dall'anima sporca, criminali dal cuore tenero, perdenti nati, pessimi soggetti e tutti coloro che si distinguono dall'eroe classico, puro, virtuoso e pieno di qualità.

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2014
2014
Uscito nelle sale italiane il 3 novembre 2014
Il meglio del 2013
2013

Recensione

jonas di jonas
6 stelle

Ecco la perfetta dimostrazione che un film di culto non è necessariamente un grande film. Il problema è tutto nel titolo originale, o meglio nella sua incoerenza: i personaggi sono sì privi di motivazioni, nel senso che agiscono spinti solo dalla noia (“Perché facciamo questo?” “Per vincere la monotonia”, si dicono prima della corsa del coniglio: si può essere più chiari di...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

alfatocoferolo di alfatocoferolo
8 stelle

Possibile che questo film sarebbe diventato grande anche senza Dean ma è lecito avanzare qualche dubbio. Sicuramente qui, più e prima che altrove, il regista parla direttamente all'adolescente e ne trasforma i drammi interiori in storia da raccontare. Dean è maledettamente bello ed affascinante, è il simbolo di una generazione ribelle e sfrontata che vuole appropriarsi del mondo ma che...

leggi tutto

Padri e figli (maschi)

Redazione di Redazione

Relazione primaria, assoluta: parlare del rapporto, nel cinema come ovunque, tra il padre e il figlio maschio (o i figli se più di uno) significa aprire un elenco sterminato. Abbiamo atteso a lungo prima di...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2011
2011

Recensione

LorCio di LorCio
8 stelle

Come si crea un mito? La ricetta non esiste, anche se molti press agent potrebbero venirci in aiuto. Come si fa a rendere il titolo di un film un modo di dire e un attore un’icona? Chissà, ma di certo una buona dose di lavoro lo fa il destino cinico e baro. Sta di fatto che Gioventù bruciata (titolo originale Rebel Without A Cause) è uno dei film simbolo del suo...

leggi tutto

OPINIONI ZIPPATE

LAMPUR di LAMPUR

Doveva arrivare yume per definire, con estro estremo, “zippata” una mia opinione, e l'ho trovato cortese e geniale nel contempo, tanto da farmi chiedere: quali altri zippatori d'opinioni potremmo...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Singolar tenzone.

panflo di panflo

Espressione medievale che indica uno scontro frontale  tra due rivali, poi sostituito, nell'uso comune, da "duello" , lotta fra due individui. Il cinema da sempre ne ha fatto un elemento base delle sue...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

luisasalvi di luisasalvi
8 stelle

Se il titolo originale (Rebel without a Cause) ha un significato per Ray e non è solo un residuo del libro di Lindner che la Warner gli aveva proposto come soggetto, dobbiamo interpretarlo nel senso che il problema non è quello di ribellarsi ad una o ad un'altra società, ma di imparare a convivere con quella in cui ci si trova, imparando ad amare. Il ribelle del titolo...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

teaestefano di teaestefano
10 stelle

Altro che storie, questo è un capolavoro! No, perché leggendo giudizi meschini e incomprensibili come "datato", "abbastanza bello", "non male" mi viene la voglia di brandire l'acetta del termine "capolavoro". E' un film, intenso, tesissimo e incredibilmente ricco di annotazioni sociali e psicologiche (vuol dire che non le hanno notate) sul problema della gioventù allo sbando che già negli...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2007
2007

PACCHETTO SICUREZZA

willhard di willhard

Stupri, rapine, efferate violenze e truci omicidi sono all'ordine del giorno. Zingari, slavi, neri, marroncini e gialli si aggirano con fare minaccioso per le città, mentre le strade del paese sono percorse da...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005

Recensione

scapigliato di scapigliato
8 stelle

Gli occhi, le mani, la fronte di James Dean. Il ribelle senza causa, padre e prototipo di molti outsider anche recenti, codificato dal metodo di James Dean che allora fu il punto di riferimento di una generazione di attori come Brando e Malden, è l'anima segreta di Nicholas Ray, regista tra i migliori che l'epoca della rifondazione hollywoodiana abbia avuto. Ma se tutti portano nel cuore il...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2004
2004

For Nick

ty di ty

"C'era il teatro (Griffith), la poesia (Murnau), la pittura (Rossellini), la danza (Ejzenstein), la musica (Renoir). Ma ormai c'è il cinema. E il cinema è Nicholas Ray" (J.L. Godard, 1958)...Dedicata a Marnie, che...

leggi tutto
Playlist

Recensione

ed wood di ed wood
9 stelle

capolavoro degli anni 50: fu in quell'epoca di conformismo e di perbenismo, che si videro i primi ribelli, i primi segnali di controcultura (la corsa delle auto, la notte brava nella villa deserta...). E Ray li seppe rappresentare con furore, amarezza, sensibilita'. Un'opera che gronda di momenti d'antologia, ma anche di sottigliezze (la metafora del planetario, i rapporti intrafamiliari)....

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2003
2003

Dietro lo specchio...

Miss Parker di Miss Parker

....si cela un qualcosa di meravillioso,o sordido,o tragico,ma su cui èsempre ben riflettere...Nicolas Ray,lo sapeva è ha regalato dei capolavori in cui la visione delle cose è dura,ma apassionata,ispiegabile...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002

Recensione

cantautoredelnulla di cantautoredelnulla
8 stelle

Non è difficile immedesimarsi nei dubbi di Jim: cosa devo fare? Ma quante volte ce lo chiederemo e ce lo siamo chiesti nella vita? Quello che salta all'occhio e che rende bellissimo questo film è l'incertezza continua che provano tutti i personaggi, così umana, così quotidiana. I genitori che non sanno dare risposte precise, che spesso sbagliano a chiudersi in sè senza comprendere le vere...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Pink parade

Pink di Pink

Chiunque leggerà la mia playlist sappia che le scelte da me effettuate sono strettamente ricollegabili a momenti importanti della mia esistenza(mamma mia che professionalità...).

leggi tutto
Playlist
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito