I giorni del cielo

play

Regia di Terrence Malick

Con Richard Gere, Brooke Adams, Sam Shepard, Linda Manz Vedi cast completo

  • In TV
  • Sky Cinema Classics
  • Ore 21:00
altre VISIONI

Trama

Siamo negli Stati Uniti, agli inizi del secolo. Bill, un bravo giovanotto, emigra da Chicago nel Midwest. Con lui viaggiano la sua fidanzata Abby con la sorellina. Trovato un impiego presso il ricco Chuck, Bill convince Abby a sposarlo per assicurare una vita agiata a tutti e tre, ma ben presto un'ingistificata gelosia rovina il rapporto tra i due sposi e la vita coniugale diventa un inferno.

Note

Melodramma visionario, ricostruzione d'epoca intensa e ipnotica, storia d'amore delirante. Con la voce off che segna tutte le sue tre regie ("La rabbia giovane", questo e "La sottile linea rossa"), Malick costruisce un'elegia smisurata e ambizionissima, un kolossal intimista che si rivelò un fallimento tale da bandire il suo autore da Hollywood per vent'anni. Fotografia di Nestor Almendros premiata con l'Oscar, premio per la miglior regia a Cannes, colonna sonora di Ennio Morricone tra le più belle e inconsuete composte dal musicista.

Commenti (8) vedi tutti

  • Malick confeziona un ritratto introspettivo e romantico sull'epoca del fermento capitalistico. Non sempre il pathos è corroborato dalle splendide immagini bucoliche, ma la mèsse visiva mostra una delicata, spirituale soavità.

    commento di Stefano L
  • Prima di guardare un film di Malick siate certi di sapere chi è Malick, perché questo è "il film" di Malick. Di rara intensità e non facilissima comprensione il film vede un giovanissimo Gere non esattamente a proprio agio nella parte di cinico bracciante ai servizi di un padrone malato. Colonna sonora magistrale e poetica.

    commento di near87
  • Cielo di Dio, terra di Dio, uomini di città.

    commento di michel
  • Un'opera davvero affascinante

    commento di Pugno
  • Antieroico melodramma sull'impossibilità di concilio tra benestanti e proletari. Commercialmente fu un'impresa masochista, per via del suo tentativo di ripudiare qualsiasi patina da blockbuster. La durata è concisa ma il ritmo è datato.

    commento di Dalton
  • Bella storia: intensa, sofferta, drammatica. E quindi bel film, con un giovanissimo Richard gere e un altrettanto giovane Sam Shepard. Bella e accurata ricostruzione di un'epoca, di un'atmosfera, di un sentire. Ottima la colonna sonora.

    commento di scream
  • un film incredibile, ancora oggi. e il cielo non è mai stato così bello. la fotografia più preziosa assieme a quella, insuperabile, di 'Barry Lyndon'.

    commento di redrum80
  • Un film bellissimo e toccante, con un buon cast, un'ottima fotografia e la straordinaria musica di Ennio Morricone. Consigliato a chi ama vedere un film diverso dai soliti.

    commento di mosca
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

steno79 di steno79
9 stelle

Secondo film di Malick dopo il folgorante esordio di "La rabbia giovane", "I giorni del cielo" è un dramma agreste che si trasforma in tragedia e porta in dono allo spettatore tutti i tratti distintivi di uno stile registico possente e originale. La tipica voce fuori campo del cinema di Malick è qui affidata al personaggio della sorella minore Linda, con esiti comunque... leggi tutto

26 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

Viola96 di Viola96
6 stelle

Non è il miglior film di Malick,nè è il più poetico e commovente e,seppur essendo accattivante,non esplora un'epopea melodrammatica col gusto dell'impresa."I Giorni del Cielo" è un melodramma rurale,incorniciato in una piantagione texana(ricreata in Canada),dove si svolge questa piccola storia di anime.Una mano autorevole,per dirigere un film privo del... leggi tutto

5 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

mm40 di mm40
4 stelle

La rabbia giovane, il suo esordio, è del 1973. Quindi Malick ci mette cinque anni per realizzare il suo secondo film, questo I giorni del cielo: e non è ancora niente, visto che per arrivare al prossimo (La sottile linea rossa) impiegherà vent'anni tondi (1998). A dire il vero, però, nonostante l'elegante cura formale - che valse l'Oscar alla fotografia di... leggi tutto

1 recensioni negative

Nel mese di maggio questo film ha ricevuto 8 voti
vedi tutti
Trasmesso il 17 maggio 2017 su Paramount Channel

MY PERSONAL CULT MOVIES

panunzio di panunzio

Cosa rende una pellicola un cult? Le battute o le scene? Gli interpreti o la storia? L’averlo visto in particolari condizioni o semplicemente il trascorrere del tempo nostro o del film stesso? O il fatto di...

leggi tutto

Piango, evviva!

karugnin di karugnin

Qualche giorno fa lessi la bella e accorata recensione di @Badu D Shinya Lynch su "Der Freie Wille": fui talmente colpito dall'intensità del suo coinvolgimento emotivo che procurai di vedere il film il giorno...

leggi tutto
Nel mese di febbraio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 6 voti
vedi tutti

Recensione

port cros di port cros
10 stelle

  I Giorni del Cielo inizia mostrandoci, sui titoli di testa, una serie di foto in bianco e nero dei primi del Novecento, l'ultima delle quali ci introduce nella vicenda raffigurando l'adolescente Linda, voce narrante del film (Linda Manz). Dopo che suo fratello Bill (Richard Gere) ha preterintenzionalmente ucciso un uomo, Linda, Bill e la sua ragazza Abby (Brooke Adams), che si spaccia...

leggi tutto
Recensione
Utile per 8 utenti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

steno79 di steno79
9 stelle

Secondo film di Malick dopo il folgorante esordio di "La rabbia giovane", "I giorni del cielo" è un dramma agreste che si trasforma in tragedia e porta in dono allo spettatore tutti i tratti distintivi di uno stile registico possente e originale. La tipica voce fuori campo del cinema di Malick è qui affidata al personaggio della sorella minore Linda, con esiti comunque...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

pippus di pippus
10 stelle

Pochi film, molti capolavori e questo è uno di questi. Non poteva essere altrimenti con una tripletta composta da Malick, Almendros e Morricone. Risultato, un'apoteosi fortemente strutturata di tutte le qualità che un film dovrebbe possedere, compreso l'indubbio aspetto educativo della vicenda che vede negli pseudo "Amore e Psiche" le figure dell'opportunista oltre misura in lui...

leggi tutto
I giorni del cielo

I giorni del cielo

(Stasera Rai Movie ore 21.15)Seconda opera di Terrence Malick che, terminato il lavoro, aspettò oltre vent'anni prima di proporre il suo... segue

Post
Il meglio del 2014
2014

Recensione

maso di maso
10 stelle

           Il film di Malick che si eleva sopra il suo recente ciarpame poetico documentaristico cade nell'anno di grazia 1976, ma esce poi nel 1978 a seguito di due laboriosi anni di montaggio che serviranno a dargli una forma concreta e narrativamente coerente dato che durante le riprese gettò letteralmente al vento lo script concedendo carta bianca...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

mmciak di mmciak
8 stelle

"Days of Heaven-I Giorni del cielo" diretto nel 1978 da Terrence Malick, devo dire che è splendido. La storia si svolge nel 1916 e Bill, un manovale di Chicago, e viaggia con sua sorella minore Linda e la sua ragazza Abby ed emigrano nel Midwest a lavorare come braccianti agricoli. Per evitare le domande della gente Bill e Abby fingono di essere fratello e sorella. Il...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Recensione

sasso67 di sasso67
8 stelle

Non si può dire che la storia narrata da Malick sia un qualcosa di originale, nel grande panorama del cinema americano. Anzi, la trama sembra di quelle derivate dalla tragedia classica antica, con amori segreti, parentele dissimulate, esplosione truculenta finale. Ma restano nella mente e negli occhi le stupende immagini di Nestor Almendros, ispirate alla pittura americana di fine Ottocento e...

leggi tutto
Recensione
Utile per 6 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

PompiereFI di PompiereFI
8 stelle

“Su questa terra ci stai una volta sola. E secondo me, per tutto il tempo che ci stai, devi starci bene”.   E’ la piccola Linda che parla, colei che sogna un futuro da geologa, mentre pontifica con versi elegiaci il dipanarsi delle vicende. Suo fratello Bill (un Richard Gere dalla condotta vigorosa) vorrebbe semplicemente diventare qualcuno, operaio istintivo e...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

bradipo68 di bradipo68
8 stelle

Dopo l'elegia criminale del suo primo film,La rabbia giovane,Malick rinnova la sua poetica in un melodramma maestoso eppure intimista,trattenuto,sussurrato quasi,visivamente magnifico.La malinconia avvolge e confonde i contorni di tutti i personaggi:Bill(Gere) che ha l'amore a portata di mano e accetta cinicamente di farselo sfilare per mere ragioni di interesse,Abby si trova suo malgrado al...

leggi tutto
Recensione
Utile per 9 utenti
Il meglio del 2009
2009

Fiumi

Redazione di Redazione

Chi ci abita vicino li conosce, ci parla. E sa che sono vivi non solo perché sono in continuo movimento alla ricerca del mare. Per questo alle volte il fiume non è scenario: in certi film la sua natura è forte e...

leggi tutto
Il meglio del 2008
2008

Recensione

satura di satura
10 stelle

Malick non può mai deludere, i suoi pochissimi film sono perfetti e tutti ugualmente imperdibili. Questo presenta allo spettatore, incorniciata da fiumi dalle acque veloci, tramonti giganteschi su campi di grano e commoventi spianate di cielo, una parabola esemplare sulla ferocia del peccato, una vicenda simbolica che riesce ad essere storia privata e corale al tempo stesso (l'epos è...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Essere nella natura

rusalki di rusalki

L'anno cinematografico 2008 è stato segnato per me dalla visione di Into the Wild di Sean Penn a febbraio. Ci sono quei film, quei libri, quelle storie di cui, una volta conosciute, non riusciamo a liberarci,...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006

Di Malick ce n'è uno.

gabriargento di gabriargento

I commenti degli spettatori che escono dalla sala dopo aver visto "The new world" si sprecano. Convinti di essere andati a vedere un nuovo "Troy" o un "King Arthur" di infimo livello ma che faccia divertire, si...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005

Il maestro è tornato

Jimmy Dean di Jimmy Dean

ad illuminare quelle zucche "fetuse" che avete. Il MAESTRO, lode al MAESTRO, in coro, genuflettetevi, uomini materialisti bavosi e sbavanti, cani che si lagnano perché si rompono le unghie, eccolo COLUI che vi...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2004
2004

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

melodramma disteso e lineare, che evita ogni eccesso, pesantezza ed enfatizzazione. Visivamente magnifico, sa offrire un suggetivo quadro dell'America rurale d'inizio secolo (non priva di riferimenti socio-politici). Due le annotazioni da fare: 1) l'estetica fordiana (le danze, il lavoro di gruppo, le funzioni religiose, i campi lunghi, le ombre stagliate sulla luce rossa del tramonto...); 2)...

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2003
2003

Recensione

Sam Gamgee di Sam Gamgee
8 stelle

Sospeso e leggero come un soffio di vento, carico di suggestione, con scene di una bellezza abbacinante, in cui emerge la cifra stilistica di uno dei più grandi Autori americani, sicuramente quello meno conosciuto. Il grande cinema di Malick emerge con tutta la sua bellezza e intensità, si allarga a dismisura per riempire le emozioni, ma è anche capace di farsi piccolo e intimista. Un film...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti

Natura

amaranta di amaranta

Ci sono film in cui la natura non è sfondo, ma gioca un ruolo fondamentale. Sono film che rischiano, ma riescono ad evitare manierismo e leziosità. Bei film.

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1979
1979
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito