Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera

Trama

Due monaci vivono in un eremo su un isoletta nel centro di un laghetto circondato dalle montagne. Ma nemmeno loro riescono a sfuggire all'attrazione della vita, ai desideri, alle sofferenze e alle passioni. Sotto lo sguardo vigile del monaco anziano, il monaco giovane perde l'innocenza, scopre l'amore quando una donna entra nel loro chiuso mondo, capisce cosa significhino gelosia e possessione. Come le stagioni continuano ad alternarsi, così l'eremo resta un rifugio per lo spirito...

Note

La lucidità è ciò che "ferisce" maggiormente nel cinema di Kim Ki-duk, in quanto prova di una risolutezza (anche stilistica) sfrondata del superfluo.

Commenti (12) vedi tutti

  • Imperdibile metafora dell'esistenza umana, dalla sua alba al suo tramonto.

    leggi la recensione completa di giansnow89
  • Intressante fino alla fine della primavera. Dopo è un po' scontato. Da segnalare la notevole varietà di scene, spesso molto belle, della madesima location. I poteri magici sono un po' fuori luogo.

    commento di Brady
  • Mistica e figurativamente incantevole metafora sulla ciclicità dell'esistenza.

    commento di Stefano L
  • Tipico esempio di Film lento e pesantemente noioso che va bene per una nottata a dormire senza problemi (che anzi arrivano proprio vedendo Pellicole simili …).voto.1.

    commento di chribio1
  • Lo rivedrei daccapo. Perfetto, equilibrato, un apologo complesso sulla vita, sulle sue insidie, sulla sua ciclicità…Da vedere assolutamente come una metafora, non come narrazione realistica.

    commento di satura
  • Kim Ki Duk è sempre una garanzia. Un film che racchiude in se scenari poetici e insegna a vedere la vita da un'angolazione del tutto diversa, facendo vedere la vita del protagonista associata alle stagioni. Voto… 9

    commento di MondoMarcio
  • Un film, una poesia, un'insegnamento di vita, un'opera d'arte, un capolavoro, questo è il film di Kim Ki-Duk.

    commento di mise en scene 88
  • Bellissimo film, ricco di atmosfera e di non-detti.

    commento di scream
  • Semplicemente un CAPOLAVORO !!!

    commento di essere
  • La prima parte del film è di raro rigore e bellezza e conferma Kim Ki Duk come uno dei più interessanti registi in circolazione. Peccato soltanto che il finale sia inutilmente sovraccaricato da un crescendo emotivo di cui non aveva bisogno.

    commento di zatoichi
  • stordisce uscire dal cinema e vedere quanto superfluo abbiamo intorno!

    commento di silviadea
  • E'bellissimo, un film curato nell'immagine, nelle musiche, intenso, di spessore. Non perdetelo. L'idea fantasiosa del tempio galleggiante da sola vale il biglietto.

    commento di mandolinos
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

supadany di supadany
9 stelle

Rivedere questo film dopo l’evoluzione del cinema di Kim ki-Duk degli ultimi anni, questo nel bene e nel male, fa decisamente impressione, perché, a parte qualche traccia, si trova un’ispirazione diversa. Fu il film che lo consacrò, almeno dalle nostre parti (fu anche un discreto successo commerciale) e possiede una grazia ed una concisione capaci di lasciare di... leggi tutto

38 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

annamartori di annamartori
6 stelle

Sarei curiosa di sapere quanti di coloro che hanno inneggiato a questo film, sarebbero disposti a seguirne l’insegnamento. Un’ istigazione all’autocastrazione, alla “non vita”, alla fuga dalle passioni, a favore di un’esistenza dedicata alla preghiera, alla meditazione, alla contemplazione. Un isolotto in mezzo ad una lago su cui sorge un piccolo tempio, tutt’intorno montagne e... leggi tutto

7 recensioni sufficienti

Recensioni

La recensione più votata delle negative

LAMPUR di LAMPUR
4 stelle

Affascinante l'idea delle sole porte, senza pareti, all'interno della casa; che idealmente dividono, creando ambiente ed ordine, e divengono sinonimo di autodisciplina in un open space dove il solo varcare la soglia di un uscio automaticamente plasma intimita' oppure la rivela. E quel bambino di 6 anni che rispetta diligentemente la cerimonia del passaggio della soglia per accedere agli... leggi tutto

3 recensioni negative

Nel mese di gennaio questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2017
2017

Recensione

giansnow89 di giansnow89
8 stelle

Film che sfrutta in maniera metaforica il tema della vita monastica, che è quanto di più lontano ci sia dalla nozione di uomo odierno, annegato nelle cose del mondo, per spiegare magnificamente la traiettoria dell'esistenza di un individuo. La spensieratezza dell'infanzia, ove ancora non si ha coscienza del valore di una vita, ove si pensa che gli anni a disposizione siano...

leggi tutto
Il meglio del 2016
2016
Il meglio del 2015
2015

E tu, film, come ti chiami?

MarioC di MarioC

Il titolo di un film è come la nostra carta d'identità: passe-partout per l'eternità (vantaggio che un film, rispetto a noi umani, possiede, un po' beffardamente), stigma inconfondibile,...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Recensione

supadany di supadany
9 stelle

Rivedere questo film dopo l’evoluzione del cinema di Kim ki-Duk degli ultimi anni, questo nel bene e nel male, fa decisamente impressione, perché, a parte qualche traccia, si trova un’ispirazione diversa. Fu il film che lo consacrò, almeno dalle nostre parti (fu anche un discreto successo commerciale) e possiede una grazia ed una concisione capaci di lasciare di...

leggi tutto
Disponibile dal 4 marzo 2014 in Dvd a 12,99€
Acquista
Il meglio del 2012
2012

Recensione

luca826 di luca826
8 stelle

VOTO 7 ESTREMO (Tv Ottobre 2012) “Il desiderio genera dipendenza e dà origine a pensieri mortali” Il set circoscritto ingabbia le emozioni e obbliga i protagonisti e noi spettatori a confrontarsi duramente con noi stessi. Kim Ki Duk strizza l'occhio al pubblico occidentale d'essai e fa il furbo, ma grazie al talento e all'innegabile rigore di alcuni momenti della pellicola, realizza...

leggi tutto
Recensione
Utile per 4 utenti
Il meglio del 2011
2011

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Meno geniale di "Soffio" o "Ferro 3", ma di gran lunga più riuscito di "Time" o "La samaritana", è un'opera di grande armonia figurativa, nella quale al montaggio è riservata l'edificazione di quella struttura circolare e ricorsiva (a spirale, verrebbe da dire) che poi l'estroso cineasta coreano avrebbe perfezionato in alcune sue opere successive. La vita come...

leggi tutto
Il meglio del 2010
2010

Recensione

almodovariana di almodovariana
8 stelle

Film per palati raffinati, occorre una vera educazione a uscire dai canoni visivi dell'Occidente per entrare in una dimensione fatta di silenzi pressoché assoluti rotti da brevi dialoghi, dominata dalla visione paesaggi mozzafiato e musiche suggestive ma a tratti strazianti

leggi tutto
Recensione
Utile per 3 utenti
Il meglio del 2009
2009

Porte Magiche

orlando66 di orlando66

Le porte magiche ci permettono di entrare in mondi fantastici, paralleli, dove i nostri sogni, desideri si materializzano.... a volte ritroviamo noi stessi a volte ci sembra di vivere un'altra vita, sdoppiati oppure...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2008
2008
Il meglio del 2007
2007

DisOrientàto

LAMPUR di LAMPUR

Nonostante sia molto trend inebriarsi attorno al cinema asiatico ed orientale in genere, con genuflessioni carpiate e panegirici inneggianti alle sfumature zen ed ai sottosignificati ming delle succitate pellicole,...

leggi tutto
Playlist

Recensione

annamartori di annamartori
6 stelle

Sarei curiosa di sapere quanti di coloro che hanno inneggiato a questo film, sarebbero disposti a seguirne l’insegnamento. Un’ istigazione all’autocastrazione, alla “non vita”, alla fuga dalle passioni, a favore di un’esistenza dedicata alla preghiera, alla meditazione, alla contemplazione. Un isolotto in mezzo ad una lago su cui sorge un piccolo tempio, tutt’intorno montagne e...

leggi tutto
Il meglio del 2006
2006

Recensione

LAMPUR di LAMPUR
4 stelle

Affascinante l'idea delle sole porte, senza pareti, all'interno della casa; che idealmente dividono, creando ambiente ed ordine, e divengono sinonimo di autodisciplina in un open space dove il solo varcare la soglia di un uscio automaticamente plasma intimita' oppure la rivela. E quel bambino di 6 anni che rispetta diligentemente la cerimonia del passaggio della soglia per accedere agli...

leggi tutto

[Non scritta]

Dying Theatre di Dying Theatre

La pornorafica sovraesposizione di tanti dicibilissimi silenzi. Pause sprecate. Sfigurate. Graffiate da artigli di nebbia e scomposizioni di beltà. Modulate voci reclamano, orrendamente, ascolto. Gesti pretesi, e...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004

Recensione

joseba di joseba
8 stelle

Un altro grande saggio di cinema del prodigioso Kim Ki-duk, una delle maggiori emergenze del cinema mondiale degli ultimi anni. Alla sua nona pellicola - per inciso il suo decimo film, "Samaria", girato in soli quindici giorni, è già uscito in dvd - il giovane (classe 1960) e straordinariamente prolifico cineasta coreano conferma un talento visivo impressionante e una lucidità di sguardo...

leggi tutto
Recensione
Utile per 1 utenti
Uscito nelle sale italiane il 7 giugno 2004
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito