Trama

Nel prologo, anno 1808, assistiamo alla fucilazione di patrioti e di un ufficiale profanatore di tombe. Poi si passa al presente, ed ecco un uomo che mostra a due bimbe foto "oscene" dei monumenti di Parigi, un assassino messo in libertà, la repressione di una manifestazione che inneggia alle catene...Le convenzioni sociali della borghesia, perfidamente rovesciate, rivelano tutto il loro assurdo. Uno dei film più limpidi e divertenti del tardo Buñuel, che recupera una acredine inconciliata insieme ad una olimpica semplicità. L'ultima immagine è il primo piano di un surreale e distante struzzo.

Commenti (6) vedi tutti

  • Voto 7,5. [09.06.2013]

    commento di PP
  • Interessantissima,nonchè bizzara opera del grande regista surrealista spagnolo: la logica va a farsi benedire ma l'interpretazione dei sogni e il gusto per l'assurdo lascia spazio ad ogni interpretazione dello spettatore.Grande il cast.

    commento di luxandra
  • Voto 8,5 Totale

    commento di luca826
  • Forse Bunuel in questo film ha superato addirittura la dimensione surrealista! Perverso, sarcastico e "assurdo" fino al midollo. Sicuramente una delle sue opere migliori, in cui prendono forma i suoi temi e le sue ossessioni più care

    commento di carlos brigante
  • Un nuovo interessante film surreale di Bunuel, ancora una volta ambientato nella borghesia. Nel complesso la sua visione riesce abbastanza facile, essendo un susseguirsi di situazioni grottesche. Bello l'episodio della "sparizione" della bimba.

    commento di stalker63
  • il film più eccentrico e surreale di Bunuel

    commento di bocchan
Scrivi un tuo commento breve su questo film

Scrivi un commento breve (max 350 battute)

Attenzione se vuoi puoi scrivere una recensione vera e propria.

Vedi anche
Recensioni

La recensione più votata è positiva

Peppe Comune di Peppe Comune
10 stelle

Nella Spagna del 1808, i francesi saccheggiavano chiese, profanavano tombe e fucilavano i patrioti (tra i quali un Bunuel che si concede un gustoso cameo) che morivano al grido "abbasso la libertà". E' una delle "leggende"di Braquer questa, che una governante sta leggendo su una panchina del parco di Parigi. Poco lontano, un uomo osserva rapito due ragazzine che giocano sullo scivolo,... leggi tutto

11 recensioni positive

Recensioni

La recensione più votata delle sufficienti

mm40 di mm40
6 stelle

Un film sul piacere di fare film. O soltanto una goliardata, lo scherzo di un animo surrealista ed anarchico? Non mi pare che il film ad episodi l'abbia inventato Bunuel nel 1974, nè tantomeno l'utilizzo di personaggi, situazioni, oggetti, suoni come 'testimoni' fra una scena e la seguente: quante persone avrebbero visto questo film se non ci fosse la sua firma? Il nonsense, il non sequitur,... leggi tutto

1 recensioni sufficienti

Nel mese di giugno questo film ha ricevuto 3 voti
vedi tutti
Il meglio del 2016
2016

Recensione

cheftony di cheftony
8 stelle

“Mamma, io ho fame!” “Non si dicono queste cose a tavola! È da maleducati.”     Delle truppe napoleoniche occupano una chiesa di Toledo, uccidendo gli spagnoli e profanando il corpo della santa protettrice dell'edificio, incredibilmente non decomposta. Ma è solo un racconto, narrato al parco dalla tata di due bimbe, che si isolano per...

leggi tutto
Il meglio del 2015
2015

Recensione

ed wood di ed wood
8 stelle

Col suo "Fascino Discreto" Bunuel aveva realizzato uno dei capolavori assoluti dell'arte cinematografica, nonchè vetta ulteriore di un percorso artistico fra i più originali ed entusiasmanti del Novecento. Aveva magnificamente dato una forma definitiva all'estetica surrealista, decretando la superiorità dell'approccio onirico su quello psicologico e adeguandovi, di...

leggi tutto
Il meglio del 2014
2014

Introvabili cercasi

FilmTv Rivista di FilmTv Rivista

"Mi piacerebbe tanto rivederlo, ma non esiste più in commercio..." "Ce l'avevo registrato, ma sarebbe bello se lo pubblicassero finalmente in dvd..." "L'ho visto una volta in televisione quando ero piccolo e...

leggi tutto
Il meglio del 2013
2013

Recensione

EightAndHalf di EightAndHalf
8 stelle

Espressione di un cinema ribelle e di insistita libertà stilistica, Luis Bunuel ci illustra i falsi miti e i falsi metodi di giudizio di un'umanità imprigionata dalla civiltà, che si è autodemolita costruendosi addosso e intorno divine e profane credenze. Si perde qualunque limite nel lungometraggio di Bunuel, che inizia collegando le storie quasi come "La Ronde" di Ophuls, e poi...

leggi tutto
Il meglio del 2012
2012

Michel Piccoli.

Peppe Comune di Peppe Comune

Uno degli attori che ha saputo meglio interpretare la tipologia dell’uomo borghese nelle sue diverse e sfuggenti sfaccettature caratteriali è stato a mio avviso Michel Piccoli. Nella sua lunga carriera, molti...

leggi tutto
Il meglio del 2011
2011
Il meglio del 2010
2010

Recensione

Peppe Comune di Peppe Comune
10 stelle

Nella Spagna del 1808, i francesi saccheggiavano chiese, profanavano tombe e fucilavano i patrioti (tra i quali un Bunuel che si concede un gustoso cameo) che morivano al grido "abbasso la libertà". E' una delle "leggende"di Braquer questa, che una governante sta leggendo su una panchina del parco di Parigi. Poco lontano, un uomo osserva rapito due ragazzine che giocano sullo scivolo,...

leggi tutto
Il meglio del 2009
2009

Recensione

brando di brando
10 stelle

La concatenazione delle immagini come flusso di idee ininterrotto saltellante nella conferma incessante che non esiste realtà confermabile come tale. La stravagante messainscena dei nostri sensi nel percepire ogni giorno situazioni diversissime allo stesso modo; il filo conduttore forse non è la follia dell'esistenza ma la stupidità dell'uomo nel non accorgersi della stessa. Il confine...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2008
2008

il Diavolo e l'Acqua Santa

willhard di willhard

Già... Gli esportatori di pace con lanci di bombe al fosforo, la democrazia imposta a bastonate e adesso anche il povero oscurantismo medioevale schiaffeggiato dalla potente lobby degli scienziati... ma che bel...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2007
2007

Recensione

Zarathustra di Zarathustra
8 stelle

Il mio Bunuel preferito, il più surreale e divertente di tutti. Rompe ogni legame con il cinema narrativo, il protagonista cambia continuamente, struttura tutto il film come una serie di episodi soncatenati in modo surreale e con leggerezza. Bunuel è un regista in continuo cambiamento, stavolge il linguaggio del cinema ma anche il suo stesso linguaggio pur continuando a divertirsi giocando...

leggi tutto
Recensione
Utile per 2 utenti
Il meglio del 2006
2006
Il meglio del 2005
2005
Il meglio del 2004
2004
Il meglio del 2003
2003

E' una sera molto Strana...

Huppert di Huppert

"In platea fra la gente il sogno di Danzica vivrò...chino sopra gli alambicchi di ideali non si vive più...E' una sera molto strana..." (Giuni Russo). Dedicata a Giuni Russo, che ama l' Arte e la Poesia, e...

leggi tutto
Playlist
Il meglio del 2002
2002
I nostri top user
Scopri chi sono i top user

Sono persone come te:
appassionati di cinema che hanno deciso di mettere la loro passione al servizio di tutti.

Scopri chi sono i top user
Come si diventa un top user

I top user sono scelti tra i membri della community sulla base della qualità e della frequenza dei loro contributi: recensioni, notizie, liste.

Scopri come contribuire
Posso diventare un top user?

Certo! Basta che tu ti registri a FilmTv.it e che inizi a condividere la tua passione e il tuo sapere. Raccontaci il cinema che ami!

Registrati e inizia subito