Espandi menu

The Bourne Supremacy

Regia di Paul Greengrass vedi scheda film

Recensioni

L'autore

marcopolo30

marcopolo30

Iscritto dal 1 settembre 2011 Vai al suo profilo
  • Seguaci 79
  • Post 3
  • Recensioni 2652
  • Playlist 7
Mandagli un messaggio
Messaggio inviato!
Messaggio inviato!
chiudi

La recensione su The Bourne Supremacy

di marcopolo30
6 stelle

Secondo capitolo delle avventure di Jason Bourne. Se il primo film manteneva ancora qualche ragionevole connessione con l'opera di Ludlum da cui era tratta, questo di Greengrass ne prende in prestito solo il titolo. Per il resto è solo action più pura, seppur di eccellente qualità.

Il secondo capitolo delle avventure del personaggio uscito dalla penna di Robert Ludlum cambia direzione rispetto a “The Bourne Identity”, virando senza mezze misure verso il territorio action più puro. Lo sceneggiatore è ancora una volta Tony Gilroy, complicatore di trame per eccellenza. E si vede. La regìa passa invece da Liman a Paul Greengrass, un virtuoso del cinema d'azione, forse il migliore in assoluto nel suo campo, e a partire da qui poco sorprende che inseguimenti ed esplosioni prendano il posto di quel minimo di analisi e riflessione presenti nel primo film. Lo stesso Bourne, che nel film di Liman rispecchiava piuttosto fedelmente le caratteristiche del personaggio del romanzo, sembra qui diventato un killer tanto letale quanto stracolmo di scrupoli di coscienza. Le medesime perplessità dovrebbero assalire lo spettatore per il ritratto di una CIA che con il mondo di Ludlum non ha nulla a che spartire, dove il cattivo è uno e uno soltanto, in linea con il politically correct di mamma Hollywood. Insomma, un film eccellente dal punto di vista dell'azione ma che non regge assolutamente il confronto con il libro da cui è tratto. Da notare infine che nella sua prima versione il film era privo del finale che invece presenta la versione definitiva poi distribuita nelle sale. Diversi mesi dopo il rompete le righe Matt Damon fu infatti costretto ad abbandonare temporaneamente il set su cui stava lavorando (“Ocean's Twelve” di Soderbergh) per poter tornare a vestire per qualche giorno ancora i panni di Jason Bourne per questo nuovo finale.

Ti è stata utile questa recensione? Utile per Per te?

Commenta

Avatar utente

Per poter commentare occorre aver fatto login.
Se non sei ancora iscritto Registrati