Un condannato a morte è fuggito

Regia di Robert Bresson

Con François Leterrier, Roland Monod, Charles Le Clainche Vedi cast completo

Questo film non è disponibile. Prenotalo o aggiungilo alla tua Watchlist.

Trama

Commenti (5) vedi tutti

  • Costruito magistralmente con un attore non professionista, quest'opera omnia di Bresson rimane uno dei migliori film di evasione mai girati.

    commento di Stefano L
  • Un film girato interamente in una prigione,costruito per trasmettere suspance,e ci riesce bene. Apprezzato anche l'ingegno nella preparazione del piano.anche se la vedo poco probabile come fuga di successo con tutto quel materiale.

    commento di wang yu
  • Un inno alla liberta',al valore della vita e della sofferenza unita a una volonta' immensa alla sopravvivenza.Capolavoro assoluto del cinema di tutti i tempi e uno dei punti piu' alti di Bresson e del cinema francese.

    commento di ezio
  • Voto 7. [02.03.2012]

    commento di PP
  • 8

    commento di Max76
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

spopola di spopola
10 stelle

Che cos’è il cinema? Ritmi, e al tempo stesso, rapporti, incrociarsi di rapporti, di opposizioni, di colpi, di scambi tra una immagine e tutte le immagini, tra una immagine  e il suono e ancora: Film cinematografici dove le immagini, come le parole del dizionario, non hanno potere e valore che per la loro posizione e relazione.  Sono parole di Bresson queste, che a mio... leggi tutto

13 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

"Logorante" è la parola chiave, che accompagna fedelmente la visione di questi cento minuti di pellicola: Bresson, giunto al suo quarto lungometraggio, esaspera la componente statica e riflessiva dei suoi precedenti lavori e mette in scena un'opera profondamente drammatica che indaga attorno al concetto di 'fuga'. Non tanto la storia di una fuga, ma della fuga, dell'idea eterna di... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Nel mese di marzo questo film ha ricevuto 4 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

Recensione

hupp2000 di hupp2000
9 stelle

Cinema puro. Robert Bresson può essere considerato un entomologo della Settima Arte, caratteristica che confermerà tre anni dopo con “Pickpocket”. Il racconto tutto in soggettiva impone allo spettatore, purché accetti il gioco, di immedesimarsi totalmente con il protagonista, il tenente Fontaine, imprigionato dalla gestapo per la sua appartenenza alla...

leggi tutto
Recensione
Utile per 7 utenti
Il meglio del 2014
2014
Il meglio del 2013
2013

Film che ispirano la Fede

steno79 di steno79

La Fede è, a parere del sottoscritto, qualcosa di strettamente personale: di solito implica un’apertura dell’individuo alla dimensione del trascendente, un equilibrio ed una sintonia con quello che non si può...

leggi tutto

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Sei anni dopo "Diario di un curato di campagna", Bresson prosegue la sua ricerca in direzione di un cinema essenziale, depurato dalle pastoie teatrali, pittoriche e letterarie. Tre anni più tardi, avrebbe raccolto i frutti con "Pickpocket", che inventa non tanto il cinema moderno, quanto quello contemporaneo (tanto era "avanti" nel concetto e nella messinscena, anche rispetto alla coeva...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011

Recensione

mm40 di mm40
6 stelle

"Logorante" è la parola chiave, che accompagna fedelmente la visione di questi cento minuti di pellicola: Bresson, giunto al suo quarto lungometraggio, esaspera la componente statica e riflessiva dei suoi precedenti lavori e mette in scena un'opera profondamente drammatica che indaga attorno al concetto di 'fuga'. Non tanto la storia di una fuga, ma della fuga, dell'idea eterna di...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2010
2010

Un anno insieme.

Peppe Comune di Peppe Comune

Un anno fa iniziavo la frequentazione di questo sito e vi ho scoperto il piacere sano di conservare la mia memoria cinematografica. Ho sempre avuto l'attidune alla scrittura ma l'abitudine di annotare riflessioni sul...

leggi tutto

Recensione

spopola di spopola
10 stelle

Che cos’è il cinema? Ritmi, e al tempo stesso, rapporti, incrociarsi di rapporti, di opposizioni, di colpi, di scambi tra una immagine e tutte le immagini, tra una immagine  e il suono e ancora: Film cinematografici dove le immagini, come le parole del dizionario, non hanno potere e valore che per la loro posizione e relazione.  Sono parole di Bresson queste, che a mio...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

Dalton di Dalton
10 stelle

Capolavoro bressoniano, che si discosta dal modello carcerario di IO SONO UN EVASO per aprire la breccia al siegeliano FUGA DA ALCATRAZ. Il tutto all'insegna della forma stilistica dell'autore francese: totale asservimento (quasi annullamento, se non fosse per l'amore verso i dettagli) della regia e degli interpreti ai punti salienti della trama.

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2008
2008

SBARRE

joseba di joseba

"Al risveglio, la prigione salta alla gola. Come un animale a caccia dell'ultimo incubo. Le prime sensazioni mi avvertono della sua presenza nascosta. Un angolo di muro illuminato dal chiarore dell'alba, l'odore del...

leggi tutto

Recensione

steno79 di steno79
10 stelle

VOTO 10/10Forse il miglior film in assoluto del regista: diverso da tutti gli altri che raccontano un'evasione dal carcere (in Francia ne sono stati fatti molti, come "La grande illusione" di Renoir o "Il buco" di Becker), pervaso da un senso religioso che esprime la presenza di una forza invisibile che vigila sulle azioni degli uomini, raccontato con uno stile scarno ed essenziale...

leggi tutto
Recensione
Utile per 5 utenti
Il meglio del 2006
2006

FUGA E LIBERTA'

carlos brigante di carlos brigante

Tre film (diversi come genere e impostazione) per una notte da "mio" Fuori Orario..... Bresson, Jarmush e Becker..... Con tre stili e atmosfere diverse i tre registi pongono il desiderio di libertà (e i...

leggi tutto

Recensione

carlos brigante di carlos brigante
10 stelle

Film immenso. Basato su una storia realmente accaduta. Non il solito film carcerario. Qui la spettacolarizzazione dell'evento è totalmente (e volutamente) assente. Il senso di claustrofobia dettato dall'uso di campi strettissimi unito all'uso ossessivo dei rumori, conduce lo spettatore all'interno del carcere e della cella rendendolo partecipe dei pensieri e dei drammi del protagonista. Chi...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2002
2002
Il meglio del 1957
1957
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito